none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Vicopisano - Calcinaia
Ponte della Botte: proseguono i lavori di manutenzione all’infrastruttura per un valore di 3,75 milioni di euro

2/7/2024 - 19:30


Ponte della Botte: proseguono i lavori di manutenzione all’infrastruttura per un valore di 3,75 milioni di euro a cura della Provincia di Pisa. Ancora in vigore il senso unico sul ponte e il divieto di transito ai mezzi con portata superiore alle 3,5 tonnellate, a breve scatterà la chiusura totale


Vicopisano - Calcinaia, 2 luglio 2024 – Proseguono i lavori al Ponte della Botte a cura della Provincia di Pisa. 'Slitta di circa una decina di giorni la chiusura totale dell' infrastruttura, elemento che comunque non influirà sulla programmazione complessiva delle lavorazioni, con una riapertura comunque prevista per il mese di settembre e una organizzazione generale delle lavorazioni a step', afferma il Presidente Massimiliano Angori. 

“L’intero cronoprogramma, lo ricordiamo, è stato messo a punto con le Amministrazioni Comunali e le associazioni di categoria ed è finalizzato, come di consueto quando la Provincia di Pisa si occupa di questa tipologia di interventi, a condividere lo stato dell'arte della partenza delle lavorazioni, al fine di ridurre al minimo i disagi e le criticità per comunità e imprese, in un'ottica di ascolto attivo e dialogo che portiamo avanti da anni - sottolinea il presidente Massimiliano Angori. Preme ricordare che si tratta di un importante tranche di lavori, del valore complessivo di 3,75 milioni di euro, progettati per la sempre maggiore sicurezza delle infrastrutture e dei relativi territori. Proseguono pertanto i lavori preparatori al Ponte della Botte che comportano le  limitazioni alla viabilità, tra cui il senso unico sul ponte ed il divieto di transito ai mezzi di massa a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate, per poi arrivare alla chiusura totale dell’infrastruttura presumibilmente  dal 10 di luglio, e fino a tutto agosto, ovvero quando si entrerà nella fase più importanti delle lavorazioni. La riapertura è prevista nel mese di settembre, verosimilmente con la riapertura delle attività scolastiche. Ad ogni modo la situazione sarà monitorata costantemente dalla struttura tecnica provinciale”, aggiunge Angori.
"Da sottolineare che la ditta sarà all’opera anche nelle giornate di sabato e domenica”.

Di seguito le limitazioni che continuano ad essere in vigore: istituzione del senso unico sul ponte in direzione S. Giovanni alla Vena – Fornacette dal km 0+330 (intersezione con la via sterrata in corrispondenza dell’argine in dx idraulica del fiume Arno) al km 0+570 (intersezione con la via sterrata in corrispondenza dell’argine in sx idraulica del fiume Arno); istituzione del limite massimo di velocità amministrativa pari a 30 km/h per la lunghezza dell’intero cantiere sul ponte e per le zone limitrofe di approccio al ponte; istituzione del divieto di transito ai mezzi di larghezza superiore ai 2,30 m; istituzione del il divieto di transito ai mezzi di massa a pieno carico superiore alle 3,5 t.

 Le corse TPL che ricomprendono l’itinerario della SP 1 delle Botte ed il ponte sull’Arno rimarranno deviate su percorso alternativo, confermando la temporanea sospensione delle fermate che non saranno più servite dalle corse deviate.













Fonte: Sara Rossi Portavoce del Presidente della Provincia di Pisa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri