none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
E ninna!. . . . ir bimbo un vor capì!!!

Guarda .....
Questi cinque politici marpioni che hanno avuto la .....
Non serve firmarsi, basta anche uno pseudonimo per .....
Nel programma elettorale del mio partito, il PD c'era .....
Giovedì 13 agosto, alle ore 12 a Coltano
none_a
Sinistra Civica Ecologista
none_a
Sant' Anna di Stazzema, Eros Tetti (Europa Verde Toscana)
none_a
Rafforzare il legame caccia-agricoltura
none_a
CascinaOltre
none_a
Per Forza Italia: Roberto Sbragia
none_a
Vincenzo Marini Recchia
none_a
di Giancarlo Lunardi
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
Marina di Pisa, 7-8-9 agosto
none_a
Tirrenia, 8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
TOSCANA
Federalismo in Toscana: si mobilta la Lega per spiegarlo con decine di gazebo

20/10/2010 - 7:29

 

COMUNICATO

 

Federalismo in Toscana: la Lega si mobilità nelle piazze per spiegarlo

 

Gazebo in tutta la Toscana per informare i cittadini sul Federalismo". È questa l'iniziativa della Lega Nord, presentata ieri durante una conferenza stampa svoltasi nella sede nazionale del Carroccio all’Osmannoro, che sabato e domenica vedrà la presenza di banchini e gazebo informativi leghisti in più di 100 luoghi contemporaneamente in Toscana.

A spiegare meglio l'iniziativa è Antonio Gambetta Vianna, presidente del gruppo consiliare in Regione della Lega Nord Toscana. «Con i gazebi vogliamo informare i cittadini su cosa sia realmente il Federalismo e i vantaggi che questo porterebbe alla nostra Regione. La riforma federale è essenziale per risolvere i problemi e alla nostra regione conviene perché innanzitutto ci sarebbero dei vantaggi economici oltre che politici.

L’Italia ha raggiunto un debito pubblico record di 1.822 miliardi (30.000 euro per cittadino, ndr) ed è settima al mondo in concorrenza con il Sudan; la giustizia italiana è la 156esima al mondo; l’evasione fiscale delle regioni del Sud è incredibile. In Puglia è del 52%, in Campania del 55%, in Sicilia del 63%, in Calabria dell'85% contro il 27,6% della Toscana. I debiti accumulati dalle Aziende Ospedaliere delle regioni del Sud sono enormi. Tutti questi sono dei buoni motivi per attuare il Federalismo. La Toscana è una tra le Regioni più virtuose e non è giusto che paghi per le altre. Il Federalismo esiste – ha evidenziato il capogruppo del Carroccio in Regione – solo se sono ben chiari ed operanti due punti essenziali: la volontà di indipendenza, che si esplica nell’applicazione delle varie competenze tra Stato federale e Stato centralista ed il principio di unità, che nasce dalla esigenza di costituire un’unica direzione di marcia».

Gambetta Vianna si è anche soffermato sul problema della disinformazione che il centrosinistra potrebbe fare. «La nostra paura – ha spiegato – è che il Pd potrebbe mettere dei paletti in Toscana e fare disinformazione tra la cittadinanza. È chiaro che all'inizio ci saranno difficoltà, come del resto in tutti i progetti nuovi, ma questo non significa che le tasse aumenteranno o quant'altro. Questa è disinformazione – ribadisce – ed è anche per evitarla che facciamo questa iniziativa. Per far capire ai cittadini toscani che con il Federalismo non perdiamo niente se non riprenderci in servizi le tasse che paghiamo. In Toscana il Pd non chiede, ma impone le proprie scelte ai propri cittadini e questo non è assolutamente giusto».

Francesco Giusti

Per Manuel Vescovi, autore del libro ‘Federalismo: meno sprechi, più benessere per tutti’ nonché commissario provinciale della Lega Nord Pistoia, «Federalismo è quel patto che capovolge il sistema centralizzato, valorizzando le nostre terre e responsabilizzando le amministrazioni. Il nostro Paese ha bisogno del Federalismo. Oggi in Italia viviamo in un condominio chiamato "Condominio Italia" dove tutti i servizi, caldaia, acqua, energia elettrica, sono centralizzati. Portare un contatore autonomo in ogni appartamento (Regione) condividendo sempre gli spazi comuni è decentramento. Valorizzare ogni appartamento, eliminando lo spreco dei servizi centralizzati, ma rimanendo tutti in ''Condominio Italia'' è Federalismo».

Luciana Bartolini

, responsabile Gruppo Politico Femminile e vicesegretario nazionale del Carroccio toscano, conclude affermando che «la nostra iniziativa informativa vuole anche essere un modo per sbugiardare chi lotta contro il Federalismo».
, vicesegretario nazionale vicario del Carroccio oltre che segretario provinciale di Siena, invece, afferma che «è necessario informare i cittadini affinché questi sappiano. Il centrosinistra ha paura della riforma perché con il Federalismo si vedranno gli sprechi e come gli amministratori, che fino ad ora hanno solo saputo lamentarsi, governano. I cittadini finalmente sapranno perché, dove e come verranno spesi i loro soldi. Federalismo significa tornare padroni a casa nostra e prendere in mano la gestione dei propri soldi». Il segretario di Siena fa un accenno al libro di Robert Putnam 'La tradizione civica nelle regioni italiane' «nel quale – conclude Giusti – si denotano le forti radici civiche del centro nord del Paese che con il Federalismo verranno ancora più in auge».

Fonte: Lega Nord
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: