none_o


Evento davvero memorabile a san Giuliano Terme il 25 luglio a partire dalle ore 18, all'interno del Fuori Festival di Montepisano Art Festival 2024, manifestazione che coinvolge i Comuni del Lungomonte pisano, da Buti a Vecchiano."L'idea è nata a partire dalla pubblicazione da parte di MdS Editore di uno straordinario volume su Puccini - spiega Sandro Petri, presidente dell'Associazione La Voce del Serchio - scritto  da un importante interprete delle sue opere, Delfo Menicucci, tenore famoso in tutto il mondo, studioso di tecnica vocale e tante altre cose. 

Che c'entra l'elenco del telefono che hai fatto, con .....
Le mutande al mondo non le metti ne tu e neppure Di .....
Da due anni a questa parte si legge che Putin, ovvio, .....
È la cultura garantista di questo paese. Basta vedere .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
di Matteo Renzi, senatore e presidente di IV
none_a
Da un'intervista a Maria Elena Boschi
none_a
Di Mario Lavia
none_a
di Roberto Sbragia - Consigliere provinciale di Pisa Forza Italia
none_a
Copmune di Vecchiano - comunicato delle opposizioni
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Di Fabiano Corsini
none_a
Una "Pastasciutta antifascista"
none_a
Pontasserchio, 18 luglio
none_a
Pisa, 19 luglio
none_a
di Alessio Niccolai-Musicista-compositore, autore
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SAN GIULIANO
Un musical al teatro Rossini di Pontasserchio sulla vita di San Ranieri

30/1/2011 - 8:15

4 febbraio 2011, teatro Rossini di Pontasserchio
La Compagnia di Nerino presenta il musical «San Ranieri – un laico cristiano» -prima assoluta, regia di Alessandro Ciardelli, testi e musiche di Claudio Mario Pochini


PONTASSERCHIO - In occasione dell’Anno Giubilare dedicato a San Ranieri, la "Compagnia di Nerino" mette in scena un musical liberamente tratto dalle vicende della sua vita.
«Questo progetto» -spiegano il regista Alessandro Ciardelli e l’autore Claudio Mario Pochini -«Nasce dalla volontà di riscoprire, attualizzare e trasmettere il messaggio che Ranieri - da un lontano medioevo - ha voluto lasciarci, e quale fosse la sua eredità morale e spirituale dopo 850 anni dalla sua morte.»

Ricco rampollo della patrizia famiglia Scacceri, Ranieri si troverà improvvisamente a compiere un lungo cammino di conversione che lo porterà, prima a rinunciare ai propri beni, per poi arrivare a percorrere le orme di Cristo e degli apostoli in Terrasanta, dove  rimarrà pellegrino per 13 anni. A Gerusalemme Ranieri seguirà la dura e rigorosa vita del penitente per poi tornare a Pisa, dove per altri sette anni condurrà un umile ed operosa esistenza, sempre predicando e realizzando opere di bene e di carità. Morirà nel monastero di San Vito la sera del 17 giugno 1160 in profumo di santità, circondato dai tanti proseliti che lo seguivano e che si erano grazie a lui convertiti. Ranieri non prenderà mai voti religiosi di alcun genere ed ordine, e per questo è stato denominato un santo "laico".

Continua Ciardelli -«È stata svolta una ricerca storica ed agiografica, con l’obiettivo di ricostruire ed assemblare in modo più possibilmente aderente e verosimile le vicende di Ranieri in quel segmento del XII° secolo (alcuni aspetti della sua vita, narrataci dal canonico Benincasa, erano infatti poco chiari, frammentari e incoerenti); ne è emerso un Ranieri che, in veste di protagonista, riassegna la giusta dimensione ad una storia più che mai viva e degna di essere condivisa e valorizzata. Abbiamo così adottato alcune piccole licenze narrative che per niente hanno influenzato la storia originale: esse erano però essenziali a dare il giusto ritmo al racconto e conferire una certa agilità e fluidità al cantato.»

Il musical è rivolto principalmente e direttamente a tutta la città di Pisa ed andrebbe dunque ad inserirsi in un contesto di diversi eventi culturali, artistici e sociali volti alla valorizzazione e alla riscoperta della figura di Ranieri. Vogliamo credere, dunque, alla vigilia del nostro debutto, che il più bel messaggio di Ranieri sia la stessa frase da lui lasciataci, dopo la sua conversione: affrontare la volontà di Cristo senza voltare mai le spalle e né guardare indietro.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri