none_o


Dopo l'articolo incentrato sugli avvenimenti dell'inizio del 1800 e sugli adempimenti che Napoleone chiedeva al territorio della Comune di San Giuliano, in cui Vecchiano era stata inclusa da Pietro Leopoldo nel 1776, insieme con tutte le 31 Comunità della precedente Podesteria di Ripafratta, arriviamo ora alle vicende al tramonto dell'Impero napoleonico.Nel 1808 Vecchiano era stata separata, sempre dai francesi, dai Bagni di San Giuliano, dividendo le Comunità a destra e a sinistra del Serchio, ma la procedura fu molto ostacolata dall'amministrazione di San Giuliano. 

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Mattia Feltrio
none_a
di Roberto Sbragia - Capogruppo Vecchiano Civica
none_a
Di U M (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Fabio Poli
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
MIGLIARINO
Mauro Tolaini: lettera aperta al sindaco di Cascina Moreno Franceschini

20/3/2011 - 14:21

Lettera aperta a Moreno Franceschini
 
Leggendo sul Tirreno del 18 marzo u.s. l’intervista del Sindaco di Cascina che personalmente stimo come uomo e come amministratore, sono rimasto profondamente stupito da come ha trattato la vicenda Ikea.

Colpisce la sua certezza sulla bontà di questo insediamento per le ripercussioni positive  che avrebbe su tutto il territorio cascinese: posizione che rispetto ma non condivido. Ma dal momento che il Sindaco Franceschini si esprime nell’intervista affermando: “ Il vero rimpianto è di non aver portato Ikea a Navacchio” e prosegue dicendo “ è un vero reato aver bloccato il progetto”.

 

 A questo punto sarebbe interessante conoscere chi e perché si è adoperato per bloccare questo progetto di realizzare Ikea a Navacchio, e forse verrebbero alla luce cose molto interessanti, perché dal momento che Ikea ha pubblicamente rifiutato l’offerta del Comune di Vecchiano di insediarsi nell’area industriale di Migliarino, area idonea ad accogliere interventi anche di natura commerciale, come previsto dal nuovo R.U. di recente adottato dal Comune di Vecchiano,  magari si verrebbe a scoprire che  è la stessa azienda che rifiuta di insediarsi a Navacchio, perché Ikea e soci cercano in ogni modo di trasformare  35/40 ettari di terreno agricolo lungo l’Aurelia a Migliarino in edificabile,  in modo da realizzare grossi interessi economici e finanziari.

 

 E’ forse questo che interessa loro più che lo sviluppo e i posti di lavoro?
Come vogliamo chiamarla tutta questa operazione: occasione da non perdere o una colossale speculazione urbanistica?

 

 Caro Sindaco Franceschini, invece di avere solo certezze, non sarebbe il caso di fare, come amministratori, una attenta riflessione su queste vicende che investono tanta parte del nostro territorio?
 Mauro Tolaini
 

Fonte: PD Migliarino
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

21/3/2011 - 14:00

AUTORE:
penultimo

se te e ghelardi avessite pozientato 3 mesi e inutilmente abbandonato il centrosinistra ora con il sostegno del governatore rossi l'ikea sarebbe stata possibile all'ovaio

21/3/2011 - 12:56

AUTORE:
Graziano Pardini

Caro delegato del PD,la tua banca e' l'UNIPOL ed ha come cliente il CTC,CHE TU LO VOGLIA O NO!Paragonare il tentativo di speculazione del trito e ritrito Porto Cristina con l'insediamento di IKEA e'terrorismo d'informazione .
Ti arrampichi sugli specchi e magari sarai uno dei primi acquirenti quando apre,perche' lo sai che il TUO partito lo vuole!!!proprio perche' si chiama democratico.

21/3/2011 - 10:16

AUTORE:
Delegato PD

..e non a caso il maggior responsabile dell'epoca prese 5 voti a favore e 19 contro Ikea nell'Ovaio e si dimise da segretario dell'Unione Comunale.

21/3/2011 - 9:57

AUTORE:
o delegato

Ci dici qualcosa di concreto?
Ci potete dire qualcosina su ikea?
Non sapevate che il vostro PD voleva Ikea all'ovaio?
Siate coerenti ed ammettete le vostre responsabilità!

21/3/2011 - 9:49

AUTORE:
Un Delegato del Parito Democratico vecchianese

Giunto al suo fallimento (e alla fame) come comunista (e come stato comunista)il povero padre comunista sovietico manda figlia e moglie a cercare fortuna in Italia e..basta che al loro ritorno portino un po di soldi per tirare avanti la baracca; se poi i soldi arrivano per aver battuto vie "traverse" sono cazzi loro nel vero senso della parola.

La nostra banca è differente caro Graziano e lo sai bene che potevamo essere tutti "ricchi" guardiani delle barche degli sceicchi petrolieri con il "Porto Cristina Onassis" a Bocca di Serchio; ma la nostra terra e la nostra salute non la vendiamo per avere un "Ospedaletto" vecchianese più ampio od altri ammennicoli vari, non siamo alla canna del gas come disse Francesca.

I Delegati del Partito Democratico vecchianese hanno scelto e votato un documento ad ampia maggioranza il 7/6/2010 e se vorranno "sovvertire" quel documento senza un'altra votazione; vuol dire che: chi lo farà sarà considerato un sovversivo a tutti gli effetti e dovrà cambiare partito.

Il nostro si chiama Partito Democratico e deve seguire regole democratiche: altrimenti...

21/3/2011 - 9:06

AUTORE:
ha ragione

Non si può costruire un'unità di partito sul nulla ma solo su simoboli.
Manca un'identità precisa e manca anche un ringiovanimento che avrebbe potuto imporsi a quelli della regione.
Ora sono cavoli amari che però non si pianteranno all'ovaio...

21/3/2011 - 8:50

AUTORE:
Graziano Pardini

Concordo su di un aspetto,nell'intervento di Muro Tolaini,che tipo di manovra vi e' stata da 6 anni a questa parte sul progetto IKEA che e' inutile nasconderlo ha diviso la comunita' vecchianese tanto da guastare anche rapporti personali.Ma di una cosa sono certo,la responsabilita' e' tutta nelle stanze del PD.
Lo vado dicendo ormai da alcuni anni anche su questo forum,la gestione e' stata da cani,mentre si poteva benissimo essere noi vecchianesi gli artefici di un tipo d'investimento inelligente ma soprattutto che non creasse fratture insanabili all'interno della stessa sinistra.
Ho sempre sostenuto l'investimento in funzione dell'occupazione e di porre al centro "il lavoro" in un momento di grosse difficolta'occupazionali.E' vero anche che la zona dell'OVAIO e' agricola,allora vorrei fare qui un tentativo di proposta .CHIEDIAMO AGLI INVESTITORI CHE LA DIFFERENZA FRA IL PREZZO AGRICOLO DEI TERRENI E QUELLO COMMERCIALE,VENGA INVESTITA SUL TERRITORIO DI VECCHIANO PER INTERVENTI NEL SOCIALE .Non so se e' solo utopia,ma credo che con la buona volonta' di tutti Istituzioni ed imprese si potrebbe risolvere la
situazione.

20/3/2011 - 19:42

AUTORE:
SEMPRE QUELLO

Per l'UNITA' del PARTITO qualcuno si è prostituito... anche io non rinnovo la tessera. Bona.

20/3/2011 - 16:39

AUTORE:
CARO TOLAINI

CARO TOLAINI,
ORA CHE IL PD VUOLE IKEA LUNGO L'AURELIA CHE FAI?
APPOGGI IL CANDIDATO CHE TI COSTRUIRA' IL CENTRO COMMERCIALE DAVANTI A CASA.
IO RESTITUISCO LA MIA TESSERA MA VORREI CHE FOSSE UN GESTO COMUNE DEL PD DI MIGLIARINO.
L'AVEVO DETTO DI CANDIDARE UNA DI MIGLIARINO MA NON MI AVETE ASCOLTATO...