none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
 1
Sono disponibili 3 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: In data 17 Maggio 2022....

In risposta a: del
In data 17 Maggio 2022....
AUTORE: BASE MILITARE A COLTANO
email: -

18/5/2022 - 8:47

BASE MILITARE A COLTANO
.....finalmente la Provincia di Pisa ha risposto alla richiesta da parte di Cittadini in comune di accesso agli atti che riguardava il progetto di base militare a Coltano. Tra i documenti anche la lettera con cui la Regione chiedeva a Provincia di Pisa, Comune di Pisa, Ente Parco Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli di inviare i propri pareri entro il 30 aprile 2021.
In sostanza, tutti gli enti che dicevano di non sapere erano stati ufficialmente contattati e se non si sono mossi è loro esclusiva responsabilità.

A questo link trovate la nostra pagina, da cui è possibile avere accesso allo studio di fattibilità del progetto che ci è stato inviato oggi dalla Provincia, unica a rispondere comunque nei tempi e in modo trasparente alla nostra richiesta. Ricordo che tutti avevano detto di non sapere nulla. Non quale credibilità ora questi rappresentanti delle istituzioni possono andare a discutere la questione con il ministero e rappresentare la popolazione, quando invece nei fatti l'hanno tenuta all'oscuro?
Tra l'altro in questi giorni hanno fatto intendere che il problema della base è risolto e che non si farà più a Coltano ma le loro dichiarazioni sono contraddittorie e al limite parlano suddividerla in diverse parti delle quali alcune ricadrebbero comunque in area parco. Inoltre, per il momento il DPCM che avevamo trovato in Gazzetta Ufficiale non è stato ritirato.

Tutti sapevano e tutti non solo hanno tenuto nascosto il progetto ma hanno anche spudoratamente mentito, dicendo di non sapere. Con questi documenti che abbiamo ottenuto finalmente con una richiesta di accesso agli atti alla Provincia di Pisa inviata lo scorso 14 aprile si conferma quello che denunciamo dallo scorso 25 marzo, quando abbiamo scoperto e denunciato pubblicamente il via libera del Governo Draghi al progetto della nuova base militare di Coltano.
Da allora abbiamo aperto una battaglia durissima sulla trasparenza mentre tutti dal parco, al comune, alla Provincia di Pisa, alla Regione Toscana dicevano di non sapere.
Abbiamo reso pubblico, con una richiesta di accesso agli atti all’Ente Parco, che la Regione il 9 aprile del 2021 aveva inviato al Parco il progetto per avere un parere, e che il parco per un anno ha tenuto nel cassetto questo parere.
Oggi dai documenti ricevuti dalla Provincia sveliamo che la stessa Provincia di Pisa e il Comune di Pisa anche loro il 9 aprile del 2021 hanno ricevuto tutto il progetto per la realizzazione della nuova infrastruttura militare e non solo lo hanno tenuto segreto ma hanno raccontato fino a ieri di non essere stati coinvolti e di non avere i documenti. Nel documento invece non solo risulta la trasmissione agli enti ma anche la richiesta di un parere per quanto di competenza entro il 30 aprile del 2021.
Il primo dovere di un amministratore pubblico è quello di dire la verità e così non è stato da parte di chi governa ad ogni livello, regionale, provinciale e comunale. Il sindaco Conti, il presidente della Provincia lo stesso presidente della Regione si dovrebbero dimettere subito perché non hanno detto la verità e non hanno fatto alcun atto per informare la cittadinanza di quello che stava avvenendo. Gli stessi che oggi siedono al tavolo giocando al Monopoli con il territorio.
Quello che sta avvenendo è gravissimo, uno schiaffo alla democrazia e ai cittadini e alle cittadine. Noi oggi pubblichiamo integralmente ancora una volta tutta la documentazione ricevuta come atto di trasparenza, svolgendo il compito per cui siamo stati eletti.
Una città in comune, Rifondazione Comunista
----------------  RISPONDI





In risposta a: In data 17 Maggio 2022.... del 18/5/2022 - 8:47
Tutti sapevano
AUTORE: Sincero
email: -

1/6/2022 - 21:03

Qui tutti sapevano, mi sa. Il PD era impossibile che non av esse avvertito i propri enti dove i presidenti sono di questo partito. Qui è una bella sceneggiata. Una delle tante!
----------------  RISPONDI





In risposta a: In data 17 Maggio 2022.... del 18/5/2022 - 8:47
Leggendo attentamente
AUTORE: Cittadino
email: -

24/5/2022 - 11:37

Dopo aver letto , mi sembra di capire che tutti sapevano ma nessuno diceva niente. Devo però ricordare che nel periodo ci sono state nomine ed elezioni . Certamente se veniva fuori il problema qualcuno si doveva rispondere al quesito :sei favorevole o contrario. E di sicuro chi è legato al partito del NI non aveva vie di uscita . Ora che le cariche e l'elezioni sono state fatte si può stare con un piede di qui e uno di la. Forse queste poche righe faranno riflettere con chi abbiamo a che fare. Ringrazio chi con tenacia ha fatto emergere questo con accesso all'atti. E ricordo che se non fossero stati presenti nel consiglio comunale sarebbe stato difficile sapere tutto questo. Grazie
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 3 articoli in archivio:
 [1]