none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
 1
Sono disponibili 4 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: Italiani brava gente

In risposta a: del
Italiani brava gente
AUTORE: totonno
email: -

9/5/2022 - 5:22

Dovrò smettere di leggere questo forum, come tanti altri del resto. Tutti esperti di politica, tutti a criticare, tutti benpensanti, tutti guerrieri di parole.
Ma se non vi sta bene qualcosa non votate, si dice che il presidente del consiglio non è stato votato dagli italiani, vero verissimo è il partito che decide non certo il popolo sovrano. Ma allora lasciate perdere le primarie all'americana che peraltro vi costano i due euro (che mi pare proprio una baggianata), la contestazione arriva anche dallo sciopero del voto. Ma no il voto è un diritto e un dovere giusto? Ma chi se ne frega del diritto e del dovere se poi mi ci metti uno che nessuno ha scelto. Parole parole e solo parole ma fatti zero. Ci sono vari modi per contestare civilmente e nessuno viene usato. Un saluto a tutti e buona fortuna Italia, paese dei balocchi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Parole al vento del 9/5/2022 - 20:17
PD di guerra e di governo
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

9/5/2022 - 23:32

A legge i giornali sembra che il Letta con l’elmetto stia a passa di moda, praticamente come un gatto in tangenziale: PERFINO NELL'OPINIONE PUBBLICA DI AREA PD LA LINEA BELLICISTA DI LETTA E DRAGHI STA FRANANDO” - ANTONIO SOCCI COMMENTA L’INTERVISTA DI DE BENEDETTI, IN CUI L’INGEGNERE SPARA A ZERO SULLO SCHIACCIAMENTO FILO-ATLANTISTA DI DRAGHI E DEL SOLDATINO DELL’ESTABLISHMENT ENRICO LETTA: “È UN CHIARO ALTOLÀ AL PREMIER ITALIANO CHE AMBISCE A PRESENTARSI A WASHINGTON COME IL GOVERNANTE EUROPEO PIÙ ALLINEATO AI DESIDERI DI BIDEN. COME DICE DE BENEDETTI IN GERMANIA (E NEL RESTO D'EUROPA) SI STA CONSOLIDANDO LA CONVINZIONE CHE SULL'UCRAINA L'INTERESSE DELL'EUROPA È OPPOSTO ALL'INTERESSE USA, QUINDI…
Ora si accorgono che gli interessi dell’Europa non sono gli stessi degli ISA , ma chi ,finora , Draghi e Letta si sono appiattiti come zerbini su quelle posizioni tra poco ci spiegherà che l’ha fatto a fin di bene e non c’erano alternative. Avessero a dire che hanno preso un abbaglio, ci mancherebbe.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il sistema didattico... del 9/5/2022 - 10:12
Parole al vento
AUTORE: vecchianese di s. Frediano
email: -

9/5/2022 - 20:17

E chi lo dice che il doppio turno sia il sistema elettorale migliore.
La Germania dimostra che il proporzionale con sbarramento funziona. Non è la locomotiva d' Europa per caso. Poi sarà il caso che chi interviene dica cose vere e non bischerate. Il partito Comunista italiano è finito ( sic ) nel 1989. Quello guidato dal democristiano Letta si chiama Partito Democratico.
Nato da una fusione a freddo tra DS e Margherita. Lascialo sta Berlinguer, se si rigira nella tomba non è certo per quello che fa la figlia giornalista. Ma per il comportamento di tanti ex compagni.
Adelante adelante.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Italiani brava gente del 9/5/2022 - 5:22
Il sistema didattico...
AUTORE: BdB, alias Bruno del Baglini, Migliarino
email: -

9/5/2022 - 10:12

...che spesso su questo forum viene usato riguardante il voto rappresentativo, non è per chiamare al voto gli agnostici e chi non vota sappiamo bene che non ha diritto di lamentarsi.
Chi vede in avanti nel tempo come Matteo Renzi; non a caso e per caso ha chiesto "il Sindaco d'Italia".
Nei giorni convulsi della e per la ricerca del nuovo Presidente della Repubblica italiana sembrava essere cercato/trovato per sfinimento.

Sembrava che tutti volessero che il PdC in carica (cosa mai avvenuta) divenisse PdR.
Poi ci vuole una donna-ci vuole una donna ed è mancato poco che anche Enrico Letta fosse convinto dalla Meloni di eleggere capo dello stato (perché donna) "la capa" dei servizi segreti come è avvenuto in soli due stati del mondo Turchia e Federazione Russa.
Si capiva benissimo che alcuni; Meloni in testa e Salvini subito dietro volessero che: "il miglio fico del bigoncio" si togliesse da dove Mattarella su consiglio del solito Renzi era stato posto, così da avere elezioni anticipate per ritornare subito in gioco ed è la normalità di chi siede in panchina voglia giocare la sua partita prima che la partita finisca, dopo sarà un'altra partita.

Nel 2029 come prospettato dal senatore Renzi i tempi saranno maturi perché i cittadini arrivino finalmente ad eleggere il proprio presidente come il proprio sindaco.
Il doppio turno alla francese a mio avviso è in miglior modo di esser rappresentati.
1° se al primo turno come succede per i nostri sindaci il prescelto supera il 50+1 dei voti è subito presidente-governatore-sindaco.
Altrimenti dopo due settimane che è il tempo utile per nuovi accordi fra i partiti più assonanti e li il 50+1 viene superato per forza maggiore.

Come vediamo tutti i tentativi di fare nuove leggi elettorali ogni fine legislatura è tirare la coperta dalla propria parte ed è ingiusto anche per noi elettori avere un sistema come l'attuale dove si viene chiamati al voto sempre più spesso contro altri e poi come è successo ultimamente i litiganti debbono trovare accodi fra diseguali per la formazione del governo.

A questo punto si obietterà: trovare un accordo prima per vincere o dopo per governare cosa cambia?
L'accordo preventivo viene/verrà fatto dai più vicini.
E stavolta menomale che Mario Draghi c'è, ed è stato giustissima la crisi del governo Casalino-Conte-Arcuri.
Con una fava "i ffiorentino" ha preso due piccioni.
1° o Conte o voto del duo Bettini/Zingaretti è andato "acquito" come il detto: o si sta con Grillo altrimenti vien Salvini; epperchè forse che Giorgetti è peggiore o più di destra della grillina Taverna? e Zaia e Fedriga rieletti son peggiori delle grilline trombate a Torino ed a Roma?

Dice ne vedremo delle belle? Si!
Chi lo avrebbe mai detto negli anni dal /50 al /90 che un democristiano diventasse segretario del partito che fu di Togliatti, Longo e Berlinguer e...che la figliola di quest'ultimo lo facesse rigirare nella tomba vedendo la scelta degli ospiti al suo talk.

...animo e coraggio che come vediamo anche fra pandemia e guerre: dopo aprile è venuto maggio anche quest'anno.
Buon futuro a chi ama.
BdB
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 4 articoli in archivio:
 [1]