none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
 0
Sono disponibili 11 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: L'opinione

In risposta a: del
L'opinione
AUTORE: Maria Amadesi
email: -

7/5/2022 - 9:43

Il mondo si è veramente rigirato, si parla ormai più del 9 maggio che della guerra.
Posto che certamente l’aggressione della Russia all’Ucraina era prevista con un termine brevissimo, ma le cose sono andate e stanno andando diversamente, per cui mancherebbe il tempo di dedicarsi ai preparativi per i festeggiamenti del 9 maggio, la vittoria della Russia nella seconda guerra mondiale. Invece con estrema indifferenza si fanno i preparativi, si fanno le prove della grande parata, mentre al fronte si combatte aspramente e con massima aggressività dell’invasore, incurante dei massacri, degli orrori, di morti e disperazione quotidiana, ma facendo un macabro conto a rovescio di quanto più si può portare come trofei alla grande festa.
E l’informazione fa binario tra i preparativi per la grande festa e le nefandezze che continuano sui territori occupati.
Vedere le immagini di tanta distruzione mirata, perché non massacri civili, non butti bombe su ospedali, scuole, case, villaggio inermi, inventandoti storie di nemici ovunque, non bombardi un teatro con centinaia di persone rifugiate all’interno, ignorando le scritte “ bambini” che poi fai sparire opportunamente per propaganda interna, non spari sulle macchine di chi cerca di salvarsi da quell’orrore, non spari su autobus o qualunque cosa civile che si muove, non nascondo in fosse comuni, centinaia di poveri cristi, uccisi, giustiziati, torturati, magari la guerra la fai contro chi si può difendere, magari un esercito.
Sinceramente della grande festa non mi interessa proprio niente, mi fa orrore che si pensi di farla in pompa magna, anche nei luoghi conquistati ( al momento), con i morti sotto le macerie a cui non dai possibilità di sepoltura dignitosa, mi fa orrore immaginare sfilate in una terra che non appartiene all’invasore, magari con la pretesa di gente che accoglie, dopo tanta sofferenza e devastazione.
Ci vuole un cuore di latta e un buco nero al posto dell’anima, pensare ad una festa per mostrare al mondo… che cosa mostrare poi , solo il momento più basso di sfrenate ambizioni, di una cattiveria e arroganza mai viste, sinceramente il mondo ne farebbe volentieri senza.
E non posso perdonare, quella stampa che continua a fare il paio fra i disastri di una guerra assurda, e i preparativi di una festa altrettanto assurda di questi tempi , in questa situazione.
Mancano due giorni, saranno i due giorni più duri, temo vedremo il peggio di quello che già oggi ci appare difficile da raccontare.
Non dovrei, ormai abbiamo visto di tutto, mi sorprende , nonostante tutto i saccenti opinionisti, esaltati da una stampa compiacente, che continuano a trovare argomenti per giustificare l’invasore.
La pace e c’è lo insegna la storia, si raggiunge combattendo, diventa un dovere aiutare chi si difende, non si possono mandare le fionde e i sassi di Davide, le trattative per la pace si fanno in due, non certo con chi insegue un nefasto sogno imperiale e non sente ragioni.
Questa è una guerra che riguarda tutti, perché in realtà si contrappongono le dittature alle democrazie, non capire questo è la vera vittoria dell’aggressore.
Il 9 maggio temo sarà il giorno più lungo e più brutto della storia contemporanea, mi auguro una severa riflessione da parte di tutti, sopratutto di quei pacifisti nostrani che dalle loro poltrone e dai salotti dispensano consigli vuoti a perdere.
Le democrazie sono conquiste da difendere ogni giorno.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Alla meno del 8/5/2022 - 10:06
Più le giri, più puzzano .....
AUTORE: Maunvorpiove
email: -

8/5/2022 - 13:20

...diceva mi pà delle concimaie; quindi conviene lasciar perdere, perchè ci capisci (in politica) meno di uno che non ci capisce niente e bada bene non è un offesa.
Diceva il Morroni Gino: se io 'nvece di parlà di politia, parlassi di astronomia che non è rmì 'ampo, fare' una figuretta.
Vuoi un consiglio?
Parlami di come coltivare un orto, di come si fa l'impasto per le pizze e come eventualmente guarnirle perchè sono 41 anni che mi vengono sempre uguali (vedi sul mio profilo fb) poi di come fare a pescà arselle più di Meghe, di Rodolfo e Prolunga che mi battono sempre e li avresti da 'nsenniammi.

La bruttissima parola "inciucio" addebitata al povero Massimo D'Alema, ora è in disuso perchè le baggianatelle duran poco.

Esempio: nelle elezioni vecchianesi si son viste tre liste civiche.
IPV comprendete 6 partiti ed aggregati non rappresentati ma votanti.
Vecchiano Civica -FI-Lega-FdI e parte di liberi aggregati.
Un Cuore per Vecchiano che era a detta del suo candidato sindaco, l'unica lista civica (senza partiti in appoggio)
Un raggruppamento dei più simili ha vinto e governa per 5 anni, le altre due liste si prepareranno a governare per il prossimamente: il gioco democratico è questo ed alle volte due liste simili se si dividono i voti poi perdono la competizione.
Se invece la sinistra a maggioranza PD voleva straperdere non si aggregava con; RC, SEL, Repubblicani, Socialisti, PcdI, Verdi, IDV, IV e parte dei5* che han votato al 65% la lista Angori

A SGT con il doppio turno il risultato è quasi simile, non "inciuciano" prima fra più simili, ma fanno accordo preventivo per non esser fregati al primo turno da chi si associa preventivamente per vedere di battere i soliti vincitori dal dopo guerra ad oggi.
Capito mi hai?
Con il "rosatellum" a livello nazionale basta che un partito o una coalizione superi il 41% (o giù di li) che può governare con il 60% dei seggi.
Per ora nessuno ci è arrivato anche per sbagli madornali delle cariatidi comuniste del PD che ebbero paura del loro segretario che vinse alle Europee con quella cifra candidando 5 donne capolista; Moretti, Bonafè, Mosca, Chinnici, Picerno.
Dopo le Europee e con il logoramento immediato da parte della "ditta" PD con l'Italicum proposto dal segretario PD era "facilmente" che le destre associate vincessero quella tornata elettorale ed il Bersani si tirò di lato dicendo a Renzi: io a casa non voglio andare, ci mando te che non mi candideresti perchè ora sei tu che fai le liste, faccio un partito per conto mio, indebolisco il tuo PD e muoia Sansone con tutti i Filistei.
Con la legge elettorale nazionale ci chiamarono al voto l'un contro l'altro per poi in Parlamento si son trovati d'accordo fra contendenti fra Lega e 5*, fra PD ed i soliti 5* per poi arrivare ad un governo di emergenza come ai tempi di Dini e Monti.
Per il prossimamente se danno retta a me ed al mio mentore Enzo Rametti "sifà" una legge elettorale come per i sindaci e i governatori delle regioni; come in Francia insomma.
bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Eseosa.... del 7/5/2022 - 23:58
A proposito...
AUTORE: Gio
email: -

8/5/2022 - 10:35

L’evidenza dovrebbe togliere ogni residua illusione e convincere a tacere i sostenitori entusiasti di Wladimir, Wladimirovich.

Le efferatezze e la barbarie, cosi come i crimini sono presenti tutti i giorni nelle telecronache e testimoniate e provate da innumerevoli eventi!

Ma chi non vuol capire, cosi come chi non vuol sentire… è refrattario!

Eppure basterebbero le coglionate a colpire e affondare, definitivamente il nostro.

Tempo fa ha smentito l’affondamento della sua ammiraglia, poi ci ha ripensato, sostenendo avesse avuto solo problemi tecnici.

l’equipaggio era stato tratto in salvo, evidentemente tra 500 marinai non c’era lo straccio di un meccanico e comunque se l’emergenza era lieve e la nave trainata da uno stuolo di imbarcazioni di appoggio, perché avrebbero dovuto avere bisogno di essere soccorsi per rientro in patria.

Quindi ha affermato che il prezioso relitto era sorvegliato costantemente da un’unità della marina, che pattugliava le acque del leggero naufragio, dovuto ad un semplice trascurabile inconveniente, presidiato come si è poi scoperto da un ferrovecchio varato illo tempore e che riesce a malapena a galleggiare.

Ad un padre che chiedeva conto delle spoglie del figlio, imbarcato sulla grande unità, ha risposto che era deceduto in mare, ed irrintracciabile, senza timore di contraddirsi, e che il benessere dei combattenti veniva prima di tutto.

Sosteneva però, di li a poco senza curarsi troppo della coerenza di quanto affermato, che quel giovane, non avrebbe avuto diritto a nessuna indennità, visto che l’incrociatore lancia missili, armato fino ai denti, non era in missione di guerra, ma si trovava li per caso, bordesan bordesando, come il vascello pubblicitario di capitan Trinchetto.

Solo che il mozzo del baffuto pirata genovese di Carosello, si ribellava e in accento siciliano, chiedeva a gran voce:-Capetano, lo possiamo totturare?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Eseosa.... del 7/5/2022 - 23:58
Alla meno
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

8/5/2022 - 10:06

Ha descritto bene più che una politica del fare a viso aperto il PD ha rappresentato la politica degli inciuci, va bene ogni cosa, ogni inciucio pur di fermare l’avversario politico, proprio il metodo corretto delle democrazie compiute e dell’alternanza. Il problema è proprio questo, il non riconoscimento dell’avversario come possibile alternativa. Democratici un tanto al chilo. Non si fanno le elezioni e si accettano le ammucchiate per la paura di perdere. Ma questa è democrazia?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Paesello del 7/5/2022 - 21:15
Eseosa....
AUTORE: Maunvorpiove
email: -

7/5/2022 - 23:58

...ha parlato Andrea Margelletti Presidente Ce.SI Centro Studi Internazionali; oppure Umberto Galimberti e se vogliamo; Massimo Recalcati che: Loro si che son cittadini come pochi e merita ascoltarli, mammia un meloniano che tira a coglie - ndo coglie-coglie.

Poi a proposito di PD che diventa DC.
Con il DC Prodi che non aveva un suo partito, il PD gli organizzò le primarie e prese 4 milioni e mezzo di voti primari, ha battuto per ben due volte Berlusconi.
Con il provenienti dalla Margherita Enrico Letta, Matteo Renzi, Paolo Gentiloni Silveri han tirato a termine una legislatura in maniera più che soddisfacente nonostante Pierluigi Bersani non avendo maggioranza al Senato, ma con il PD primo partito ebbero l'incarico dal PdR di formare i loro governi e quello più sveglio di loro tre poi ha mandato a casa due governi ed imposto il decorso normale di questa legislatura e che nel frattempo le destre si son dimezzate come da previsione di MR.
O attaccaci mpopò un toppino se poi ha anche bocciato gli 8 candidati proposti dal "collego" della Meloni per riavere Sergio Mattarella capo dello stato e quindi capo delle forze armate e della Magistratura e non il fratello di Paolo Berlusconi come paventava l'altro Matteo.
...te dici che nella prossima primavera ne vedremo delle belle?
Io nella settimana scorsa con quel bel solicchio "delle belle per davvero" le ho già viste sul ciglio del mare.
salute e tempo buono.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Averlo saputo prima... del 7/5/2022 - 17:45
Paesello
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/5/2022 - 21:15

A me dei discorsi del paesello interessa poco o nulla, so solo che Zelensky è democratico quanto io sono Africano, sono anni che gli Stati Uniti e gli inglesi addestrano i suoi militari per affrontare questa guerra annunciata, il tutto sulla pelle dei poveri ucraini che ne avrebbero fatto a meno. Poi è bastato rompere i coglioni a Putin aspettando che arrivasse al punto che scatenasse la guerra. O qualcuno crede che armi e militari si possano addestrare in 10 giorni?
Purtroppo anche il PD per interesse o coglioneria è rimasto allamato e ora chi ha il coraggio di ammetterlo?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ragionevolezza! del 7/5/2022 - 17:26
Ragionevolezza
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/5/2022 - 20:48

Bravo, sono d’accordo in pieno, il problema è che l’unico partito che doveva essere di centrosinistra si è messo l’elmetto , non ho ancora ben capito per quale piccolo interesse, ma il futuro ci darà la spiegazione. Povero PD diventato DC
----------------  RISPONDI





In risposta a: Ragionevolezza! del 7/5/2022 - 17:26
Averlo saputo prima...
AUTORE: Nativo Baldinacca
email: -

7/5/2022 - 17:45

...lo disse anche Fredo del Lelli che ndede a mazzacchera, ma ir Serchio era troppo arto e ll'anguille un toccavino e disse: averlo saputo iersera nvece di vienì a mazzacchera, portavo ir fieno sotto ir portiho e ummelo bagnava ll'acqua di stanotte.

Caro/carissimi già Catalano sosteneva che la pace è meglio della guerra.

Poi un'antro più accurturato sostenne: del doman non ve' certezza!
Ergo: se lo stupratore la fa sempre franca, il nostro/vostro destino sarebbe viaggiare SEMPRE rasente il muro perchè a pilliallo ner baghe dice che sia un amme.

E quanta pochezza si va cercando con il sondaggino giornaliero.
Italiani: volete più soldi per la salute o per la difesa?
Italiani: volete la pena di morte?
Le risposte cercate così sono scontatissime; ma vediamo che il PdC Giuseppe Conte promise a Trump che l'Italia come tutti i paesi aderenti alla NATO avrebbe portato da qui al 2028/30 il bilancio di spesa dall'1,6 a 2% ed in piena pandemia il suo governo rinunciò ai 36miliardi del MES.
Poi ancora; si mette in dubbio che il Presidente ucraino non avesse la maggioranza dei suoi decisi a sostenere la lotta armata di liberazione, se era al contrario essendo un paese democratico che non ha abolito i social, lo mettevano in minoranza con un semplice cinguettio.

Meglio non fare previsioni ma Putin non prenderà il Nobel per la pace come Gorbaciov e di Zelesnki che nessuno di noi conosceva la sua esistenza fino ad "orellanno" e così come l'esistenza della due regioni contese e...della Transnistria poi qui sulla VdS dal 2007 che cominciò le pubblicazioni non è apparsa "machi" come disse Palmiro.
bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'opinione del 7/5/2022 - 9:43
Ragionevolezza!
AUTORE: Lettore 5
email: -

7/5/2022 - 17:26

Fialmente anche Zelenky comincia parlare di pace. Non dice più che lo farà quando avrà vinto la guerra. Sarà stato convinto dagli orrori di ogni giorno oppure qualcuno nel suo paese comincia a dubitare che questa sia la strategia giusta.
Ed è già tardi. Fin da subito era evidente che bisognava trattare e i termini della questione erano
1) indipendenza dell'Ucraina
2) autonomia o integrazione dei territori del Donbas.
Lì ci sono due etnie con lingua , costumi e tradizioni diverse ed è inutile volerli fare diventare tutti ucraini proibendo il russo e mitragliandoli quando serve.
Qualcuno lo ha detto fin dall'inizio ed è stato subito allontanato od offeso definendolo putiniano. Un modo facile per avere ragione e continuare a discriminare chi la pensa diversamente. Su questo giornale poi non si fa che dileggiare questi pacifisti solo perchè hanno un'idea diversa dal pensiero comune. Che poi comune non è visto che la maggiornaza degli italianoi è contro l'invio delle armi e cerca altre alternative per raggiungere l'obbiettivo della pace.
Al momento dal dileggio si salva solo il Papa ma se continua così presto qualcuno (U.M.?) se al prenderà anche con lui.
Firmato: pacifista non putiniano che odia la guerra e aspetta con ansia un po' di ragionevolezza.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Non capisco del 7/5/2022 - 15:52
Non ci stai più a capire niente vero?
AUTORE: BdB
email: -

7/5/2022 - 16:27

L'unico presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana votato direttamente dal popolo fu Benito Mussolini; gli altri, anche se Berlusconi andava dicendo che lui avendo vinto le elezioni politiche come capo della sua coalizione, era stato eletto dal popolo (suo) ma poi fu il Presidente della Repubblica a dargli l'incarico per la formazione del suo governo e divenne PdC effettivo non con il giuramento, ma con i voti della maggioranza del Parlamento: uguale a Dini, Scalfaro, Monti, Ciampi, Renzi, Conte e Draghi.

Le cosiddette cariatidi le volevano mandare via dal Parlamento i seguaci del comico Giuseppe detto Beppe Grillo, sostituendoli con i bibitari e con i raccontatori di barzellette nei campeggi estivi di montagna di Lago è di mare.
W Pierferdi Casini &.

nb; dai miei media informativi sento che 5milioni di ucraini son venuti ad Ovest di Paperino e pochissimi si son diretti ad Est e non voglio credere fino in fondo che con i trattori, mietitrebbie, cassoni di grano rubati e diretti ad Est ci siano anche mescolati qualche virgulto da rieducare alla loro dottrina che una volta era rossa, poi dallo scureggiallo son passati direttamente alla brutta copia del nero seppia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: L'opinione del 7/5/2022 - 9:43
Non capisco
AUTORE: Cittadino come pochi
email: -

7/5/2022 - 15:52

Di quale democrazia sta parlando? Di quella che mette Draghi al governo senza che nessuno lo abbia votato o dei politici che ci ritroviamo che incapaci di assumersi qualsiasi responsabilità si piazzano in fondo al pullman e lasciano lo stesso Draghi al volante come se niente fosse? La Democrazia in cui si chiama lavoro quello a 3 euro l’ora? Oppure la democrazia che vuole epurare dalla tv chi presenta una voce contraria? Che Putin sia antidemocratico è chiaro a tutti, che le nostre democrazie siano molto incompiute è chiaro a pochi, grazie in particolare alla disinformazione a reti unificate. Sono ottimista, esiste un altra strada e se le coscienze più avanzate saranno in grado di organizzarsi si manifesterà e sarà un nuovo movimento civile da presentare alle prossime elezioni al posto degli attuali cariatidi.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 11 articoli in archivio:
 [1]