none_o

Gioia e picconate, abbracci e idranti, sbarre che si alzano e fiumane di vessati che sfociano nella libertà, l'euforico stordimento prodotto dall'onda d'urto del treno della Storia quando passa sferragliando e fischiando così sonoramente da rendere impossibile non accorgersene: la notte della caduta del Muro di Berlino, 30 anni fa, fu tutto questo e definirla 'storica' è quasi riduttivo. Era il 9 novembre del 1989. ..

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Nella primavera del 2008 Rifondazione comunista, Partito .....
L’attuale deriva della crisi di sistema paese, .....
. . . . . . . . . . . ha avuto un enorme potenziale .....
Faccio ammenda volevo scrivere Cascina , ma non mi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Parrocchia di Migliarino.
none_a
FIAB di Pisa.
none_a
Casanova di Terricciola, 9 novembre
none_a
Pisa, 30 novembre
none_a
Pisa, 7 novembre
none_a
Da Zero a Mille.
none_a
Circolo Il Fortino-Marina di Pisa
none_a
Lucca Comics & Games.
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Situazione delle squadre della Val di Serchio
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
"Così a Dio piacque,
l'uovo da cielo cadde
e la gallina nacque!"
 1
Sono disponibili 20 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: Quota cento non si tocca dicono gli estremisti...

AUTORE: Maria Amadesi
email: -

15/10/2019 - 13:12

...di destra Matteo Salvini e Stefano Fassina.
Arriverà, io credo che arriverà il giorno in cui anche gli idioti finiranno, la gente si sveglierà da questo incredibile sonno delle menti, arriverà, deve arrivare, o in futuro sarà veramente dura!
Mi sembra impossibile che ancora la gente non riesca a capire che la legge Fornero è ancora attiva, viva e vegeta ed è la legge delle nostre pensioni, che vi piaccia o no.
La gente forse non ne ha colpa, o almeno non tutta, l'informazione; stampa, TV, social, l'ipocrisia degli opinionisti, tutti pur di tener aperta la strada ad un mentitore seriale, il Felpa, fingono di ignorare la verità!
Mi fa arrabbiare quando sento " Capitan Fracassa " raccontare nelle piazze, nei talk, ovunque, che non si torna alla Fornero, che quota 100 non si tocca,
E nessuno di tanti stupidi, ipocriti, lecchini, osa smentire.
Quota 100, pur con tutti i danni,le disuguaglianze che ha provocato, i costi e per fortuna con un'adesione relativamente bassa, è una cambiale elettorale pagata per tre anni, ovvero fino al 2021, quota 100 è e rimane soltanto una finestra d'uscita anticipata volontaria, pur sapendo che per la legge vigente, la Fornero, su cui si basano i conteggi, sarà più bassa.
Non so se quando il felpa sbraita su quota 100, e non si tocca, e passerete sul mio corpo, e non si torna alla Fornero, e la gente applaude, provo tenerezza, rabbia, o compassione per una parte del popolo italiano così facile da imbrogliare.
La legge Fornero c'è, e sta benissimo !

Per concludere, ormai non vale nemmeno più ripetersi, vista la finta, consapevole, imbecillità degli organi d'informazione e di tanti politici per opportunità elettorale, il presidente del Consiglio, non viene mai eletto dal popolo, si vota, dopo di che il capo dello stato da mandato e/ o incarico, come dir si voglia, in genere a persona del partito o coalizione che vince di formare un nuovo governo.
Non capisco perché sia così difficile.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Pare strano, ma non è! del 21/10/2019 - 23:36
Va beh...
AUTORE: Francesco T.
email: -

22/10/2019 - 13:00

Continui pure su questa strada, speriamo che la porti lontano, ma eviti di dare patenti a chi non conosce. E poi, a dirla tutta, chi dice che lei è veramente quello che dice di essere. Anch'io, nel mio piccolo conosco tante mascherine che dicevano di essere in un modo e si comportavano in altro. Lei, come tutti, non è immune. La saluto, stavolta, un po' meno cordialmente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: stranezze del 21/10/2019 - 21:54
Pare strano, ma non è!
AUTORE: Bruno Baglini
email: -

21/10/2019 - 23:36

Non cià (senza la "h") capito niente vero? e come disse Terence Hill, (pseudonimo di Mario Girotti) al pistolero che poi prese a pattoni...glie lo faccio rivedere!
Lei sig. anonimo Francesco T. (Francesco Tanda? Francesco Tenda? Francesco Tondo? e da dell'anonimo a me se mi firmo con un nome di fantasia?
Quanti Francesco Tondo ci saranno sugli elenchi telefonici dell'intero mondo?
Quando mi firmo per esteso non pretendo che altri mi rispondano con indirizzo mail che è unico vero riferimento alla persona, e...lei è sicuro-sicuro che in questi 12 anni di vita del nostro giornale, chi si firma per esteso non usi anche nomi di fantasia?
Hmm...non ci metterei la mano sul fuoco, vi conosco mascherine😉😎😂

Nel caso in questione; Maria Amadesi è una delle 560 amicizie su fb che alle volte legge nel mio pensiero e..scrive per me, quindi copio e cito.
Italiano e Italiano/Europeo non sono io...magari.
Io ripeto, non ho fatto studi superiori, ma non perché non ne avessi voglia.
Con un padre classe 1898 (...) non è censura, ma evito la lungagnata che non interessa i cuor leggeri molto(?) più intelligenti perché sù pà li ha mandati a "scola".
...e se uno tenta di chetare l'altro per il suo ricco Curriculum vitae...vedremo: chi ha più filo tesserà.

Dell'intervento del prof. on. Luigi Marattin su PARTITI&POLITICA l'ho messo io di proposito come base di discussione più approfondita della nostra e... per il resto come sostiene il sig. *** ai vitelli? la biada! ai cavalli? la biada! e...a micci?... Legnate!
Bona.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dice l'anonimo Francesco T..... del 19/10/2019 - 8:25
stranezze
AUTORE: Francesco T.
email: -

21/10/2019 - 21:54

Mi perdonerà sig. Baglini, se le rispondo dopo un paio di giorni.
Vede, il suo intervento mi ha spiazzato, nel senso che, nei miei interventi precedenti mi sono confrontato con tre persone diverse da lei : la sig. Amadesi, It/Europeo e XXXl. Lei non c'era nel novero dei miei, tra virgolette avversari, però vedo che il suo intervento a me diretto è molto piccato e polemico, come se l'avessi offesa personalmente. E allora mi viene il sospetto che lei sia o come lo Spirito santo, uno e trino, o che i miei, sempre tra virgolette, avversari non fossero altro che lei sotto mentite spoglie.
Il raccontino della sua vita lavorativa, che rispetto, è suo e se lo tenga ben stretto, dubito però che possa interessare il resto dell' uditorio.
Lei ora mi invita a giocare a carte scoperte, sinceramente ignoro il perchè, visto che sia Lei che la redazione che rappresenta, oltre a tanti altri fruitori del Forum, avete fatto regola della forma di espressione anonima negli interventi.
Uniche eccezioni al momento, chapeau, sono i sig. Maini e Ghelardi, più altri che ogni tanto intervengono e si firmano.
Capisco che le mie affermazioni non le piacciano, nessuno è perfetto, ma non è che le sue raggiungano vette parossistiche.
In conclusione, continuerò sempre ad avere le mie idee, che per fortuna sono molto distanti dalle sue, ed a intervenire, se il dibattito mi stimola, nel Forum o in altre sezioni, censura permettendo.
Dimenticavo una cosa, ho visto che nella sez. Partiti & Politica si sta sviluppando un interessante dibattito su pensioni e Quota 100, segno evidente che il tema comincia ad interessare.
Con rispetto, le auguro una buona serata.
Francesco T. abitante nel Comune di Pisa, nato nel 1969, nella tarda mattinata di un giorno di Primavera.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Dice l'anonimo Francesco T..... del 19/10/2019 - 8:25
S.T.
AUTORE: ***
email: -

19/10/2019 - 17:46

… E a micci? … Legnate!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mah... del 19/10/2019 - 1:03
Dice l'anonimo Francesco T.....
AUTORE: BdB: alias Bruno Baglini
email: -

19/10/2019 - 8:25

...di certo sono sicuro di essere superiore a lei. Almeno culturalmente, mi faccia capire, ma, per caso lei, ha mica la coda di paglia in fatto di pensioni?

Eppoi stanotte al tocco e tre minuti (1.03) il sig. Francasco T. invia alla VdS questa riflessione semplicistica che è in voga da anni perché furono le ultime parole che mi dissero i miei dirigenti del Reparto FS toscano.
Se lei non va in pensione, quando lo diamo il lavoro ai giovani? e...quindi anche al mì figliolo? all'epoca aveva sei anni.
Altri tempi; noi contadini alla tenera età di 6/7 anni si "principiava" a far dei lavoretti per poi esser pronti per pareggiare con gli adulti in tutte le mansioni del lavoro nei campi e nella stalla con vitelli da carne e mucche da lavoro ed avveniva regolarmente all'età di anni 12 (dodici) e quindi per me correva l'anno 1959.
Nel giugno del /61 l'azienda agricola -La Storrigiana- dei duchi Salviati; comprendente anche il podere Baldinacca, attaccò le prime marchette al mio libretto di lavoro.
Quindi i due anni persi li ho recuperati in lavori disagiati (lavoro notturno) che per contratto sindacale le FS riconoscevano un anno di anzianità pensionistica ogni 10 di lavoro che in fondo alla carriera lavorativa "pareggiai".
All'età lavorativa del massimo impegno che un uomo può dare (sui 45 anni) fui interpellato se volevo andare in quiescenza con 7 anni di scivolo che tanti miei colleghi accettarono per poi metter su un'altra attività in proprio o fare il cosiddetto lavoro nero; perché non si nasce ferrovieri come poteva essere il mio caso; prima contadino esperto, poi specializzato in florovivaismo e quindi richiestissimo per piccoli lavoretti data anche la mia "notevole possanza fisica ed eclettismo* innato".
Dissi di no! per la prima volta.
Poi mi richiamarono al Reparto di Firenze nel /98 dicendomi: devi andare in quiescenza perché ci risulta che è due anni e mezzo che hai superato il limite massimo pensionistico che all'epoca, per tutti i ferrovieri era di anni 37 e mezzo.
Dissi di no per la seconda volta con questa motivazione: mio figlio crescerà male; perchè vedrà sù pà non fare un sembola a giornate.
Si ma noi vogliamo dare lavoro ai giovani, quindi mi dissero le stesse parole del sig. Francesco T.
Ma incoscientemente e/o coscientemente parlarono con lingua biforcuta.

Nel mio primo lavoro non fui sostituito da altri contadini che lavoravano la terra con le vanghe o con il bestiame da tiro, ma con i trattori che trainavano le mietileghe o con macchine composite che trebbiavano il grano direttamente nei campi, così come "cavavano" le barbabietole senza toccarle, o la vendemmia senza toccare con mano una pigna d'uva.

Nel secondo lavoro il "mause" fece "terranera" di tutte le stazioni FS e nel mio reparto un solo operatore comandava la linea da Roma Ostiense fino Torino-Pisa Firenze e viceversa.
A quel tempo, quando pagava Pantalone le FS rimettevano 1 miliardo di lire al giorno, così come le PT (Poste Italiane) che ora comprano quote Alitalia ed altro.

Ergo quando mi dice di girare il mondo e va bene anche la nostra italietta...ebbene si; sono in marcia! e la mia licenza elementare "forse" mi impedisce una perfetta sintassi, ma dire: io sono più intelligente di te perché ho studiato...posso al limite rispondere come ho già fatto a chi con prosopopea andante ostentava due o più lauree: bada che io non ho perso tempo andando a "scola".
Ripetere le parole di un intero libro letto una sola volta è segno di buonissima memoria, non di grande intelligenza.
bona.
...........................................
... di certo sono sicuro di essere superiore a lei. Almeno culturalmente. Mi faccia capire, ma, per caso , lei, ha mica la coda di paglia in fatto di pensioni?
Saluti saluti
......................................
Questa sua affermazione l'ho digerita non bene! es. come una pottaccia di cipolloni cotta non benissimo e servita al posto del caffè/latte con biscotti al mattino alle sette meno un quarto.


Provaci ancora Sam!
...non vuol essere un invito a giocare a carte scoperte perchè quando 12 anni fa facemmo questo giornale, il direttore ed i redattori furono d'accordo che qui sulla VdS si doveva svolgere la lotta sulle idee e non sulle persone, quindi io unilateralmente oggi ho giocato a carte scoperte (per quel che può valere) ma la regola dice che se c'è accordo fra i due giocatori come nell'ultimo mano "a briscola" si può "anche" buttar giù le carte.

BdB alias Bruno Baglini, nato alla Baldinacca il 21/2/47 alle nove dopocena.
bona bis.

nota:
eclettismo*
Atteggiamento di pensiero che sceglie e accetta dai varî sistemi filosofici alcune dottrine, e le coordina armonicamente (....)
----------------  RISPONDI





In risposta a: Francesco: un poco di confusione... del 18/10/2019 - 11:51
Mah...
AUTORE: Francesco T.
email: -

19/10/2019 - 1:03

E sarei io in confusione ?
Ha scritto tutto e il contrario di tutto. Chi è andato con il retributivo ha " acquisito " dei diritti, chi, eventualmente, ci va con quota 100 è un privilegiato. Bello. Se non si va in pensione, quando lo trovano lavoro giovani?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro It/Eu del 17/10/2019 - 20:10
Francesco: un poco di confusione...
AUTORE: Italiano-Europeo
email: -

18/10/2019 - 11:51

1) Q.100 è rimasta perché scade come una conf di biscotti.
2)La Germania non ha i pensionati baby che sono in pensione retributiva da 30 anni, bontà loro, e nemmeno un debito pubblico come il nostro.
3)Chi oggi percepisce una pensione retributiva avendo avuto i requisiti per arrivarci non è un privilegiato, ha solamente acquisito dei diritti, i quali progressivamente spariranno.
4)L'Italia può vantarsi di essere una Nazione ai primi posti nel mondo per l'erogazione di servizi essenziali e diritti acquisiti, e senza il lavoro tra qualche lustro li perderemo.
5)Ai giovani serve un lavoro per garantirsi una pensione al 60 % della retribuzione, ma senza un lavoro arriverà forse la pensione minima-sociale, e con molti diritti socio economici oggi acquisiti, cancellati.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mi permetta del 17/10/2019 - 22:45
Durela...
AUTORE: XXXL
email: -

17/10/2019 - 23:25

...'n'antropopò vai....!
piesse: vedi cosa scrive il prof Luigi Marattin su PARTITI&POLITICA sulla VdS.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Starnazzano? del 17/10/2019 - 20:31
Mi permetta
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 22:45

A parte che Berlusconi disse " coglioni ", di certo sono sicuro di essere superiore a lei. Almeno culturalmente. Mi faccia capire, ma, per caso , lei, ha mica la coda di paglia in fatto di pensioni?
Saluti vivissimi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro It/Eu del 17/10/2019 - 20:10
Starnazzano?
AUTORE: XXXL
email: -

17/10/2019 - 20:31

Ma come si permette!
Crede di essere superiore a Silvio Berlusconi che ci disse: chi vota a sinistra son dei citrulli.
----------------  RISPONDI





In risposta a: A Francesco T. del 17/10/2019 - 16:14
Caro It/Eu
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 20:10

Non so se ha capito che adesso c'è un altro governo, che proprio ieri a varato il Def. Quota 100, rimasta, quindi ora è anche una somma giallorossa, è una norma, come lo è opzione Donna ,per andare in pensione saltando la legge Fornero e, ribadisco per la 3° volta, servono due requisiti di base.
Altrimenti si continua a lavorare. Chiedo anche a lei, quanti anni dovrebbe lavorare una persona prima di accedere alla pensione ? Lo sa,si , che oggi si va col sistema contributivo e non con il retributivo, come ci sono andati tanti che oggi starnazzano sulle pensioni degli altri ?
Lei che guarda oltre le Alpi, sa che in Germania andranno in pensione a 67 anni...si ma dal 2030 però. Noi ci siamo messi avanti, con tanti saluti a chi dovrà lavorare una vita con una pensione che, se va bene, sarà il 60 % della retribuzione. Ci pensi, quando vede le opportunità per i giovani.
----------------  RISPONDI





In risposta a: sarei curioso di sapere del 16/10/2019 - 19:47
A Francesco T.
AUTORE: Italiano-Europeo
email: -

17/10/2019 - 16:14

Scrive il Sig. Francesco:
“E non è colpa di Quota 100 se tanti lavoratori non hanno i requisiti, l' eventuale responsabilità sarà propria o di datori di lavoro mendaci……”

Egr Francesco, Quota 100 è il risultato, e il risultato di una addizione la si ottiene dalla somma degli addendi: come dire….Giallo + Verde = Quota 100.
Le responsabilità sono politiche, e molto ben pensate per garantire a coloro che l’hanno proposta un certo sostegno elettorale, così come la flat tax per tutti era per una certa destra, o il reddito di cittadinanza per abolire la povertà, per una certa sinistra. Poi i conti non tornarono e allora….eccoci qua!
Sono da sempre per una Europa Unita, e qui sto benissimo, mentre i proponenti Quota 100 hanno espresso qualche perplessità per la moneta unica, e l’Europa Unita.
Ho quindi la sensazione che sia Lei ad avere qualche difficoltà ad attraversare le Alpi ed affrontare le molte innovazioni che L’Europa cerca di offrirci o che offrirà ai nostri giovani.
----------------  RISPONDI





In risposta a: La verità ti fa male......; lo so. del 16/10/2019 - 20:06
Già
AUTORE: Francesco T.
email: -

17/10/2019 - 0:22

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, trova un po' di coraggio
e parla a vanvera. L' inflazione sul dl/66 non c'entra nulla, adesso, a seconda delle retribuzioni, gli euro sono 66. Brutta bestia pensare di saper tutto e intervenire su tutto, anche quello che si ignora.
----------------  RISPONDI





In risposta a: sarei curioso di sapere del 16/10/2019 - 19:47
La verità ti fa male......; lo so.
AUTORE: BdB
email: -

16/10/2019 - 20:06

Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei che gli 80 euro, tra l'altro adesso sono meno.

No! ora sono 81, l'inflazione è al minimo ma un gocciolino persiste.
Quindi al mi figliolo vengono tagliate tasse per 972 euro spiccioli ogni anno ed è la cosiddetta mancia elettorale Renzi, l'altro Matteo l'ha lasciata e non si è azzardato a ri/farmi pagare la tassa sulla MIA casa fatta con sudore e sangue negli anni /70.

Poi Francesco T scrive: so però che l' Istat ad agosto scorso ha certificato il dato dei disoccupati al 9,5 % in calo e ai minimi dal 2011.

Ma, non sarà mia (mica) merito dell'odiato "giobatte" fatto dal governo Renzi Matteo/Alfano Angelino!?

Poi c'era l'APE social e la flaxtas estesa già ad 850.000 aventi diritto a quella misura, così come la riduzione di permanenza sul lavoro per lavori usuranti già in atto con i governi precedenti e già che ci sono dico: provate a proporre quota 100 a Bruno Vespa, Giancarlo Magalli, Renzo Piano, Tronchetti Provera (quest'ultimo guadagna 1850 ero l'ora, anche quando dorme) come disse il Tolaini!
----------------  RISPONDI





In risposta a: A Francesco T. del 16/10/2019 - 13:30
sarei curioso di sapere
AUTORE: Francesco T.
email: -

16/10/2019 - 19:47

Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con le sue granitiche certezze e saccenze varie.
Vede, posso essere imbarazzante, nessun problema, però nella mia risposta alla sig. Amadesi ho fatto degli esempi, veri, se vuole possiamo metterci di buona lena e farne altri. Sa benissimo anche lei che gli 80 euro, tra l'altro adesso sono meno, non hanno risolto, lo ripeto, granchè. Possiamo trovare tante persone daccordo e tante altre contrarie, basta girare, ecco perche chiedevo dove ha vissuto.
E non è colpa di Quota 100 se tanti lavoratori non hanno i requisiti, l' eventuale responsabilità sarà propria o di datori di lavoro mendaci. Così come la norma non è in esclusiva per...ripeto, servono 62 anni e 38 di contributi e si può andare, certo non è obbligatorio, quindi. Sinceramente se ci sia stato turn over non lo so, so però che l' Istat ad agosto scorso ha certificato il dato dei disoccupati al 9,5 % in calo e ai minimi dal 2011.
In conclusione la rassicuro, MR non è un mio incubo, tranquillo. La manovra a cui alludevo, targata MR, era riferita agli 80 euro, certo non a quella attuale.
Mi stia bene, e giri un po' il mondo, va bene anche la nostra Italietta, non potrà che farle bene.
----------------  RISPONDI





In risposta a: permetta una domanda del 15/10/2019 - 23:21
A Francesco T.
AUTORE: italiano vissuto
email: -

16/10/2019 - 13:30

Scrive Francesco: “ i famosi 80 euro, anche questo provvedimento costa alle casse dello stato poco più di 9 miliardi annui senza risolvere granché.”

Francesco, le sue certezze sono imbarazzanti. Ha mai provato a sentire ciascuno dei 10 milioni di italiani che hanno ricevuto gli 80 € se sono stati utili a risolvere? (80€ x 12 o13 mensilità = 1000€)

Scrive Francesco. ”Almeno Quota 100, per averla, ha bisogno di requisiti validi, 62 anni e 38 anni ( minimo)di anzianità lavorativa”

Conosco tanti lavoratori che hanno più di 60 anni e che non hanno tutti i contributi pensionistici versati o periodi di disoccupazione ecc. e quota 100 se la devono scordare. Molti di questi lavoratori hanno lottato per ricercare nuovi lavori, alcuni dei quali usuranti, o sottopagati, o part time ecc. In verità Francesco ha una parte di ragione… quota 100 è una norma pensionistica di breve durata in esclusiva a chi già percepiva un reddito ininterrotto, essendo lavoratori garantiti o dallo Stato o dalle grandi aziende private. Mentre il turn over alla pari non c’è stato, e la disoccupazione resta sempre alta.

Scrive Francesco: “Non la sento indignarsi, sarà mica perché la manovra è targata MR” ?

MR è ormai l’incubo dei sogni notturni dei nuovi alleati o dei suoi oppositori. Le critiche a MR sono mistificatorie, si fanno critiche al nuovo MR di Italia Viva senza alcun riscontro oggettivo, solo opinioni dei soliti opinion maker nei soliti dibattiti tv, quasi sempre senza contraddittorio.

Come scrive Francesco: “la manovra economica è targata MR”.

Ma in parlamento e nel governo la maggioranza è dei M5S e in parte del PD, ma per Francesco la manovra l’ha imposta MR. Suvvia Francesco…ridiamoci sopra.
MR ha le idee chiare e obiettivi ambiziosi, l’altro…M(S) ieri si è avvalso, da B. Vespa esclusivamente del consenso elettorale e dei sondaggi politici. MR per ora non partecipa alle competizioni elettorali, per ora ha assicurato all’altro M(S) l’opposizione parlamentare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: permetta una domanda del 15/10/2019 - 23:21
La risposta è stata una risata
AUTORE: Osservatore 1
email: -

16/10/2019 - 0:42

Proporre quota cento a Bruno Vespa et simili?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quota cento non si tocca dicono gli estremisti... del 15/10/2019 - 13:12
permetta una domanda
AUTORE: Francesco T.
email: -

15/10/2019 - 23:21

Cara sig. Amadesi, forse lei si è svegliata ora dal suo letargo estivo, ma tengo a farle sapere che gli Italiani lo sanno benissimo che la legge Fornero è sempre in vita. Quota 100, tanto bistrattata da lei che immagino sia già pensionata, probabilmente dopo un lavoro garantito, ha permesso a tante persone di uscire dal mondo del lavoro ben prima di quanto permetta la Fornero. Oppure lei è di quelle persone che 40/41/42 anni di lavoro siano pochi ? Certo, per chi fa lavoro di ufficio, ma pensi a chi fa lavori disagiati e usuranti. E comunque il 2021 è vicino non si arrabbi. Oppure provi a spostare la sua rabbia e indignazione sul famoso Dl/66, i famosi 80 euro, anche questo provvedimento costa alle casse dello stato poco più di 9 miliardi annui senza risolvere granchè. Almeno Quota 100, per averla, ha bisogno di requisiti validi, 62 anni e 38 anni ( minimo)di anzianità lavorativa.
Gli 80 euro sono dati a pioggia a chi ha uno stipendio inferiore ai 1500 euro, creando disparità assurde : famiglia di 4 persone, padre e madre che lavorano con stipendi sotto 1500 € e che si prendono, tutti e 2, la cifra.
Stessa famiglia di 4 persone, solo il padre lavora, con moglie e figli a carico, stipendio oltre la soglia fatidica, e, guardi, bastano pochi euro in più e niente bonus.
Non la sento indignarsi, sarà mica perchè la manovra è targata MR ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Quota cento non si tocca dicono gli estremisti... del 15/10/2019 - 13:12
opposti estremi
AUTORE: bat 21
email: -

15/10/2019 - 16:54

purtroppo nelle dittature le cose vengono taciute, ma nelle democrazie non si vengono a sapere
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 20 articoli in archivio:
 [1]