none_o

Tornano i concerti Musikarte del Festival Musicale Internazionale Fanny Mendelssohn. Uno straordinario viaggio musicale, iniziato sette anni fa, un appuntamento ormai classico atteso con trepidazione da moltissimi appassionati. Artisti provenienti da 20 nazioni di tutto il mondo hanno portato la loro musica e il loro talento nelle dimore storiche del Lungomonte pisano, veri gioielli del nostro territorio, nei palazzi, nei teatri, nei musei della provincia di Pisa.

Invito alla partecipazione gratuita
none_a
ASBUC di:Vecchiano-Filettole-Nodica-Avane
none_a
La Redazione
none_a
Vecchiano
none_a
. . . si perchè di bullismo se ne parla solo se succedono .....
Quasi tutti conoscono il detto "chi rompe paga ed i .....
. . . o a Migliarino martedì?
scusate sapete come è andata l'assemblea dei soci .....
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano
none_a
Vecchiano, 28 febbraio
none_a
Circolo ARCI Migliarino
none_a
Soci Unicoop-UISP e Coop.Arh
none_a
Pisa, 1 marzo
none_a
Pontasserchio, 16 dicembre
none_a
Pontasserchio 22-23 febbraio
none_a
Pisa, 22 febbraio
none_a
L'Associazione il retone-presenta
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Per gli atleti pisani 19 medaglie
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Pisa Bocce
none_a
Se fossi nata albero sarei cresciuta molto, almeno spero,

invece sono corta e mingherlina e accrescere è un mistero.

Mi è stata tolta l'occasione .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
Le aree naturali protette
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Riserva del Chiarone
none_a
STORIE DI ORDINARIA CUCINA
di Madame Cucù
Dedicato ad una cena, dedicato alla Laylina.

18/4/2011 - 22:48

Al lavoro, in pausa caffè, tra colleghi, uomini o donne indifferentemente, l’argomento cucina è uno dei prediletti.

L’aspetto gastronomico della vita, molto spesso prende il sopravvento su altro.Si impara sempre qualcosa.

Si affina quanto ognuno  ha ereditato, da buon italiano, col dna di nonne e mamme.“Cuochi si diventa”.

E’ così che inizia, e l’inizio dà anche il titolo allo stesso, un libro dello scrittore Allan Bay. E’ un libro dedicato a chi vuol far felice se stesso ed i suoi amici a tavola.
In una sorta di dieci comandamenti enunciati, il primo tra questi dice essere quello fondamentale per la buona riuscita dell’impresa culinaria: l’amore per il cibo.

Ed è l'amore per il cibo che  traspare sempre quando raccontiamo le nostre imprese col grembiule.

E’ ormai diventata consuetudine raccontare una ricetta usando un aggettivo da far seguire a quello che è il vero soggetto, l’attore principale: un sugo veloce, un’insalata fresca, un antipasto leggero, un formaggio magro, un bollito perfetto, un dolce semplice….

Sembra sciocco, ma se ci si pone la mente, l’aggettivo è una specifica che aiuta l’immaginazione e che invoglia ognuno a cimentarsi in una nuova esperienza gastronomica.

Un foglio per prendere appunti sugli ingredienti e sulle modalità di esecuzione. Un foglio che a casa verrà poi riposto all’interno del ricettario fai da te, presente in tutte le cucine italiane, penso.  

…ma un giorno è arrivata una grossa novità!

Spavaldamente la Laylina, come affettuosamente la chiamiamo, ha raccontato la sua esperienza di un sabato sera con amici.

Io ho ascoltato a bocca aperta ed alla fine l’unico appunto che ho preso è stato un indirizzo, quello di un Negozio di Gastronomia, il B. (il nome lo ometto tra queste righe, ma se lo vorrete sapere…..)

Entri e rimani sbalordito dalle  mille cose che contiene.Dando con una prima occhiata non riesci a capire cosa un grande bancone frigo contenga. E' veramente tanta è la roba che c’è dentro.
E fuori dal frigo?

L'infinito!

Su qualcosa c’è un cartello che ti spiega cosa è.

La prima volta che vi sono entrata sono rimasta colpita da un accavallamento di panetti di burro difformi di un giallo mai visto su cui c’era il cartellino: burro di malga.  Ogni formetta aveva un altorilievo a testimonianza del contenitore dove era stata fatta.

Sinceramente, mi è difficile fare un elenco anche minimale di cosa in quel negozio si può trovare.

Comunque il consiglio della Laylina l’ho seguito alla lettera.Non scegliere niente da sola, ma chiedere al gestore un “percorso”, terminologia di uso ormai comune in ambito gastronomico.

E così ho fatto. Mi sono fatta fare/consigliare un “percorso” (lo scrivo ancora  tra virgolette perché il termine può sembrare inconsueto) misto salumi/formaggi con tanto di pane abbinato……Ogni prelibatezza, consentitemi il termine, che ho portato a casa era numerata.
Il mio compito è stato, solo, quello, di abbinare i vari gusti di ogni portata: mettere il miele dove necessario, fare i crostoni, tritare le mandorle, e via via, andare....fino a poratre a termine la creazione delle otto tappe del percorso.
D'obbligo mangiare quelle cose con una sequenza ben precisa perché ogni sapore, ogni abbinamento, era legato al successivo; così mi aveva spiegato il gestore.
Ed ha avuto ragione! Tutti soddisfatti, e qualcuno ha voluto anche l'indirizzo.

Non ho foto, purtroppo mi sono dimenticata di farle.

 Comunque il B. il percorso me lo ha fatto così…. 

1) Carpaccio di bisonte su peschine acerbe al tartufo

2) Salamino austriaco all’aglietto selvatico per uva a bacca rossa

3) Tronchetto al carbone vegetale per composta di porri

4) Prosciutto cotto di York su robiola in tripla panna su mirtilli miele e aceto

5) Tuma, pecorino siciliano puramente senza sale, per salsa di habaner

6) Cahil di Irlanda lavorato con la guinnes con qualche goccia di miele di stachys

7) Crostoni di pane con taleggio di grotta con mandorle tritate e miele di acacia
8) Seadas sarde con miele di edera Pane ai cereali o pane di campagna lievitato con lievito madre e cotto a legna.

 Cena senz'altro globalizzata, non da gasista qual sono, ma  ogni esprienza ci arricchisce e dà la possibilità di vedere anche oltre.....

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: