none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

BASE MILITARE A COLTANO
. . . . . finalmente la Provincia .....
La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

Dal blog di Fulvia Ferrero (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Zelensky a sorpresa al Festival di Cannes (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Giovanni Frullano eletto segretario all’unanimità
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
PISA
Andrea Pieroni: "Bisogna rimettere al centro il primato della dignità dell'uomo"

1/5/2011 - 8:02

INTERVENTO

Il messaggio del presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni,in occasione del Primo maggio.

 

"Sicurezza del lavoro, sicurezza sul lavoro. Rimettere al centro il primato della dignità della persona"Sicurezza del lavoro, sicurezza sul lavoro. Sono questi i due aspetti che, sopra tutti gli altri, appare importante toccare e sottolineare in occasione della Festa del Primo Maggio: perché investono direttamente quelli che sono altrettanti diritti del cittadino.

 

Il diritto ad accedere a un orizzonte di opportunità occupazionali fluido, dinamico: così da garantire con continuità opzioni e possibilità di collocamento, anche e specialmente in una fase come l’attuale, di profonda crisi, in cui la precarietà sembra diventata – e non può essere così - l’unica risposta alla domanda di impiego. E poi, il diritto di ognuno a vivere la dimensione professionale potendo contare su meccanismi di tutela capaci di dare certezza sulla difesa della propria incolumità. Ebbene, in riferimento a tutto ciò, i correnti fatti di cronaca ci dicono purtroppo che la nostra società – nella quale gli incidenti in ambito lavorativo (anche nel contesto locale) continuano a rappresentare una tragica costante; e i livelli di disoccupazione giovanile si attestano poco al di sotto del 30% - sia una società che procede con passo spesso stentato, faticando a raggiungere standard qualitativi realmente soddisfacenti.

 

Occorre un cambio di marcia. I problemi da affrontare richiedono senso della comune responsabilità, tra settori produttivi, parti sociali e attori istituzionali. Servono da un lato occasioni di occupazione intercambiabili; dall’altro regole nello svolgimento di ogni mestiere e strumenti per farle rispettare. Il punto è rimettere al centro il primato della dignità della persona, di cui il lavoro rappresenta la principale forma di realizzazione: per questo l’impegno in ordine alla qualità del lavoro e ai livelli di sicurezza è fra quelli che la Provincia di Pisa persegue come prioritari. Non c'è bene collettivo, senza giustizia ed equità; non c’è civiltà dove le ragioni dell’economia non sappiano trovare un punto d’incontro con quelle dell’etica. In particolare parlando di valori fondamentali, come quelli della sicurezza del e sul lavoro.

 

Andrea Pieroni

presidente della Provincia di Pisa

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri