none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Pisa, 11 luglio
none_a
Tirrenia
none_a
12 13 14 LUGLIO E ANCORA 19,20,21 MUSICA DAL VIVO
none_a
Domenica 7 Luglio mercatino di Antiqua a San Giuliano T
none_a
Ripafratta, 12 luglio
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
PISA
La manovra approvata dal Consiglio dei Ministri è sbagliata ed inefficace: lo dice lo SPI CGIL-Pi

13/7/2011 - 13:21

 
Pisa 12.07.011
 
 La manovra approvata dal Consiglio dei Ministri e presentata al Presidente della Repubblica è sbagliata ed inefficace per affrontare i problemi che ha il nostro Paese.
 
Ancora una volta a pagare saranno soltanto i lavoratori dipendenti ed i pensionati, come succede ormai da alcuni anni.
 
Si vanno prefigurando, per giunta senza che vi sia stato alcun confronto con le Parti Sociali: tagli al potere d’acquisto delle pensioni, che oltretutto mette sullo stesso piano pensioni medio basse e “pensioni d’oro” e il cui effetto avrà ricadute anche sul mercato interno già duramente colpito dalla crisi; una cosiddetta riforma fiscale che premia i redditi più alti e che viene usata strumentalmente in previsione di una prossima campagna elettorale; tagli e tichets in sanità e un’ulteriore stretta per gli Enti Locali che produrrebbe inevitabilmente tagli ai servizi.
 
La scure sul Pubblico Impiego con il blocco totale del turn-over ed il prolungamento di un altro anno per la stipula dei contratti di lavoro, produrrà inevitabilmente una ricaduta fortemente negativa sui servizi erogati ai cittadini, da quello sanitario, agli asili nido, all’assistenza domiciliare.
 
Non si colpisce l’evasione fiscale, non si adottano misure per recuperare l’enorme giro di denaro in mano alla criminalità organizzata, non si applica alcun criterio di equità, non si interviene sulle grandi rendite e sulle grandi ricchezze, si continua a considerare il welfare esclusivamente come un costo e non come un volano di sviluppo, si scaricano tutti i problemi, compreso l’innalzamento dell’età pensionabile delle donne, sulla prossima legislatura e non è la prima volta che il centro destra di questo Paese fa un’operazione del genere.
 
Per questi e per tanti altri motivi riteniamo necessario lo sviluppo di un vasto stato di mobilitazione da mettere in campo a partire dai prossimi giorni.
 
In questo senso ritengo opportuno sviluppare un confronto serrato a livello unitario, teso a produrre iniziative unitarie di mobilitazione, finalizzate a far recedere il Governo da misure ingiuste, inique e inadeguate e ad aprire un tavolo negoziale sulle questioni del fisco, della lotta all’evasione, dell’incremento del prelievo sulla rendita e al sostegno, allo sviluppo e alla crescita.
 
Infine coerentemente con quanto affermato durante il confronto con i Comuni sui bilanci di previsione, sarebbe molto importante riuscire a produrre iniziative comuni contro l’ulteriore taglio delle risorse ai Comuni che rischiano di mettere in crisi il sistema di welfare che abbiamo costruito in tanti anni in toscana.
 
                                                           Moreno Bertelli
                                      Segretario Generale SPI CGIL Provincia Pisa

Fonte: Moreno Bertelli
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri