none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
VIAREGGIO-MASSAROSA-VECCHIANO-TORRE DEL LAGO-PISA
Uno spettacolo di Claudio Lobbia: Memorie dell'Alcione - il riverbero del padule

17/7/2011 - 21:17

 22 Lug 2011 - 24 Set 2011

L’Ente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli presenta lo spettacolo dal titolo "Memorie dell’Alcione (il riverbero della palude)", una serie di musiche e letture dedicate al Parco.


Che fine ha fatto il dolce canto dell’Alcione (che “molto onore ebbe dagli Dei per l’amore che ella portò al marito: ché, per farle fare il nido, il mondo regala alcuni giorni, placidi e sereni nel mezzo dell’ inverno”)? Che fine ha fatto la pace dei giorni Alcioni?

Per scoprirlo, per ritrovarne la memoria, due buffi personaggi l’uno col dono della parola, l’altra con quello dolcissimo del suono del flauto, raccolgono, nella palude nebbiosa del nostro presente, brandelli di memoria che i frequentatori di questi luoghi hanno lasciato.

Così, attraverso i racconti, le poesie, i dialoghi di Luciano di Samosata, Mary e Percy Shelley e Renato Fucini, guidati dalle musiche di Claude Debussy, Jules Massenet e Marco Simoni interpretate da Laura Faoro, le memorie delle colline pisane, del padule di Massaciuccoli e del mare infinito prenderanno vita in questo spettacolo ideato da Claudio Lobbia.
 
MEMORIE DELL’ALCIONE (il riverbero del padule)
Uno spettacolo di Claudio Lobbia con: Claudio Lobbia, Laura Faoro, Marco Simoni
testi letterari Luciano di Samosata (da: “i Dialoghi”), Mary Shelley (da: “Valperga”), Percy Shelley (da: “il Prometeo liberato” atto III, scena IV, e: “To Jane the invitation”),
 Renato Fucini (“Il matto delle giuncaie”)
Musiche Claude Debussy (“Syrinx”), (“Thais méditation”), Marco Simoni (“Il canto dell’alcione”)
Costumi Mirella Salvischiani Tecnica Gianni Corongiu 

Lo spettacolo si terrà il 22-23-24 Luglio e il 23-24 Settembre. Per maggiori informazioni, si prega di scaricare il programma.

nb; vedere PDF


+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri