none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
REDAZIONE - de Il Foglio
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Antonio Mazzeo
none_a
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
VECCHIANO
Multe più salate a chi resta la notte a Marina di Vecchiano

21/7/2011 - 8:48

L'amministrazione comunale di Vecchiano ha deciso di intervenire subito, dopo l'aggfressione ai due posteggiatori per impedire che la situazione sulla spiaggia degeneri, e magari accada come a Torre del lago, dove ormai la situazione è fuori controllo. L'amministrazione, tra i vari provvedimenti, ha deciso di aumentare le multe a chi resta la notte a Marina di vecchiano. Tra l'altro si ricorda in proposito che, sulla base del regolamento del Parco, dall'una di notte fino alle sei di mattina lungo l'arenile di Marina di Vecchiano scatta il divieto di sosta, e quindi le auto non possono restare posteggiate.


Vecchiano – L’Amministrazione Comunale intensifica il lavoro per potenziare le necessarie misure di sicurezza per il territorio di Marina di Vecchiano. Nella mattinata di ieri si è svolta presso il Comune di Vecchiano una riunione alla quale hanno preso parte l’Amministrazione Comunale, il Comandante della Polizia Municipale vecchianese, i Carabinieri di Migliarino, il Comandante della Capitaneria di Porto ed esponenti del Corpo Forestale dello Stato. L’incontro ha avuto l’obiettivo di analizzare la situazione complessiva del litorale vecchianese, al fine di garantire una stagione estiva serena per tutti quei bagnanti che frequentano in gran numero Marina di Vecchiano.

Nello specifico, durante la riunione sono state prese alcune importanti decisioni. È stato infatti stabilito di predisporre un’ordinanza del sindaco con cui potenziare le sanzioni per coloro che durante la notte permangono sull’arenile e, più in generale, a Marina di Vecchiano con il chiaro intento di compiere danneggiamenti e furti. Inoltre, le forze dell’ordine presenti all’incontro hanno stabilito di coordinarsi per organizzare specifici servizi, tesi a prevenire e reprimere sia le violazioni a danno dei fruitori di Marina di Vecchiano, sia gli atti commessi contro il patrimonio di proprietà comunale. "Tutto ciò richiede uno sforzo notevole per tutti gli Enti coinvolti in tali operazioni, sia in termini di risorse economiche, sia in termini di risorse umane", commenta il sindaco Giancarlo Lunardi.

"E proprio a tale proposito è singolare leggere le critiche da parte degli esponenti locali della Lega Nord, partito che in questo momento fa parte di un Governo che, fra l’altro, con il Ministro degli Interni ha operato continui tagli al bilancio degli enti locali ed ha indebolito notevolmente la presenza delle forze dell’ordine sul territorio. Sarebbe opportuno che prima di muovere polemiche sterili ed inutili si riflettesse sulle reali condizioni in cui gli Enti ed i Comuni sono costretti ad operare".

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

16/9/2023 - 17:28

AUTORE:
di Migliarino mare

Marina di Vecchiano E' la spiaggia del Parco e come tale va tutelata. Ricordo che arrivando a Case di Marina ( parcheggio di Bocca di Serchio o da Tranquillo ) c'è in alto una specie di autovelox che riprende chi esce dopo l'una dalla zona in questione. A parer mio basta esporre meglio l'orario di fruizione dell'arenile, le eventuali sanzioni PECUNIARIE ( anche aumentate) e migliorare il funzionamento del sistema di ripresa immagini. Detto questo dissento dal sig. Ragozzini, va bene la libertà di vivere, ma vivere secondo regole certe e condivise. Altrimenti sono proprio le persone per bene a rimetterci.

16/9/2023 - 13:05

AUTORE:
BdB Cittadino del Parco

Son passati 12 anni e due sindaci di Vecchiano e se il buon giorno si vede dal mattino.... vediamo bene anzi benissimo.

Questa era una risposta di 12 anni fa.
21/7/2011 - 21:31
Divieti di sosta...Marina di V.
AUTORE: Migliarinese
Un cartello all'inizio Via del Mare che indicasse le regole non starebbe male.
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

....quel migliarinese li non ha visto l'ordinanza del comune che persiste.

Siamo all'interno di un Parco Regionale con le sue regole e le regole sindacali delle amministrazioni competenti, quindi...
Niente vieta che all'interno di un Parco si debba accedere ad orari stabiliti dalla comunità del Parco.

Ricordo che "anticamente" fu posta una sbarra di grandi dimensioni li a pochi metri di "Case di Marima" che impediva il libero accesso sulla Via del Mare ai potenti fuoristrada che andavano nottetempo a caricare stupefacenti a balle che venivano scaricati li a Montioni dai trafficanti.
Quell'efficacissimo deterrente ha durato poco perchè efficentissimo e quindi ora è li fra i pruni anche se "Baruffa" non se n'è accorto sostenendo che era stato tolto (?).
2- ci fu un tempo che venne richiesto il sub appalto delle Oasi e cioè da mezzanotte all'alba - balli&musiche sfrenate per far compagnia alle cinghialesse & dainesse uniche animalesse abilitate a far compagnia ai loro pelosi pargoli nella zona boscata adiacentissima.
...e con la vibrata protesta di Stefano Benedetti (detto "il cinghiale oceanico") che dalle sette e mezzo meno un quarto doveva ricevere i bagnanti stagionali et giornalieri come lifeguard (bagnino) non con le birre ammezzate sotto i loro gazebi/ombrelloni.
In conclusione; se volevamo una nuova -Vicareggico porto- proposta da Cristina Onassis negli anni /60 e per poi noi grebani andare al mare a TdL bastava lasciar fare alla speculazione ed opla, anzi uppela...😅🤣😂

16/9/2023 - 9:22

AUTORE:
Davide Ragozzini

Sono uno scrittore e viaggio molto, negli ultimi anni ho potuto vedere un considerevole aumento dei divieti, delle restrizioni, delle aree a pagamento ecc. È una tendenza malsana, non produrrà niente di buono. Le istituzioni attraverso la legge, che dovrebbe essere al servizio del cittadino e non contro, si arrogano il diritto di gestire la naturale esistenza su un pianeta che nasce libero. Non discuto i problemi che possono generare simili regole ma non credo sia la risposta giusta. Ci rimettono le persone per bene e questa tendenza produrrà sempre più negatività che prima o poi si manifesterà da qualche altra parte rendendo vani e nocivi i provvedimenti stessi. Si sta perdendo il focus su cosa dovrebbe essere la Vita... è una grossa responsabilità per chi decide e presto o tardi pagherà ma lo è anche e molto di più per chi materialmente obbedisce agli ordini come vigili e carabinieri perché prima di essere tali sono esseri umani e come membri del popolo dovrebbero in primis, visto lo scomodo ruolo che rivestono, porsi domande e mettere in discussione gli ordini. Stiamo producendo un mondo profondamente sbagliato.

25/7/2011 - 20:09

AUTORE:
sevenbrains

"c'era una volta in una tribù una donna con una gamba più corta ed il capo del villaggio per risolvere il problema alla poverina che zoppicava vistosamente, gli fece amputare anche l'altra"...... insomma non dobbiamo amputare la libertà delle persone ma perseguire chi viola le semplici norme comportamentali! non serve fare leggi nuove e masochistiche che amputano le possibilità ai buoni cittadini ma applicare quelle che ci sono! per me tale divieto è solo una vergogna ...

24/7/2011 - 16:20

AUTORE:
Pescatore vecchianese

Così anche gli amanti della pesca notturna dovranno abbandonare la possibilità di passare una bella nottata al chiaro di luna in attesa di della tanto agognata preda (pena la multa)!
Durante le giornate invernali ci sono i militari(intoccabili), durante l'estate ci sono le norme sugli orari da rispettare (giustamente), e le ordinanze dei Comuni!
Come al solito per colpire chi commette atti illeciti si tende a fare dell'erba un fascio come è successo per Bocca di Serchio!
Sinceramente ci siamo un po rotti le scatole!!

21/7/2011 - 21:31

AUTORE:
Migliarinese

Un cartello all'inizio Via del Mare che indicasse le regole non starebbe male

21/7/2011 - 9:51

AUTORE:
cittadino

E chi dovrebbe controllare i Vigilli Urbani che chiuono alle sette o i Carabinieri che nn si vedono neanche nei paesi....il Comune di Vecchiano chi vuole prendere in giro....