none_o

 

 

Questo sembra un articolo scritto a quattro mani, in realtà è solo il frutto di uno scambio di email tra chi scrive e uno scienziato e amico lontano, Guido Tonelli, che naturalmente, non ha alcuna parte nella stesura finale. Gli errori di questa chiacchierata tra amici sono miei. Grazie agli amici della Voce per avermi ridato l’opportunità di scrivere in questo spazio.

#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
#InsiemePossiamoFarcela
none_a
#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
UNICOOP FIRENZE
none_a
In Puglia, nel comune di Gravina, alcuni furbetti, .....
QUALCUNO che evidentemente ha ancora idee confuse, .....
. . . che ad occhio e croce Lui ed il sig. ci passo .....
Io il mio interesse per Renzi, o innominabile come .....
Baragli: "Export quasi cancellato, serve liquidità ora o non ripartiremo"
none_a
Libri
none_a
Cosè un ATM e un BANCOMAT
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
La pesca nel lago
(1976)

Ugo:- Come è ita Dreino?

Drea:- Dai 'n occhiata,
con venti nasse .....
Autonoleggio con Conducente NCC, Country Travel, servizi di trasporto persone, documenti urgenti, bagagli smarriti, con minivan nove posti (8+autista) .....
PISA
Lettera aperta di Marcello Zuinisi Opera Nomadi Toscana

17/8/2011 - 22:54

 Pisa 17 Agosto 2011 

oggetto: Lettera aperta al Prefetto di Pisa dott Antonio de Bonis, al Questore Raffaele Micillo, al Sindaco Marco Filippeschi (Pisa) e Paolo Panattoni (San Giuliano), ai cittadini di Pisa e Colignola            

Accogliere il Popolo Rom: una sfida che potrà produrre ricchezza per tutti 

 Il 10 agosto l'Amministrazione di Pisa ha condotto una operazione di sgombero di 85 cittadini comunitari residenti nella città. 

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Toscana/Pisa-sgomberati-9-campi-rom-abusivi-demolite-baracche_312340524117.html

Le famiglie trasferitesi nel Comune di San Giuliano vengono minacciate di un nuovo sgombero da parte del Sindaco Paolo Panattoni che si è visto presentarsi questo problema non risolto positivamente dal Sindaco Filippeschi.

Si chiede che il Comitato per la sicurezza organizzi lo sgombero come avvenuto a Quaracchi (Sesto Fiorentino) lo scorso 16 giugno

I cittadini di Colignola e di Mezzana manifestano paura e preoccupazione. A questi cittadni chiediamo di affrontare e vincere la paura attraverso la conoscenza. Li invitiamo a fraternizzare con le famiglie Rom, a conoscere uomini, donne e bambini. Scopriranno esseri umani che vivono condizioni insopportabili di povertà ed esclusione. Cittadini europei che amano i propri bambini, che chiedono una opportunità, un lavoro, una possibilità di vita. I Rom non sono criminali. L'immagine distorta che esiste nell'immaginario pubblico è alimentata da giornali xenofobi, da politiche razziste e di esclusione.Il Popolo Rom è un Popolo di Pace.
 http://nazionerom.blogspot.com/2011/08/pisa-contro-i-rom-una-vera-e-propria.html 

Non è la prima operazione di questa portata ad intensità che vede il Comune di Pisa sradicare intere famiglie dal territorio amministrato.

A febbraio analoga operazione di sgombero senza alternative mise sulla strada intere famiglie. Fu la prima operazione di sgombero condotta da un Sindaco Italiano dopo la morte di 4 bambini Rom a Roma. 

http://nazionerom.blogspot.com/2011/02/allindomani-della-tragedia-di-roma-il.html

 Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano fece un appello all'insegna della solidarietà ed all'inclusione sociale che è rimasto evidentemente inascoltato e soprattutto non applicato.

 http://nazionerom.blogspot.com/2011/02/giorgio-napolitano-porta-il-cordoglio.html

 La pratica degli sgomberi e della deportazione chiamata "rimpatrio assistito" vede purtroppo l'Assessorato della Regione Toscana al Welfare  Salvatore Allocca coprire e favorire operazioni di illegalità istituzionale da parte dei Comuni come avvenuto recentemente a Firenze e Sesto Fiorentino. Fondi che la stessa Regione aveva stanziato con la precisa e totale destinazione di integrazione sul territorio usati per cacciare le famiglie Rom dal territorio.

 http://nazionerom.blogspot.com/2011/06/le-bugie-di-stefania-saccardi-abuso-del.html

 I Rom ed Opera Nomadi Toscana vogliono opporsi a queste pratiche illegittime ed illegali affermando con coerenza politiche di Inclusione Sociale per tutti.

A questa Toscana ed ai Sindaci che sgombrano e cacciano le famiglie Rom dal loro territorio si contrappone un altra Toscana. E' la Toscana che vuole includere e che vede nella presenza delle famiglie Rom una occasione per affrontare l'estrema marginalità nelle quali vivono come una sfida di accoglienza ed educazione al rispetto dei diritti umani. Una sfida che potrà produrre benessere e ricchezza per tutti.

 Il Consiglio d'Europa ha organizzato un Summit il prossimo 22 settembre a Strasburgo.Il Summit fa parte della strategia messa in campo dalle più importanti istituzioni Europee per includere la più importante minoranza etnica dell'Unione Europea: la Nazione Rom è composta da 12,5 milioni di cittadini presenti in tutti gli stati dell'Unione.

Vorremmo condividere con le Istituzioni Pisane questa strategia che potrebbe portare ricchezza, accoglienza, umanità per gli autoctoni e per le famiglie Rom.

 http://nazionerom.blogspot.com/2011/08/invito-allincontro-promosso-dal.html 

Alcuni Sindaci ed Assessori al Sociale stanno raccogliendo questa sfida e parteciperanno direttamente al Summit. E' il caso dell'Amministrazione di Massa e di quella Livornese che hanno già messo in cantiere un incontro da dedicare all'argomento e la loro partecipazione. 

E' da poco trascorso  l'anniversario della morte di quattro bambini rom morti nel 2007 a Livorno. Il padre, attivista per i Diritti Umani fu accusato e condannato a 18 mesi di carcere per aver abbandonato i propri bambini. Le organizzazioni internazionali per la difesa dei Diritti Umani come Every One denunciarono la natura razzista e xenofoba di un'attentato rivendicato da una organizzazione neo nazista ma fu inascoltata dalla Procura.

La stessa cosa è successa a Roma dopo la tragica morte dei figli di Elena Moldovan. La denuncia dei fatti è contenuta nella lettera aperta che abbiamo indirizzato alla Cei (Conferenza Episcopale Italiana) lo scorso 29 luglio. 

http://nazionerom.blogspot.com/2011/07/lettera-aperta-alla-conferenza.html 

Questo è il nostro appello:Rimettiamo la Cultura Umana al centro del mondo. L’essenza degli esseri umani è difendere ed affermare la vita.

I Rom sono da sempre portatori di cultura, di musica, di teatro, di arte, di valori umani come il non abbandonare nessuno e proteggere tutti dalle persecuzioni. 

Nell'anniversario della Strage di Sant'Anna di Stazzena vi ricordiamo come i Rom hanno salvate molte vite umane dal Nazismo e dal Fascismo.  I Rom sono stati massacrati nei campi di concentramento, annientati nelle camere a Gas.  Nessun Tribunale Internazionale ha mai riconosciuto l’Olocausto Rom, il Porrajmos. Lo chiede anche il Presidente del Parlamento Europeo Jerzy BuzeK

 http://nazionerom.blogspot.com/2011/08/riconoscere-ufficialmente-il-genocidio.html

Iniziamo a processare le nostre coscienze perché ognuno di noi è responsabile, anche la sua Amministrazione che con gli sgomberi non fa che alimentare una cultura di odio, xenofobia, razzismo, eclusione e povertà. 

Possiamo intraprendere una nuova strada. Aprire le porte delle nostre case, i nostri cuori e le nostre menti alla vita umana.Quando si accoglie si condivide e si produce ricchezza. Si respinge la povertà e gli effetti che questa produce in termini di criminalità, furti, paura e violenza. Accogliere ed usare i Fondi Sociali che l'Ue ha già stanziato per produrre occupazione e ricchezza per tutti: Autoctoni, Rom ed Immigrati.

 Nessun essere vivente può esserci estraneo, impariamo ad amare lo straniero. Impariamo ad amare la vita umana.Questa sfida può essere vinta.
 
Per l'immediato, in attesa di un incontro che con la presente chiediamo al Prefetto, al Questore, al Comitato per la Sicurezza, al Sindaco di Pisa, al Sindaco di San Giuliano di dichiarare lo stato di emergenza sul territorio da voi amministrato attivando le misure di protezione civile necessarie e previste dalla legge per accogliere i cittadini europei di etnia Rom.

 In attesa di un vostro riscontro 

Cordiali Saluti

 Marcello Zuinisi

Opera Nomadi ToscanaVia XXV Aprile 61, Ameglia (Sp)tel 3209489950 email operanomadi.toscana@hotmail.itblog

 

 http://nazionerom.blogspot.com









































Fonte: Marcello Zunisi
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: