none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

Officine di Comunità
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Continui pure su questa strada, speriamo che la porti .....
Macron insegna! in Francia ha battuto la destra e quando .....
Penso che se il Partito Democratico non uscirà dalla .....
Non cià (senza la "h") capito niente vero? e come .....
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
VECCHIANO
Il Consiglio Comunale approva il Piano Regolamento delle Antenne

1/10/2011 - 9:11

 
Il Consiglio Comunale approva il Piano Regolamento delle Antenne


Vecchiano

 E’ stato approvato il Piano Regolamento delle Antenne nella seduta del Consiglio Comunale del 30 settembre. “Si tratta del raggiungimento di un importante obiettivo per la comunità vecchianese” commenta il sindaco Giancarlo Lunardi. “La redazione del Piano delle Antenne, infatti, rientrava nei primissimi punti programmatici del nostro programma elettorale, uno dei risultati da raggiungere nei primi mesi di attività della nuova Giunta”.

 

 Il Piano Regolamento delle Antenne è un documento che  disciplina, da una parte, la tutela di un servizio che sta a cuore a tutti i cittadini come quello relativo alla telefonia mobile e quindi relativo all’utilizzo degli apparecchi cellulari, e, dall’altra, è un atto utile alla salvaguardia della salute pubblica.

“Il Piano Regolamento rappresenta un giusto equilibrio, dunque, tra due interessi dei cittadini stessi: la copertura del servizio per la telefonia mobile e la tutela della salute pubblica”, afferma ancora il primo cittadino vecchianese. Nel dettaglio, infatti, il Piano Regolamento delle Antenne disciplina la progettazione, l’installazione, l’attivazione e le modifiche  degli impianti di telefonia mobile, ed il Comune di Vecchiano, da parte sua, parteciperà, per quanto di propria competenza, ad assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti, avendo come obiettivo primario anche la tutela della salute dei cittadini.

  “Abbiamo individuato le cosiddette aree sensibili”,  prosegue il sindaco Lunardi. “Si tratta di aree in cui non è possibile installare nuovi impianti, come quelle in cui vi sono scuole oppure edifici a funzione pubblica o, comunque, di uso pubblico. Abbiamo, d’altra parte, individuato aree in cui l’installazione delle antenne non inciderà sulla vita dei cittadini e sarà, invece, finalizzata  a garantire il servizio per l’utenza.

 Mi preme ricordare che  il documento approvato in Consiglio è il frutto di un processo partecipato dagli enti competenti, dai gestori della telefonia mobile e dalla cittadinanza”. Infatti, l’iter della redazione del Piano Regolamento delle Antenne è iniziato lo scorso 25 luglio con il Consiglio Comunale aperto in cui era stata presentata la prima bozza del documento. A partire proprio dal 25 di luglio si era aperto un procedimento in cui i soggetti interessati erano stati chiamati ad intervenire, producendo contributi e pareri alla prima versione del Piano elaborata dal Laboratorio di Fisica Ambientale dell’Università di Firenze. La scadenza per la presentazione di tali contributi era stata prorogata dalla Giunta comunale e gli interessati hanno potuto dire la loro a tale riguardo fino allo scorso 12 settembre.

“Per concludere, mi preme sottolineare un ulteriore aspetto importante”, commenta il sindaco Lunardi. “Nonostante la Legge Gasparri sia stata ideata e redatta ad esclusivo vantaggio delle compagnie telefoniche e, pertanto, ponga dei forti limiti ai Comuni  relativamente alle scelte di pianificazione proprie degli Enti stessi, l’Amministrazione Comunale di Vecchiano, oltre a redigere l’apposito strumento del Piano Regolamento delle Antenne, mette in conto la delocalizzazione dell’antenna di Via del Paduletto”.

Il testo integrale del Piano Regolamento delle Antenne sarà disponibile sul sito web del Comune di Vecchiano già nei prossimi giorni. Info: www.comune.vecchiano.pisa.it
 
 
 
Ufficio Comunicazione

Fonte: Ufficio Comunicazione-Comune di Vecchiano
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/10/2011 - 18:38

AUTORE:
MAMMA

MA VOLETE UNA VOTLA PER TUTTI SPOSTARLA QUESTA BENEDETTA ANTENNA, SE C'E' SOLO L'IMPOTESI CHE FACCIA MALE, METTETELA LONTANO DALL'ASILO PER MIO FIGLIO. MAMMA

4/10/2011 - 23:55

AUTORE:
Uno dei TANTI con via del Paduletto

Vorrei con questo messaggio rispondere a il Sig. LUCIANO C. che sicuramente adotta il sistema politico Italiano, che per non parlare del problema devia su persone che fumano, mi scusi ma non capisco il nesso. Faccio una premessa, se io fumo è solo una scelta personale e non un imposizione fatta da altri o da una Amministrazione Comunale. Caro Sig. LUCIANO C. ora, e solo ora capisco perche' campeggia l'Ignoranza a Vecchiano. Io spero per il Sig. LUNARDI che l'antenna di via del Paduletto venga rimossa, perchè se cosi non fosse questi primi 100 giorni verranno ricordati come i primi 100 giorni di sconfitte per i prossimi 5 anni. Persone ottuse come lei (Sig. LUCIANO C.) stanno andando tutti egreggiamente a riposo lasciando spazio a gente giovane, questo è quello che risulta dalle ultime elezioni
nonostante il Jolly LUNARDI. Si ricordi che chi non tutela la salute dei Bambini non puo' nenache pensare di tutelare una Comunita. Comunque La ringrazio Sig. LUCIANO C. dei suoi commenti vignettistici. La saluto e mi raccomando continui a pensare alla velocità delle immagini e al segnale del suo telefono cellulare.

4/10/2011 - 21:14

AUTORE:
Trasparenza

Democrazia è rispetto degli altri: interventi come quello di "trasp" si commentano da soli. Che basso livello raggiunge questo giornale con certa gente

3/10/2011 - 13:58

AUTORE:
Luciano C.

La democrazia si sa non è perfetta, in Europa fino a qualche anno fa, tipo il 1973, c'erano delle belle dittature, non democratiche, nel senso che non si votava, in Russia fino all'89 un regime comunista sì ma non democratico. In democrazia contano i voti. Il comitato non ha eletto il sindaco e l'attuale maggioranza. Peccato. Mi sembra che il sindaco e l'attuale maggioranza ci abbiano perso anche troppo tempo. Guardiamo di attivare presto l'antenna che non si parla più al telefono e si sta ad ore ad aspettare che si carichino le immagini. Quanto alla salute dei figli i genitori che fumano intanto smettano di fumare, anzichè rintronarsi le idee che le onde elettromagnetiche.

3/10/2011 - 10:31

AUTORE:
valerio ciacchini

Anche lei caro sindaco Lunardi fa parte di quella schiera di politicanti, di cui gli italiani non vorrebbero più sentire parlare,( ovviamente politicamente), io sono di centro destra, ma spero che il prossimo presidente del consiglio sia Matteo Renzi e che metta in pratica le sue idee, ringiovanimento della classe politica e limite temporale dei mandati politici, poi ognugo al suo vecchio lavoro, lei a fare il ferroviere per esempio, Panattoni il bancario e Juri Sbrana non lo so perchè per ora credo non abbia mai lavorato.Ora entro nel merito a parte il bla bla bla e l'auto compiacimento del suo comunicato sul piano delle antenne, abbia il coraggio di dire però la verità. Diamo nome e cognome al piano delle antenne effettivamente si chiama :legge quadro sull'inquinamento elettromagnetico, art. 8 comma 6 della legge 36/2001, dando nome e cognome, i cittadini capiranno che il piano sulle antenne che avete realizzato, è semplicemente in ritardo di 10 anni e che l'antenna di via di Paduletto è stata installata solo per la negligenza di voi sindaci che vi siete succeduti a Vecchiano. Spett.le Lunardi come Panattoni vuole scaricare la colpa sulla legge Gasparri, è invece precisamente il contrario, la legge Gasparri che poi è il d.lgs 259/2003, evitava il farwest di installazioni di stazioni radio base per la telefonia mobile e ne da una regolamentazione, la dove per negligente assenza di normativa comunale, la 36/2001 non era stata recepita come nei casi dei comuni di San Giuliano e di Vecchiano, 8 anni l'uno e 10 anni l'altro, di ritardo. Inoltre altro particolare che spero ometta solo per ingnoranza ( cioè ne ignora la conoscenza ), è che con l'ordinanza n°1612 del 6 aprile 2004 il consiglio di stato specifica tra l'altro che, LA REGOLAMENTAZIONE per il corretto insediamento urbanistico degli impianti ( le antenne )in oggetto,a norma della legge quadro sull' inquinamento elettromagnetico ( legge 36/2001),non è stata abrogata dal d. lgs 259/2003 cioè la legge Gasparri,NEPPURE IMPLICITAMENTE, cioè in parole povere gia nel 2004 il consiglio di stato aveva specificato a chi non voleva capire per speculazione politica,( come Panattoni e Lunardi ), che la Legge Gasparri non negava ai comuni di adottare la 36/2001, INFATTI GUARDACASO, oggi pur non essendo mai stata abrogata,la legge Gasparri non è di intralcio ( come specificava il consiglio di stato), alla realizzazione del piano delle antenne, di cui si vantano tanto, sia Panattoni che Lunardi, arrivati però.... esimi.

Valerio Ciacchini

2/10/2011 - 14:01

AUTORE:
Marinaio Vecchianese

Come sempre il Sig. Sindaco rispettando il suo precedessore promette e NON MANTIENE, vedrete che l'antenna rimarra a casa nostra sopra la testa dei nostri figli. l’Amministrazione Comunale di Vecchiano, oltre a redigere l’apposito strumento del Piano Regolamento delle Antenne, mette in conto la DELOCALIZZAZIONE dell’antenna di Via del Paduletto”.
VEDREMO LE PROMESSE FATTE IN CAMPAGNA TIPO IKEA E ANTENNA. CONTINUATE COSI TANTO SIAMO SOLO ALL'INIZIO, IL PEGGIO DEVE ANCORA ARRIVARE.

2/10/2011 - 10:51

AUTORE:
FACtotum

In era di campagna elettorale campeggiavano slogan del tipo "LA COMPETENZA, L'ESPERIENZA, LA CAPACITA", quello che non capisco è per fare o per il NON FARE ?. Comunque speriamo un bene perlomeno per il PADULETTO dato che IKEA NO. Se continua questa linea per i prossimi 5 anni vediamo di andare a votare e vedeere.

2/10/2011 - 10:47

AUTORE:
Antennaro

Salve, popolo Vecchianese, come il vecchio anche il nuovo(se si pu dire nuovo) Sindaco di Vecchiano Sig. LUNARDI sta facendo promesse da Marinaio. Come IKEA anche per via del Paduletto tanto sventolato in campagna elettorale..... faremo, sposteremo,parleremo con i cittadini ecc ecc. Inutile dire che con i non basta parlarci, ma i problemi vanno realmente risolti. Secondo me quando si instituiscono dei Comitati per determitati problemi secondo me le cose sono abbastanza serie e bisogna cercare di capire ben bene i loro problemi cercando di risolverli, anche velocemente evitando gli scontri controproducenti per l'Amministrazione macchina non funzionante (almeno epr ora).
ANTENNARO

1/10/2011 - 19:05

AUTORE:
trasp

tanto, ormai, mi sembra che il cervello te lo abbia già fritto...

1/10/2011 - 14:44

AUTORE:
Trasparenza

Intanto l'antenna in Via del Paduletto è ancora lì!!!!!!!