none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

Officine di Comunità
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Non cià (senza la "h") capito niente vero? e come .....
Mi perdonerà sig. Baglini, se le rispondo dopo un .....
. . . . . . . . . . . una efficace protezione per .....
Vede caro lei, il problema non è usare uno pseudonimo, .....
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
none_o
ma che strana giornata...

7/10/2011 - 21:03




Magnifica giornata.


È stata una magnifica mattina di sole, è un magnifico caldo pomeriggio con ancora tanto sole, sono le 17, e sarà un meraviglioso tramonto rosso fuoco, ma… c’è qualcosa di strano.


Cosa? Forse pochi  ombrelloni?


No! È il tele che stringe, ce ne sono molti a sinistra.


Forse a destra ci sono persone non “vestite”, dato il luogo?


Può anche darsi, ma i naturisti sono persone molto educate e rispettose, vanno in luoghi deserti, dove purtroppo imperano anche gli esibizionisti e altra razzamaglia.


Cosa c’è allora di strano?


Guarda che giorno è. È il 7 ottobre, non ti sembra che sia questo la strano?


E infatti oggi 8 si è scatenata una bufera di vento che si è portata via questa coda d’estate che cominciava a pesare un poco.
 
Ma, come dice una antica canzone napoletana,  datata addirittura  12° secolo, non preoccupatevi che tanto Jesce o sole!


 Nel video che segue, in una versione antica,  le parole  sono in uno stretto dialetto partenopeo.

In una edizione posteriore di alcuni secoli, riveduta e rimaneggiata, ecco la traduzione in lingua.


 
 
 

 

 

 

 

 

 

Jesce sole

Esci o sole, esci o sole

non ti far più sospirar

Senti mai che le figliole

t'hanno tanto da pregar?

Esci, esci o sole

scalda l'Imperatore

scannello mio d'argento

che vale quattrocento,

centocinquanta

tutta la notte canta

canta Viola

il maestro di scuola

Maestro maestro

mandaci via presto

che scende Mastro Tieste

con lance e con le spade,

dall'uccello accompagnato

suona suona zampognella

che ti compro la gonnella

la gonnella di scarlatto

e se non suona ti rompo il capo

Non piovere, non piovere

che devo andare a battere

a battere il grano

di Mastro Giuliano

 

Mastro Giuliano

mandami una barca

che devo andare in Francia

dalla Francia in Lombardia

dove sta madama Lucia
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: