none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
San Giuliano Terme, 3 luglio
none_a
Di Umberto Mosso(a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
ORZIGNANO - Circolo ARCI-Venerdì 2 dicembre 2011, alle 21.30
Presso il circolo A.R.C.I. di ORZIGNANO
sarà presentato il libro: Io Busketo
di Sergio Costanzo

29/11/2011 - 12:46


Venerdì 2 dicembre 2011, alle 21.30 presso il circolo A.R.C.I. di ORZIGNANO

Sarà presentato il libro del nostro concittadino

SERGIO COSTANZO “IO BUSKETO”

 

Sergio Costanzo nasce nel 1963 a Pisa dove risiede e lavora.

Laureato in Biologia ed impegnato nel campo della Microbiologia Clinica è sin dall’infanzia affascinato dalla storia medievale.

Coniuga nelle sue ricerche passione e metodo scientifico realizzando a partire dal 2004, lapubblicazione di alcuni saggi sull’architettura del medioevo.

 Approda ora al romanzo miscelando sapientemente fonti storiche ed estro creativo.

La vicenda che narra la storia del giovane Sahl, conosciuto al mondo come Busketo, l’architetto che progettò la cattedrale pisana, le rotte di mare e di terra che videro Pisa primeggiare sulle coste del Mediterraneo e le storie che si svolgono nelle nostre campagne alle pendici del Monte Pisano. 



Fonte: Vannucchi Angiolo
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri