none_o

 
Si chiama Tappeto del mondo ed è il frutto del lavoro di tantissime donne che hanno aderito all'iniziativa dell'associazione i Colori della Pace di Stazzema, ovvero realizzare un tappeto coloratissimo. 

. . . è andato fuori dal seminato!
La direzione .....
Difficile non sghignazzare davanti ai comportamenti .....
Ma se:
. . . Renzi avesse fatto eleggere i suoi avvocati .....
. . . . . . . . . . . . sono poco affidabili e che .....
Solidarietà
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
PISA - Via Franceschi, 13
Concerto - Van Kemenade International 5feat.

13/12/2011 - 23:17

Van Kemenade International Quintet feat. Han Bennink


Pisa  - Via Franceschi, 13             
14 DICEMBRE 2011 ore 21:45
 

L'evento di punta della stagione autunnale di Jazz Wide sarà mercoledì 14 dicembre all'ExWide Club di Pisa con le cinque icone del jazz internazionale Paul Van Kemenade, Han Bennink, Ray Anderson, Frank Möbus e Ernst Glerum.

 

Il quintetto è il risultato dell’esperimento fatto dal Bim Huis di Amsterdam, il principale centro di promozione di musica jazz e improvvisata dell’Olanda, ovvero dare carta bianca ad un sassofonista dell’esperienza e del talento di Van Kemenade. Ne è uscita una band a cinque stelle, e sono infatti proprio cinque le stelle che la prestigiosa rivista Down Beat ha assegnato al progetto di Van Kemenade, per ben due anni di seguito.

 

E non poteva essere altrimenti visti i curricula dei musicisti che Van Kemenade ha scelto ad accompagnarlo. A partire da Han Bennink, il più maturo del gruppo, che è un pezzo della storia del Jazz europeo e non solo. E’ uno dei fondatori dell’ Instant Composers Pool ed è comunemente considerato un punto di riferimento del free e dell’improvvisazione europea, ma il suo impegno musicale e il suo talento spaziano praticamente in ogni campo del Jazz, come dimostrano le sue collaborazioni. Ha suonato con musicisti classici del calibro di Dexter Gordon, Sonny Rollins e Lee Koniz ma anche con improvvisatori come Peter Brötzman, Derek Bailey e Willem Breuker.

 

E si continua con Ray Anderson, trombonista americano, che ha vinto per cinque volte il premio della critica della rivista Down Beat come miglior strumentista. Ha suonato e registrato con Carla Bley, Charlie Haden, John Scofield, Dewey Redman, Joe Lovano, Bob Stewart, Allen Toussaint, Steve Ray Vaughn, Branford Marsalis e molti altri. A questi si aggiunga il chitarrista tedesco Frank Möbus (collaborazioni con Louis Sclavis, Chris Speed, Mark Helias,Till Brönner, Jim Black, Maria Joao, John Tchicai, Herb Geller, etc.) e il bassista olandese Ernst Glerum (collaborazioni con Steve Lacy, George Lewis, Bud Shank, Teddy Edwards, Lee Konitz, John Zorn, Don Byron, Uri Caine, etc.) e quello che ne verrà fuori sarà definito come ciò che sarebbe potuto diventare il gruppo di Mingus (The Guardian, 2010). Dopo il successo del primo disco, Close Enought, il quintetto è nuovamente in tour per l’Europa (solo tre date in Italia) con la presentazione il nuovo Who’s in charge? uscito a Giugno 2011.

 

 

Per approfondimenti:

www.rayanderson.org

www.paulvankemenade.com

www.hanbennink.com

www.frankmoebus.de

web.me.com/eglerum/Ernst_Glerum/Home.html


Contatti organizzatori:

Circolo Arci Exwide Via Franceschi, 13 - 56100 Pisa

Email: info@exwide.com Web: www.exwide.com
 
Fonte: http://www.saimicadove.it/
 

/p>
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: