none_o

Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.

Buongiorno a tutti, sono Costanza Modica, ho 17 anni, .....
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
none_a
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
PISA
Il Pd aderisce alla giornata di mobilitazione per don Armando Zappolini

5/1/2012 - 12:22

<< Il Partito Democratico provinciale aderisce con convinzione alla giornata di mobilitazione indetta per domenica 8 a Perignano in segno di solidarietà con don Armando Zappolini.

Le sconcertanti accuse di Forza Nuova ci chiamano ad un impegno sempre più convinto sul fronte della lotta al razzismo e alla fobia nei confronti di tutti coloro che sono considerati “diversi” e per questo discriminati.

Con le offese e le minacce a don Armando c'è stato il bieco tentativo di mettere in discussione un sistema di valori fondato sull'accoglienza, l'integrazione, la difesa dei più deboli e degli emarginati, valori in cui il Pd si riconosce pienamente. I recenti episodi di Torino e di Firenze hanno purtroppo confermato che quando si parla di razzismo non si può abbassare la guardia.

È anzi necessario rilanciare con forza sul terreno dei diritti civili, e su questo don Armando è da sempre in prima linea. La sua presunta “colpa” è stata quella di raccogliere firme per garantire la cittadinanza e il diritto di voto ai cittadini stranieri, nell'ambito della campagna “L'Italia sono anch'io”. Una battaglia di civiltà cui anche noi, come Partito Democratico, abbiamo aderito da subito, per dare ai cittadini immigrati la piena titolarità dei diritti e dei doveri, e mettere almeno le seconde e le terze generazioni in condizione di contribuire al futuro di un Paese che è anche loro.

Oggi parole come quelle che Forza Nuova ha usato contro don Armando ci confermano che questa è la direzione giusta e ci spingono, se possibile, ad un impegno ancora maggiore. Per i diritti e contro il razzismo.>>

 

Francesco Nocchi (Segretario Provinciale Pd)

Linda Vanni (Responsabile provinciale Immigrazione Pd)

Fonte: Pd Pisa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri