none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

. . . . . . . . . . . . è iniziata i primi giorni .....
. . . la ragione non sta mai da una sola parte ed aggiungo .....
Sono convintissimo della sua buona fede, ci mancherebbe, .....
Non ho alcuna presunzione o velleità, esercito semplicemente .....
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
San Giuliano Terme, 23 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
SAn Giuliano Terme, 18 ottobre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
open day 20 ottobre palestra Proscaenium
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
FINALMENTE DOMENICA!
di Ovidio Della Croce
Partita

29/1/2012 - 0:27

 

 

Quasi domenica

Un uomo e una bambina che giocano a carte.

Anzi un padre e sua figlia che giocano a carte.

Insomma: due giocatori che fanno una partita a carte.

Il padre giocatore sta a sinistra, sua figlia giocatrice sta a destra.

Il giocatore mescola le carte, la giocatrice alza il mazzo.

Parte una musica di Bob Dylan.

Il giocatore a sinistra sorride.

Pensa di avere la partita in mano.

Ma nell’inquadratura dallo specchietto della vespa si ribaltano i posti:

il giocatore è a destra e la giocatrice a sinistra…

Poi si giocano le carte.

Alla fine si contano i punti.

Il giocatore: sì, sì, sì, no… 

 

Domenica 29 gennaio 2012, mattina

Un padre e una ragazza a Milano.

Un padre e sua figlia all’aereoporto Malpensa di Milano.

Volo Milano-Dubay-Sydney.

E poi Wollombi.

La figlia si imbarca.

Sale sull’aereo.

L’aereo decolla.

Il padre: sì, sì, sì, no!

Dunque, è partita. 

 

Post scriptum

Ringrazio Sandro Marianelli per il video “Giocatori”, che a me pare perfetto. Chiedo scusa per aver raccontato a mio modo un fatto personale. Partita è dedicato a Laura. La foto della bambina col palloncino è di Bansky, un anonimo artista di strada. La pubblico perché è appesa in camera di mia figlia che, da bambina, la domenica sera, tornava da una festa con un palloncino in mano e lo metteva in camera. Il palloncino volava fino al soffitto, ma poi l’aria usciva piano piano e il palloncino dopo qualche giorno diventava floscio. Così scrisse questi primi versi: 

 

“Il tempo passa più bello è.

Il tempo passa e i palloncini si sgonfiano”. 

 

Antonio Tabucchi si divertì molto quando gli recitai questa poesiola e scrisse a Laura una dedica (che mi sembrò bella e ora bellissima) sulla prima pagina del suo libro “Il tempo invecchia in fretta” (“Il cerchio” è il primo di nove brevi, densi racconti dove il tempo è il soggetto esplicito). 

 

“A Laura, che ragiona sui palloncini come me.

Con mille auguri e un saluto affettuoso

Antonio Tabucchi

13.10.2009”

 

Il tempo, come l’orizzonte, è circolare, pensa la protagonista del “Cerchio”. Buon viaggio Laura

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/2/2012 - 15:07

AUTORE:
graziella

Prof. sei magico! Gli occhi di tua figlia sono i tuoi

4/2/2012 - 15:31

AUTORE:
Laura

Siamo arrivati a Wollombi...
Oggi c'è il sole e siamo andati a fare il bagno sull'oceano, con dietro un fiume, una cascata e una foresta.
Ho visto un opossum per la strada che vi manda tanti baci.
Ciao, ciao
Laura

3/2/2012 - 10:50

AUTORE:
dora

Senza tua figlia come ti va? Perché molti nostri ragazzi se ne vanno? E noi soli come faremo?

2/2/2012 - 20:44

AUTORE:
Filippo & Filippo

Caro professor Ovidio, siamo i suoi cari alunni della sua amata e tranquilla 3H. Volevamo solo dirle che il suo video è molto "figo", la prospettiva non manca la, più interessante è quella da sotto il motore o qualunque cosa essa sia. Siamo molto contenti per sua figlia (mi creda, lei(=tu) non dice che è andata dal suo ragazzo ma secondo me le(=a te) ha mentito).

p.s. come è finita quella partita?
(+1 in condotta assicurato? :) )

2/2/2012 - 15:27

AUTORE:
ba.g.

Caro Ovidio,
mi hai lasciato senza parole e non è facile! Quel video, lo sguardo di tua figlia e anche il tuo mi hanno trasmesso le stesse emozioni splendide e nello stesso tempo terribili che provo quando guardo i video in cui io giocavo con le mie figlie!
Auguro a tua figlia, tra l'altro bellissima, una bellissima esperienza fatta anch'essa di momenti che corrono e passano come il tempo tutto.
Un abbraccio a entrambi anche se fisicamente lontani, visto che la vostra partita è comunque ancora da giocare!

1/2/2012 - 12:43

AUTORE:
Giulia Vento

ciao laura .. un saluto veloce.. avrò modo di scriverti con calma e soprattutto tu di raccontarmi
Giulia

31/1/2012 - 10:28

AUTORE:
antonietta timpano

Io dico: Beata lei!
Per avere il coraggio che ha ,
per avere due genitori come voi,
perchè sa cogliere le opportunità.

Un bacio a lei
un abbraccio a voi...
vi aspetto a Molina.
Antonietta

31/1/2012 - 10:01

AUTORE:
luigi

CIAO OVIDIO,E' BELLO VEDERE UN BABBO CHE GIOCA CON LA FIGLIA A CARTE,FA TENEREZZA,BISOGNEREBBE GIOCARCI DI PIU' CON I NOSTRI FIGLI.......
TANTI NON CONOSCONO RIMPIATTINO,GIOCO DELLE FIGURINE,PRENDERE SUSINE-ZIZZOLE
E TANTI ALTRI FRUTTI!!??
COMPLIMENTI PER LA BIMBA!!!!!!
CIAO GIGI.

31/1/2012 - 9:49

AUTORE:
ale

Il tempo gira, si perde, ritorna, si ritrova.
Il tempo da giovani non conosce soste, urta contro la quiete delle nostre città di provincia.
Da giovani si rincorre qualcosa che fugge, come l'aria che esce da un palloncino.
Ne deriva un fiatone interiore che non ti abbandona, che però ti piace e ti fa venire voglia di correre...
Correre via da te stessa,una corsa impossibile da vincere se non si cambia modo di vedere le stesse cose, anche nelle nostre quiete città di provincia.

30/1/2012 - 15:24

AUTORE:
ovidio

Grazie, vecchi e nuovi amici, i vostri messaggi sono per noi graditissimi. Vi trasmetto con gioia questo sms di Laura che ho ricevuto verso le 15:00. Grazie di nuovo.

Buonasera a tutti!
Sono arrivata a Sydney...
Qui è caldo afoso.
Ora è l'una e 43(di notte)

29/1/2012 - 23:23

AUTORE:
Gabriele

Quanta ispirazione e quante cose vorrei scriverti, da babbo a babbo, da amico ad amico, di un'amicizia di cui non ricordo l'inizio e che non mi farà mai dimenticare la metafora del tiro ad effetto.
Ma questa volte ti abbraccio forte, perchè può e deve bastare.

29/1/2012 - 19:57

AUTORE:
laura

Laura è passata di qui. Ha trascorso l'ultima sera in Italia prima della partenza a casa mia dopo il viaggio dalla Toscana in una tempesta di neve che chissà se le mancherà laggiù dove sta andando... Ho bevuto il suo sorriso fresco e la sua apparente sicurezza e tranquillità alla vigilia di un viaggio così importante, io che vado in ansia tutte le volte che parto per percorsi molto più brevi e casalinghi. Poi l'ho abbracciata forte forte pensando "Mamma mia, mancherà a me che la conosco così poco, mi immagino il vuoto che lascerà ai suoi cari ....". Ma poi, in realtà, forse la conosco abbastanza, io che condivido con lei il nome, il giorno, il mese di nascita, l'amore per gli animali, la voglia di sorridere, il gusto della lettura e chissà quante altre cose... Allora voglio dedicarle le stesse parole che mi scrisse mio padre, tanti anni fa, quando anch'io partii per un viaggio, senz'altro meno lungo e avventuroso, ma che per quei tempi privi di cellulari e internet e skype era già un distacco considerevole: "Vai, apri i tuoi occhi ed il cuore alla gente che incontrerai, sii sempre disponibile ad accogliere la diversità e quando tornerai sarai senz'altro una persona migliore.". Con tutto il mio affetto, da una Laura a un'altra Laura.

29/1/2012 - 16:26

AUTORE:
Giancarlo

Molto bello il video, complimenti al regista che ne ha fatto quasi un piccolo "corto". Ispira serenità, una grande pace, un grande affetto, un bel momento di vita.
Ora però la tua bimba è diventata una ragazza ed è giusto che parta. Come la mia che è stata 10 anni lontana dall'Italia e questo l'ha arricchita.
Io invidio la tua come ho invidiato la mia, per questa possibilità che hanno di partire. A noi non è stato concesso, troppo impegnati nella vita e nella politica, con pochi soldi e con tante speranze. Lasciala andare e pensa alla gioia di quando l'andrai a prendere al ritorno all'areoporto, cambiata, sorridente, cresciuta.
Sarà una gioia per te come lo è stato, molte volte, per me.
Un caro saluto G_

29/1/2012 - 15:20

AUTORE:
Sonia

Sono la persona meno adatta a commentare una partenza perché divento ansiosa; preferisco il ritorno sempre e comunque.
Tutte le volte che c'è un distacco, anche se breve, cerco inutilmente di non farlo trapelare.
Dico inutilmente perché divento iperattiva e mi tradisco.
Quando ho visto la fotografia di Laura raggiante per una sua festa di compleanno insieme ad altre bambine qualche arcano meccanismo ha cominciato a far scorrere nella mia mente svariati momenti e situazioni indimenticabili.
Cara Laura vai perché è giusto che tu possa realizzare i tuoi progetti ma se la nostalgia dovesse torturarti più del dovuto ritorna da chi ti aspetta a braccia aperte con o senza successo.
Vai dove ti porta il cuore, l'importante è che tu rimanga te stessa sempre e ovunque.
Con l'auspicio che i desideri diventino realtà...ti saluto caramente.

29/1/2012 - 10:06

AUTORE:
sabrina

Non si commenta la vita.....
mi hai fatto commuovere fino alle lacrime.
Grazie Ovidio