none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Riccardo Maini (vedi risposta al sig. Bertelli)
none_a
Comunicato congiunto FdI, Lega, FI.
none_a
“Interrogazione del consigliere provinciale Roberto Sbragia”
none_a
Ripafratta, 25 maggio
none_a
di Fabiano Corsini
none_a
Prato
none_a
Dal 17 al 19 Maggio ore 10.00 - 20.00
none_a
Forum Innovazione di Italia Economy" II EDIZIONE
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
TOSCANA- Migliarino Pisano Pisa
Rossi: "Nessuno denigri la Toscana, neanche Barroso"

30/1/2012 - 23:08

 “Non consento a nessuno di denigrare la Toscana.

 Neanche al presidente Barroso"

 

 Secca la replica del presidente Enrico Rossi ad alcune dichiarazioni del presidente della Commissione Europea, che in suo intervento ha additato il caso dell’insediamento Ikea in Toscana come esempio negativo circa le tempistiche con cui vengono rilasciati i permessi per i nuovi insediamenti produttivi.

 “Il presidente Barroso — prosegue Rossi — avrebbe piuttosto dovuto chiedersi come mai per anni e anni l’Ikea si sia ostinata a richiedere al comune di Vecchiano licenze non solo per il suo insediamento ma anche per un centro commerciale, i cui volumi sarebbero stati in netto contrasto con le previsioni urbanistiche e con la qualità ambientale dell’area”.
“Il seguito della storia sfugge al presidente Barroso — prosegue il presidente Rossi — Nel luglio scorso io stesso mi sono interessato al problema e ho incontrato i vertici di Ikea. In autunno, sulla base alle intese rapidamente raggiunte con il Comune di Pisa, la multinazionale ha potuto fare la sua scelta e decidere il proprio investimento. A febbraio il comune di Pisa approverà la variante e in primavera si aprirà il cantiere.

Da luglio a febbraio: sono proprio i tempi cinesi a cui fa riferimento il presidente Barroso. Lo stesso amministratore delegato di Ikea ha riconosciuto la serietà e l’affidabilità del comportamento della Regione Toscana, della città di Pisa e delle istituzioni locali. Potrei inviare al presidente Barroso tante lettere di ringraziamento che riceviamo da imprese che desiderano insediarsi in Toscana e che possono farlo in tempi brevi”.

“E’ singolare poi che il presidente Barroso si riferisca in modo specifico alla Toscana e alla città di Pisa, procurando ad entrambe un gravissimo danno di immagine, denigrando il loro buon nome e rischiando di compromettere l’interesse delle imprese per i nostri territori.

 Mentre cita genericamente la Germania, dove i tempi sarebbero ancora peggiori.

Non facciamo le vittime, ma rivendichiamo con orgoglio il nostro lavoro. Come insegna il presidente Monti l’Europa deve imparare a rispettarci. E se per farlo occorre battere il pugno sul tavolo lo farò senza problemi, proprio domani a Bruxelles, dove mi sto recando per una serie di incontri”.

 

Susanna Cressati

Toscana Notizie

Agenzia di informazione della Giunta Regionale

...............................................................................................................................

 

 

Fonte: Toscana Notizie
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

12/2/2012 - 16:13

AUTORE:
marco1151

Forse per gli ambientalisti e le autorità locali è più giusto che un'area,nemmeno ricadente in quella contigua al parco, da tempo immemore destinata al pascolo diuturno di viados e signorini e ine, come lo è da almeno 40 anni, rimanga così come è - che una autostrada tra le prime costruite in Italia finisca a 90° sulla SS1 Aurelia anche lei come finiva 50 anni fà senza considerare il flusso di traffico che la attraversa...... ecc e ecc. ecc. - A mio parere sono in molti a doversi vergognare, ma evidentemente al popolo sovrano sta bene così. ( purchè non a casa mia )
Rossi non è altro che la manifestazione del pensiero prevalente e dei modi di operare di questa regione mentre il resto del mondo và avanti e non ci aspetta!!

1/2/2012 - 10:27

AUTORE:
Massimo c'è

Lei Barroso è uno dei tanti che non ha capito molto di questa vicenda e parla solo per fare pubblicità ed un modo di sviluppo che non serve. Lei signor Rossi avrebbe dovuto dire prima quello che ora sta dicendo, così la storia di una speculazione sarebbe stata più capita. Ma va bene ugualmente, meglio tardi che mai. Grazie a tutti coloro che hanno contrastato un centro commerciale, orgogliosi di sentire politici di tutto il mondo parlare di Vecchiano, siamo nella storia per aver contrastato una speculazione e soprattutto una multinazionale che veniva usata questa volta per arrivare al fine di costruire dove gli pareva e come voleva. Sa signor Barroso lei a perso un'occasione per stare zitto come tanti altri.

1/2/2012 - 10:25

AUTORE:
Tieffina

Basti pensare alla legge elettorale approvata nel 2004 in Toscana.Il modello toscano senza preferenze venne copiato dal “porcellum” nazionale nel 2005 che levò agli elettori la possibilità di scegliere anche per le politiche I LORO RAPPRESENTANTI.Dalla Toscana è partita l'applicazione del concetto che siano le segreterie dei partiti chiuse nelle loro stanze a indicare e determinare gli eletti. Il PD (allora DS)per primo ha tolto ai cittadini la possibilità di scegliere i loro candidati democraticamente nelle cabine elettorali nel segreto dell’urna. Bella sinistra!

31/1/2012 - 23:46

AUTORE:
J.P.D.

Tutti bravi , tutti preparati, tutti schierati, tutti hanno fatto tutto,anzi di più P.L. tu m'intendi, mi pare una gran bella rimpatriata di.. di... in modo urbano opportunisti
Ma mi dite che fine ha fatto Bonciolini?? boncio per gli "amici", quello che ha pilotato fin dall'inizio questa faccenda? i suoi compagni e/o camerati di strada lo devono trattare bene mi raccomando non vorrei o forse si che si scoperchiasse il vasino di pandora.
Vasino si perchè il vero vaso siamo in pochi a sapere dov'è ed è meglio che resti al suo posto.

31/1/2012 - 22:01

AUTORE:
massimo

il dirigismo di regione ,provincia e comune è un ostacolo allo sviluppo

31/1/2012 - 20:38

AUTORE:
P.L.

Si, veramente grazie caro Presidente Rossi, perché con le tue dichiarazioni al TG3 delle 19.30 di martedì 31 gennaio in risposta al Presidente Barroso sulla vicende Ikea a Migliarino, hai finalmente detto quella parola che per troppo tempo è stata un tabù, anche in ambienti politici e istituzionali della stessa sinistra pisana e toscana: SPECULAZIONE. Certo si poteva pronunciarla anche prima, e sicuramente avrebbe creato meno conflitti e divisioni, e forse far arrivare ad una conclusione positiva della vicenda del solo magazzino Ikea nella nostra area molto prima. Comunque, anche se la consapevolezza di quello che si stava cercando di realizzare a Migliarino nei confronti di un territorio come il nostro, è arrivata in forte ritardo, e a causa di una gratuita provocazione europea, fare chiarezza su questa vicenda dovrebbe essere un dovere politico e morale di tutti, e comunque, le parole del Presidente Rossi, a mio avviso, ripagano, almeno in parte, delle amarezze e degli attacchi subiti da quei "quattro gatti" che si erano opposti fin da subito a quel mega progetto speculativo.

31/1/2012 - 16:22

AUTORE:
Nodiese

Veramente bella la natura.però preferisco un posto di lavoro!!!

31/1/2012 - 16:20

AUTORE:
Roberto

Giustamente il nostro Comune è vecchio perchè gestito da persone vecchie..!! ma per i giovani che facciamo..??

31/1/2012 - 16:03

AUTORE:
Provenza

O Migliarinesi (mica tutti) vi siete intestarditi a difendere la Natura all'Ovaio...quella Natura già ampiamente modificata da decenni: l'autostrada per Genova divide la pineta dal Padule da molti anni...e l'Aurelia...e la ferrovia...ora che la NATURA nel nostro Comune sia rappresentata proprio all'Ovaio, ma a chi lo volete dà ad intende?

31/1/2012 - 15:34

AUTORE:
Pruniccio

Non c'era bisogno di Barroso per ridicolizzare la Toscana e Vecchiano, ci avevano già pensato i "Compagni" amministratori.
Al ex sidaco Pardini hanno anche donato un orologio per i servizi resi!!!!!!!
Grazie a tutti, ora simo conosciuti anche in europa, grazie.

31/1/2012 - 14:57

AUTORE:
Alessio Niccolai

Che affondi l'Europa, l'Euro, Barroso e che si porti dietro Ikea: sia maledetta l'ora il giorno e il secondo che quel sedicente di Prodi si è voluto sedere al tavolo comunitario. Ora basta: Europa dei salari, Europa dei Popoli, Europa dei cittadini, Europa dei Lavoratori, Europa delle PMI... basta con banche, finanziarie e cartelli multinazionali dello sfruttamento planetario di ogni cosa. Il miglior augurio che possa fare alla BCE è di sprofondare al centro della terra.

31/1/2012 - 14:45

AUTORE:
Teo

Tutti discettano sull'insediamento Ikea a Migliarino senza veramente voler capire cosa stava dietro a quella operazione che avrebbe determinato uno sconvolgimento epocale per il nostro territorio.Ma quello che più preoccupa e indigna è che quando si cerca di spiegare, progetti e programmi alla mano, a quei giornalisti e non solo, che creano problematiche surreali su questi temi, come fece il "Sole 24ore" alcuni mesi fa, e questi stessi giornalisti si invitano a venire sul territorio per un confronto serio e per far conoscere la realtà della situazione (speculazione fondiaria compresa visto che si volevano trasformare 40 ettari - quattrocentomila metri quadrati - di terreno agricolo in edificabile ad esclusivo beneficio di alcuni soliti noti, tutti, con discrezione, ma con rapidità, si dileguano.

31/1/2012 - 13:51

AUTORE:
Francesco

Non mi sembra che a Bocca di Serchio usino i cannicci o materiale ecologico per ristruttare il complesso delle Case di Marina, credo che usino il cemento... Ma anche tu non sarai mica di quelli che vogliono difendere la natura, perché fai parte di quelle persone che in famiglia sono tutti "sistemati" con un posto di lavoro sicuro? In termini pratici, che cosa sta facendo il Comune per poter emergere economicamente?

31/1/2012 - 12:49

AUTORE:
pennabianca63

A chi ci amministra. Come dicono alla nota trasmissione televisiva "Torta di Riso":
MA BRAAAAAVIIIII

31/1/2012 - 11:45

AUTORE:
uno qualsiasi...

Barroso doveva chiedersi..dice il Presidente Rossi..e anch'io dico a Rossi di chiedersi come mai la sua dichiarazione è arrivata ora e non anni fa? La porta che doveva restare chiusa chi l'ha tenuta socchiusa?...e allora Barroso potrebbe aver ragione..e non facciamo una difesa di sovranità non è quello il punto.

31/1/2012 - 11:37

AUTORE:
Andrea

io sono di Migliarino caro Silvestro Pino e non ci avrei pensato 2 volte a far nascere Ikea proprio qui, perchè ritengo che le migliorie erano di gran lunga supoeriri alle problematiche!
Quando sono arrivato ad abitare nel Comune di vecchiano mi sono detto "cavolo ma questo è un Comune rimasto ai primi del 900" mi sbagliavo.....Vecchiano è rimasto ai primi si ma del 700! Il male è che il mondo non aspetta Vecchiano e va avanti!
E continuando a fare polemica, siccome oltretutto sono anche un cittadino che ha avuto 1,50 cm di acqua del Serchio in casa, ancora di più mi girano per come ha gestito l'emergenza il Comune di vecchiano!
ne voi altre?
ciao e buona giornata!

31/1/2012 - 10:57

AUTORE:
Cittadino come pochi

Era da ormai troppo tempo che la figuraccia risultava solo a carattere nazionale, un comune di 10.000 abitanti che rifiuta un impresa che crea un indotto economico da alcune decine di milioni di euro l'anno.
Ma si sa chi si accontenta gode e sarà troppo tardi quando anche il fieno in cascina sarà finito.
Interessante l'intervento nel quale si parlava del degrado del comune di Vecchiano nel tempo, quello di Ikea è stato un tassello importante per accelerarlo.
Adesso avete la natura incontaminata, da uno svincolo autostradale da migliaia di macchine il giorno, alle quali si vanno a sommare quelle dell'aurelia, poi abbiamo le signorine e la zona industriale a rischio allagamento. E' chiaro una azienda ad emissioni zero, non si parla di una fonderia, industria chimica o altro , ma di un grande mobilificio, certo deturpava tutta questa bella natura.
Complimenti a zappa..........

31/1/2012 - 9:52

AUTORE:
Migliarinese di stare

...da piccino, quando non capivo una 'osa, mi pà mi diceva: ma..siei di Buti!? o siei 'ndato a Lupeavo a piglià la gocciola.

Ecco, Buti l'ho scoperto quando ero più grandicello passandoci in lambretta e..Lupeavo (o Rupecava) a piglià la gocciola un l'ho mai capita e fa il paio con quello che ha detto il nostro Presidente della Comunità Europea a proposito di Migliarino Pisano quando afferma: «Alla fine Ikea ha perso la pazienza e si è trasferita in un'altra città della regione».

31/1/2012 - 9:29

AUTORE:
Pippo l'Ortolano

Se eravate cosi determinati a mantenere il vostro previlegio dell'orticello, perchè ci avete messo sei anni a dire no?

31/1/2012 - 9:26

AUTORE:
Amico di Domenico Finiguerra

...c'era già prima di quel bigongio di Adamo che mangiò la mela levata di bocca ad un biacco.

31/1/2012 - 9:17

AUTORE:
Inio

La natura va anche mantenuta!

31/1/2012 - 0:14

AUTORE:
Silvestro Pino

Caro Rossi già che lo incontri digli che noi di migliarino e vecchiano prima di fare delle scelte ci pensiamo quanto ci pare (non siamo mica Filippeschi) e poi si fanno in base ai nostri bisogni e no a quelli che lui (Barroso) rappresenta e Filippeschi vuole accontentare. In quanto a te, Rossi, più che concentrarti a portare in Toscana aziende di cui non ne abbiamo bisogno direi che tu dedichi molto, molto più tempo ad ascoltare la saggia Marson. Buon viaggio e ricorda la nostra ricchezza sta nella natura e non nel cemento