none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
VECCHIANO
TeF ricorda l'importanza della verità e della coerenza

3/2/2012 - 0:16

Tradizione e Futuro interviene in merito alla dichiarazione critica di Barroso, presidente della commissione europea, alla quale sono seguite le repliche del governatore Rossi e del Comune di Pisa.

 Proprio in merito a queste repliche bisogna evidenziare la coerenza o meno di certe posizioni nel tempo. Infatti il governatore Rossi diceva alla stampa locale a febbraio 2011 (e non a luglio come dice ora lui): "L’ho già detto e lo ripeto: ritengo che quello di Ikea sia un investimento importante, di cui non si può non tener conto. In Toscana ci sono 120.000 disoccupati, di cui 70.000 giovani.

Prima di dire di ‘no’ ad un progetto che porta mille posti di lavoro, trattandolo in maniera burocratica, sarà bene che le cose vengano approfondite.

La valutazione della Regione è positiva, naturalmente bisogna discutere, confrontarsi. Per questo offro un tavolo regionale di trattativa. Basta che i soggetti interessati, Ikea e il Comune, lo vogliano, e io sono disponibile. Io, quando ero sindaco, ho chiesto la presenza della Regione nel corso di trattative difficili... Non c’ è dubbio che Ikea debba inserirsi in un tessuto commerciale e urbano e che debba legarsi alla realtà produttiva locale, ma bisogna lavorare perché l’offerta non vada persa.

 La Regione c’è anche per questo. Ed è pronta ad aprire il confronto".
Peccato che, oggi, dopo un anno lo stesso Rossi dica: “Barroso avrebbe piuttosto dovuto chiedersi come mai per anni e anni l'Ikea si sia ostinata a richiedere al comune di Vecchiano licenze non solo per il suo insediamento ma anche per quello di un centro commerciale, i cui volumi sarebbero stati in netto contrasto con le previsioni urbanistiche e con la qualità ambientale dell'area".
Qualità ambientali dell’area??? Un terreno tra l’autostrada e l’Aurelia, lungo la quale, in particolare in quel tratto, vi è una cartellonistica pubblicitaria in eccesso. Ikea si è ”ostinata” sì a chiedere quel terreno: è confinante con l’uscita Pisa Nord di ben 2 autostrade, la A11 e la A12, ed è lungo la statale Aurelia.
Previsioni urbanistiche??? C’era un documento approvato dal Consiglio Comunale di Vecchiano dal giugno 2010 trasmesso al Piano Strutturale di Area per lo sviluppo della zona dell’Ovaio, c’era il Regolamento Urbanistico adottato nel dicembre 2010 e al quale Ikea aveva presentato una delle 289 osservazioni, nella quale dimostrava la non attuabilità dell’opzione zona industriale.

A quel tempo il R.U. era ancora da approvare. Qualcosa si poteva fare!
Ma di qualità ambientali e previsioni urbanistiche un anno fa Rossi non  parlava: sottolineava piuttosto l’importanza dei 1000 posti di lavoro (che solo Ikea + centro commerciale potevano dare). Si offriva come mediatore ad un tavolo regionale tra il Comune di Vecchiano e Ikea.

 Poi sappiamo tutti come è andata a finire: il tavolo si è “allargato” ad altri comuni sia dell’area pisana sia di zone limitrofe e la scelta, chissà perché, è caduta sul Comune di Pisa.
E il Comune di Pisa ora ribadisce “Si è colpevolmente scambiato Pisa con Vecchiano dove Ikea aveva pensato, in un primo tempo, di potersi insediare. Ma dove non vi erano le condizioni urbanistiche favorevoli. Condizioni favorevoli che si sono invece trovate a Pisa anche di fronte a un progetto diverso e ridotto rispetto al precedente”
Peccato che si ometta di dire che i progetti presentati al Comune di Vecchiano nel corso dei sei anni sono stati diversi e di differenti dimensioni, sempre più ridotte.

 A quale progetto ci si riferisce in particolare? Al primo del 2006? Eh no, non si può far riferimento a quello. E quali sarebbero le condizioni favorevoli? A Pisa sarà necessaria una variante, così come sarebbe stata necessaria a Vecchiano.
Ma allora la ragione VERA quale è? La dimensione del progetto? No. la qualità ambientale dell’area? No. Le condizioni urbanistiche più favorevoli a Pisa che a Vecchiano? No. I cittadini vogliono sapere la verità e ne hanno tutto il diritto.

Non saranno mica state logiche di partito a buttar via un’occasione di posti lavoro nel nostro comune?  Non sarà mica perché Sel e Prc nel Consiglio Comunale  di Pisa non sono tra i partiti di maggioranza come  invece è nel Consiglio Comunale di Vecchiano? E dato che Ikea è stato anche argomento di campagna elettorale, senza Sel e Prc, a Vecchiano, il PD avrebbe vinto le elezioni? Oppure non sarà mica perché sia il governatore Rossi sia il Sindaco Filippeschi appartengono al PD? Si potrebbe rispondere che anche Pardini e Lunardi vi appartengono …. Appunto! diciamo noi.     
                                                           Gruppo consiliare     Tradizione  e Futuro                                                                                                                                                                                             

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

4/2/2012 - 12:40

AUTORE:
Cittadino vecchianese

finché ci saranno i Tribulus che nell'offendere gli altri nascondono il loro anacronismo. Acidulo e parecchio, parecchio astioso è lui in tutto il suo intervento. Ha infarcito il suo intervento di offese belle e buone a chi si è dato da fare per cambiare questo nostro comune poco poco sviluppato e senza interessi personali. Purtroppo gli impreparati sono al governo del nostro comune e non passa giorno che ciò non venga dimostrato. Per di più Tribulus non legge neanche, il che è peggio perché dimostra la sua chiusura e ristrettezza mentale. Poveri noi, voi siete al governo di un comune e a cavallo non avete mai imparato ad andarci. la volgarità con cui ti esprimi dà il senso di tutto il tuo astio. Curati il fegato oltre che il c...

3/2/2012 - 15:38

AUTORE:
Tribulus

Non ci voglio perdere troppo tempo.

Dite che avete avuto il 35%, cercate di mantenervelo.

Siete giovani,trasversali, siete er meglio e non vi stancate mai di metterlo in evidenza, avete paura di passare inosservati?

Impreparati q.b. tanto da farvi sembrare aciduli, astiosi e cavalieri populisti.

Persi nel cavalcare idee che non portano a nulla non vi siete nemmeno accorti di cosa altri hanno fatto o reso possibile, anacronistici.

Della tradizione avete conservato il peggio , il futuro almeno per ora non è pane per i vostri denti.

Non siete stati in grado di fare una analisi realistica dell'impatto che il tentativo CTC avrebbe avuto sull'intero comune in particolare sulla frazione di Migliarino(oltre 3000 abitanti).

A cavallo bisogna saperci andare se si sbagliano i tempi e i movimenti si batte inutilmente la sella con il rischio postumo di un mal di culo poco simpatico.

3/2/2012 - 14:27

AUTORE:
Cittadino 2

Tante chiacchiere per niente, una inutile perdita di tempo. Si vogliono cercare motivazioni e pretesti avendo sempre in testa un vantaggio personale o un vantaggio del proprio partito.
In questo TF è una delusione.
Credo che i cittadini di Vecchiano abbiano scelto con la loro testa decidendo per uno sviluppo invece che per un altro.
Io sono fra questi e sono contrario a prenscindere ad Ikea, anche a Pisa, perchè penso che lo sviluppo del futuro non sarà nei centri commerciali.
Quando il traffico ci avrà soffocato, quando avremo finito i nostri risparmi, quando saremo finalmente rinsaviti e porteremo i nostri figli al mare invece che all'Ikea, quando l'edifico commerciale si sarà trasformato in tanti piccoli appartamenti, allora si vedrà che i cittadini di Vecchiano avevano ragione.
A proposito, quando leggo un post come quello della casalinga, mi risento molto comunista!

3/2/2012 - 14:15

AUTORE:
Elettore etc etc

...ma non tutti erano citrulli da farsi acchiappare con un becetto scoperto come i pettirossi.

(nb; i pettirossi stavano sul vettaio a vederci tendere la tagliola ai merli negli anni /50, la fame era tanta ma..facendo una piccola pieghetta all'arco della tagliola si dava modo al povero uccellino (coglione ed in buona fede) di riprendere il volo e così imparare per la prossima volta a non rimanere fregato da chi lasciava chicchi di grano diretti al sentiero della tagliola, ma sia i merli, i passerotti ed i poveri pettirossi maanche gli scriccioli non erano così arguti e se vedevano tre semi di grano dritti uno sopra l'altro.... gatta ci cova! ma erano bipedi pennuti e facilmente "acchiappabili" da chi in casa ha enciclopedie ed appararecchi ricetrasmittenti ed altre diavolerie non alla portata dei poveri passeracei affamati.

Dopo questa lunghissima metafora esplicativa delle varie "trappole" basterebbe per far capire ad una persona d'intelletto normale ed in buona fede dove è l'inganno.
Ne dico un'altra semplice e più corta ed alla portata di tutti; il solito venditore ambulante della nostra Marina di Vecchiano il primo prezzo della maglietta è 20 euro (messo da loro naturalmente) se a 10 la compri ti sembra di aver fatto un affare e porti a casa un valore di un euro e ottanta o giù di lì.

Il primo progettone comprendente anche 160 (o giù di li) appartamenti era messo li apposta per toglierlo subito cosi quei citrulli (?)facenti parte dei comitati contro il primo progettone si ritenevano appagati ed il progetto vero passava. Poi ancora; il progetto èp troppo grosso come un cocomero che non entra in firgo!? bene, si divide a metà e se ne mette un pezzo soèpra ed uno sotto ed il cocomero è quello (sempre) provare per credere!

Ora, come era possibile che un semplice cittadino ancorchè forte dei suoi miliardi disponibili riuscisse a dire al nostro Comune: quell'incarico dato all'Architetto Giovanni Maffei Cardelini per il vostro RU è acqua citola e le osservazioni fatte all'RU da tanti cittadini di Vecchiano per fare una pensilina sull'uscio di casa forse verranno bocciate perchè incompatibili col il paesaggio storico/ambientale mentre viene "uno" dalla Svezia o dall'Olanda e ci dice a tutti noi: io sono io! e voi chi siete per dirmi di no!?
Vi faccio il Parco Commerciale più grosso della Toscana però...non posso sottostare a lacci e lacciuoli come tutti voi! io sono io; e che diamine!
poi fecero sapere che andavano a Carrara a Lucca a Collesalvetti a Cascina a Livorno e ci trattavano noi vecchianesi come bimbki piccini: prendi la medicina!!! sennò la do al tuo fratello più grande che la vuole(sic)per poi approdare tranquillamente dove più gli è tornato comodo e cioè: vicino ad un'eroporto internazionale, ad un canale di navigazione, all'uscita della Fi-Pi-Li ed a 850 metri dall'uscita A12 e...Auguri compagno Filippeschi per il felice approdo di una multinazionale resa meno arrogante dalla maggioranza dei cittadini di Vecchiano propedeutici all'approdo in terreni agricoli pari al nostro con zone industriali/commerciali disponibili come la nostra al completamento nella Provincia di Torino; a Milano invece, Penati è nelle pene ed Enrico non è un "carzerotto" come Filippo.

3/2/2012 - 13:29

AUTORE:
Casalinga

Ditemi voi se questa è una ANALISI dell'elettore con memoria storica, questa è un delirio intorcinato di una mente...........
E sai questo elettore sicuramente è convinto di essere un politico e ma se i politici sono questi siamo alla frutta. Come l'altro di Rc che scrive a Barroso, la lettera se la è fatta scrivere da qualcuno perchè io ho sentito a volte i suoi discorsi e una lettera così non la sa scrivere di sicuro. Il fatto è che molti incapaci, incompetenti, semi_analfabeti e parecchio montati sono quelli che amministrano il comune o lo difendono dal di fuori sensa capire niente di politica e di amministrazione. In mano a questa gente non si perde solo l'Ikea ma si perde pure la strada di casa. Spero che alla prossime votazioni i vecchianesi siano più attenti e pure più intelligenti.
Delusa sempre di più e impaurita dai comunisti visibili e nascosti.

3/2/2012 - 13:16

AUTORE:
Pim

Ma come sono bravi i giapponesini. Non c'è dubbio che loro sapevano come piegare i documenti pro ikea, non lo dubitiamo, i giapponesi sapevano come fare, peccato che gli amministratori e i governatori sono persone serie e politiche, sul lavoro non ci si sputa di certo ma non si deve nemmeno schiacciare la gente e trasformare la vita in un inferno. Barroso si è posto un problema serio: se gli enti locali ostacolana un'azienda che fine fa il sistema capitalista. Marx è rinato? L'Impero non tollera eccezioni e soffoca ogni focolare di eresia. Ma talvolta anche l'Impero resta a mani vuote. Al bischero di IPV che scrive che gli hanno promesso qualcosa sappia che Ikea è stata fatta. Come promesso. Un po' più lontana. Cosa cambia. Nulla per noi, ma per i giapponesi che gli avevano promesso la percentuale sulla vendita del terreno, forse qualcosina cambia. Ma lascino stare la coerenza, la trasparenza e la verità degli altri, parlino per sè. Loro avevano promesso e non hanno mantenuto e continuano a difendere un'operazione che la stessa Ikea ha abbandonato, per insediarsi da sola a Pisa, in un campo, tra un capannone e l'altro.

3/2/2012 - 11:38

AUTORE:
Democratica

l'elettore mi sembra smemorato. T e F non hga sposato a occhi chiusi il progettone (del 2006), ma l'ultimo dei 6 progetti presentati penso di 20 ettari.
Poi in relazione all'opposizione VERA è quella che fa realizzare il programma alla maggioranza per il bene comune, non quella che fa demagogia e parla solo a titolo personale, quella si chiama in un altro modo e non è questa la sede per disquisire. A dirla tutta il fatto che ci sia quel rappresentante in Consiglio a Vecchiano è frutto della coalizione con Ipv in campagna elettorale per mantenere una vittoria alla quale tenevano più che al bene dei cittadini. E anche questa è un'altra storia: ed è il peggior lato del vecchio modo fi fare politica il cosiddetto Inciucio per la poltrona.

3/2/2012 - 10:07

AUTORE:
Elettore "con memoria storica"

...al centro commerciale su 40 ettari (400.000metri quadri)in zona agricola fuori da ogni programmazione presente e futura del Comune di Vecchiano!?

Se è di questo che si tratta i risultati sono chiari e provo a dare una lettura politica (e storica) di tali risultati.

La coalizione di Insieme per Vecchiano ha vinto la tornata elettorale caratterizzata fortemente dalla pressione di 5 anni del Consorzio Etruria CTC che fuori da ogni programmazione voleva realizzare il "Centro Commerciale San Rossore" a Migliarino a 36 metri dal confine del Parco Natutrale MSM.
Non starò per motivi di spazio a ripercorre tutta la vicenda ormai nota a tutti fuori che a Barroso perchè ha sentito (per ora) una campana sola.

Dalle due liste contrapposte della legislatura Pardini e della minoranza Orsini, si passò nel maggio scorso a quattro liste concorrenti.
La mia analisi del voto è questa: La lista Lega Nord che aveva nel suo programma un no assoluto al troppo grosso centro commerciale certamente ha preso qualche voto alla ex lista Pardini tentennante su quel tema.
La lista T&F sposando in pieno il progettone CTC/Ikea ha preso qualche voto certamente da chi in barba ad ogni RU vuol costruire e far costruire dove più gli aggrada e la volta prima votò Pardini non essendoci nel suo programma la proposta CTC.

La ex lista Orsini come tutte le minoranze aspiranti a diventare maggioranza per la non chiarezza di posizioni dell'ultim'ora si è liquefatta ma è riuscita ad avere un unico rappresentante di tutta l'opposizione (vedi T&F che nel primo CC vota il programma di IPV)

In conclusione gli unici a non perdere pezzi dei sette partiti componenti IPV sono SEL e la lista Di Pietro "prima non erano presenti in IPV" ed il PRC; mentre alcuni simpatizzanti del PD non si accontentavano della proposta elettorale di IPV di: riservare per il futuro prossimo la valorizzazione con proposte d'eccellenza di rilievo Nazionale della zona a nord del paese di Migliarino e di completamento della zona industriale/commerciale come da programma elettorale di IPV, non hanno rivotato IPV.

Poi vediamo che: la maggioranza dei simpatizzanti/elettori PCI-PDS-DS-PD è rimasta fedele a quel partito votando Lunardi insieme alla maggioranza di repubblicani che ha seguito l'Assessore Sermonti, dei C.I che non hanno seguito l'ex Segratario Pardini Graziano e dei Socialisti che non hanno seguito lex Segreario PSI Ghelardi.

Conclusione ultima chiamare "armata russa" chi ha vinto le elezioni con distacco dai secondi concorrenti di ben 17% punti percentuale è azzardato ma la bocca è fatta per parlare ed il Candidato a Sindaco di Vecchiano della Lega Nord, Signorini che voleva mandar via tutti non si è più visto nella Piazza Pier Paolo Pasolini il venedì nemmeno a comprare il pollo ed il cacio e chi nel sito fb aveva messo come motto: Ikea a Pisa, si grazie! è accontentato e a Vecchiano paese essendo baricentrico fra -Migliarino zona industriale- dove volevamo tutti (fuori che la Lega Nord) il negozio Ikea e Pisa/Navicelli rimane al centro della distanza, ed al fin della vicenda tutti vissero felici e contenti.

3/2/2012 - 8:12

AUTORE:
risultati elettorali

Il PD senza prc e sel non arrivava nemmeno terzo.
Chi comanda nella colazione è PRC e andate a chiedere a Cerri se vuole ikea!
Lui- coerentemente al suo pensiero- dirà di no.
Chi ha sbagliato sono quelli del PD che l'hanno promessa solo per far voti.
Bravi.
Elettore IPV a cui era stato detto che avrebbero fatto Ikea!