none_o

 


Lunedì 8 marzo, sulla pagina facebook di Molina mon amour, è possibile seguire un ricordo di Agitu Ideo Gudeta, una donna dal carattere forte e capace di grandi progetti. La principessa delle capre felici, una storia di Ovidio Della Croce, arricchita dalle illustrazioni di Daniela Sandoni e dalla voce di Daniela Bertini. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di San Giuliano Terme.

. . . c'è solo un assonanza: i nomi cominciano per .....
. . . . . . . . . . . è breve . . . . . . . dalla .....
La sostituzione di Arcuri è un punto irrevocabile .....
per affrontare dei confronti sul forum, allora meglio .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Rosanna Betti
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


le conchiglie dei ricordi,
affiorano
sciacquate dal battito
sulla pelle riemersa,
dove sale e libeccio s'incontrano.
Dune ed ombra
s'aggrovigliano .....
Fra uno ( leghista ? ), che parla di mercato delle vacche di Conte, come se il centrodestra non l' avesse mai fatto, ricordate Scilipoti e altri, e .....
AGRIFIERA
Scatti a Pisa con l’occhio di Malvadi

30/4/2012 - 0:00

AGRIFIERA
 
Scatti a Pisa con l’occhio di Malvadi
 
 
Lunedì 30 aprile alle ore 18:00, l’Associazione La Voce del Serchio, il Circolo Fotografico Le dune, la Casa Editrice Felici propongono un incontro dal titolo “Scatti a Pisa con l’occhio di Malvadi”. Si tratta di una proiezione di fotografie realizzate dai soci del Circolo fotografico Le dune accompagnate da letture di brani tratti dal libro di Marco Malvaldi “Scacco alla torre”, curata dei ragazzi dell’Associazione Teatro Spettacolo Attiesse.
 
L’idea è semplice: fotografare Pisa seguendo gli insoliti itinerari narrati da Marco Malvaldi, pisano del quartiere di Sant’Antonio che si è poi trasferito a Vecchiano. Malvaldi è un chimico che è diventato uno scrittore affermato. Presto i protagonisti dei suoi libri andranno in Tv e forse anche al cinema. Malvaldi è stato ospite d’onore alla cena artusiana organizzata dall’Associazione La Voce del Serchio per l’uscita del suo libro “Odore di chiuso”. L’ultimo suo libro si intitola “La carta più alta”.
 
L’anno scorso ha pubblicato un libretto divertente con l’editore pisano Felici, “Scacco alla torre”. I fotografi del Circolo Le dune sono andati sui lungarni e si sono fidati dei consigli per turisti di Malvaldi prima di arrivare in Piazza dei Miracoli, dove hanno fatto “prima di tutto un bel giro intorno ai monumenti” per gustarsi “ il contrasto tra il verde del pratino tenuto a regola d’arte e il loro splendore”. Poi si sono un po’ sbizzarriti a fotografare con l’occhio di Malvaldi e alla maniera di Mario Monicelli, (Fratello di Mino) che qui ha ambientato un famoso episodio di “Amici miei 2”. Ne è risultato un video fatto di fotografie, letture e con tanto di colonna sonora. Una sorpresina pisana da gustarsi all’Agrifiera, prima del concerto dei Gatti Mezzi.
 

nb,..dice Malvaldi che "quelolì" della seconda foto è un livornese!

Fonte: Associazione Culturale "La Voce del Serchio"
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

13/5/2012 - 15:57

AUTORE:
Laura Barsotti

Succede che probabilmente un mio estimatore sotto forma di "Evviva" copi in questa sede l'articolo che io scrissi agli inizi di settembre per congratularmi con il nostro compaesano Marco Malvaldi. Molti mi hanno dato atto, sia allora sia successivamente, di aver fatto bene a spronare l'Amministrazione a dare un riconoscimento ufficiale al bravo scrittore. Lungi da me mettere il cappello, come qualcuno sostiene. Spronare però sì. In generale mettere in evidenza il degrado presente nel nostro comune per migliorarlo lo considero un dovere civico. Come ho già espresso al redattore Bruno non ritengo che fare critiche sterili e non corrette nascondendosi dietro a un nome di fantasia sia da persone civili. E proprio Bruno è uno che mi ha dato atto di aver spronato sia l'Amministrazione sia La Voce a valorizzare Marco. Io lo leggo da anni e leggere nel suo libro Odore di chiuso Vecchiano 18/11/2010, quando sugli altri 3 avevo trovato Pisa e la data relativa, mi colpì piacevolmente.
Ci sono persone che qui hanno usato nell'appellativo il mio nome non firmandosi con il loro. Li inviterei a svelarsi e a ribadire quello che sostengono. Ne deriverebbe un confronto alla pari. Intanto preciso 1) che sulla mia attenzione alle attività del Comune e delle associazioni penso non ci sia alcun dubbio vista la presenza di comunicati di Tradizione e Futuro, anche su questo giornale, 2)che non sono un prodotto per cui non mi faccio pubblicità. Faccio sentire la mia voce perché sono capogruppo di una lista civica che rappresenta il 35% dei cittadini di Vecchiano ed è un dovere civico fare opposizione costruttiva. I comunicati non sono mai inutili in democrazia. Voler tappare la bocca a qualcuno invece è un tentativo maldestro di instaurare una dittatura.

2/5/2012 - 12:12

AUTORE:
uno de la barca

12 settembre.
Mese del Libro 2011: il Comune di Vecchiano ospita Marco Malvaldi
qui il link:
http://www.comunevecchiano.pi.it/index.php?pagina=comunicati&id=1560&blocco=148

16 dicembre
“Odore di buono” venerdì 16 dicembre alle 21 al Teatro del Popolo di Migliarino
link:
http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=12045&page=0&t_a=la-cena-con-malvaldi-e-artusi

invece di pensa' a mettere i cappelli in testa alle persone, potrebbe essere più attenta alle attività del comune e delle associazioni che operano sul territorio e si sarebbe accorta che l'amministrazione comunale ed un'associazione culturale ne hanno preso atto pubblicamente e ne hanno ampiamente dato conoscenza alla comunità, almeno a chi è interessato ed attento a questo tipo di eventi.
Evidentemente era troppo impegnata a pensare a farsi pubblicità con articoli e comunicati inutili come quelli che sta facendo in questo periodo neanche fosse ancora in campagna elettorale. Le prossime elezioni ci sono nel 2016, altri 4 anni così?

1/5/2012 - 16:52

AUTORE:
salon

chi s'accontenta non gode. Ah un consiglio quando ti rivolgi a un appellativo firmati con il tuo nome. E un altro consiglio apri gli occhi!

1/5/2012 - 1:19

AUTORE:
NOSTRADAMUS

Cara Laura,

a Vecchiano e in tutto il Comune non vedo situazioni di degrado, anzio io Vecchiano la AMO e ci sto benissimo... per fortuna è rimasta ancora un'OASI rispetto a tanti altri Comuni limitrofi.
Se poi, come al solito, vuoi prendere l'esempio della prostituzione di Migliarino etc, eh va bè... son cartucce sparate male.

Buon 1° Maggio

1/5/2012 - 0:29

AUTORE:
Serena

non tutti lo pensano, Leonardo. C'è chi interpreta male e denigra e questa non è decisamente cultura.
Però copiare è lecito se lo si fa a fin di bene e l'Amministrazione, dopo che Laura ha scritto, ha seguito il suo appello. L'importante è non dire mai "noi siamo più forti e anche se te l'hai scoperto prima e sono anni e anni che lo leggi, Vinceremo noi nel mettergli il cappello". Questo mi ha raccontato una persona vicina alla capo gruppo o capogruppo (che è indifferente scrivere in un modo o in un altro)che resta una persona da rispettare. Chi la conosce sa che non ha alcun bisogno di mettersi in evidenza perché è pienamente realizzata nella sua vita: è arrivata prima tante volte. Certe voci le semina chi invece si autoincensa ogni giorno e quelle persone che hanno loro bisogno di mettersi in evidenza senza averne i meriti. Conto sempre che il merito prima o dopo trionfi.

30/4/2012 - 16:38

AUTORE:
leonardo bertelli Migliarino

Era il settembre del 2011 quando lessi...e scrissi che la politica non doveva mettere il cappello sulle glorie letterarie di uno scrittore,anche se compaesano.Stavolta oltre al cappello personale ha messo anche il cappotto del suo gruppo politico...ovviamente bacchettando l'amministrazione comunale.Tutti pernsiamo che lo sviluppo culturale di una comunità sia importante per la sua crescita.....

30/4/2012 - 15:42

AUTORE:
Osservatore vecchianese

..e quando leggesti nel Settembre 2011 quello che la "Capo gruppo" (al tempo si definiva così, non Capogruppo "tuttaccato")e scriveva:

...Un’Amministrazione Comunale dovrebbe prenderne atto pubblicamente e darne conoscenza alla comunità...

Ecco, era già alle stampe l'opuscolo Regionale del mese del libro "Ottobre volano i libri" e per quanto riguarda il Comune di Vecchiano tramite la Biblioteca Comunale aveva fatto (gia da tempo) inserire l'incontro con premiazione di riconosceza al merito di scrittore vecchianese di fama nazionale che poi avvenne regolarmente nella Sala Sandro Pertini in Vecchiano a nome di tutta la comunità riconoscente "a uno bravo nel suo lavoro", che sceglie di vivere nel nostro bel Comune.

Il resto è storia di oggi; passando Per Marina di Pisa,Castiglioncello, Migliarino e dando Scacco alla Torre il nostro compaesano si avvia in Via Teulada ed oltre e..non sento "Odore di chiuso" nella mia Amministrazione Comunale.

Auguri di buon cammino caro Marco e se gli auguri miei ti arrivano dopo altri in questo caso: pazienza!

30/4/2012 - 15:31

AUTORE:
delusissimissimissimo

... si va a scomodare un autore come Malvaldi, già ospitato più volte sul territorio;
si scopiazza la sua biografia;
si accosta Malvaldi alla propria lista politica;
si parla male dell'Amministrazione Comunale.

e voi volete risolvere i problemi di Vecchiano?

risolvete prima i vostri problemi "botanici", di cui Ovidio parla nel terzo libro della Metamorfosi!

30/4/2012 - 15:00

AUTORE:
Evviva

Intervengo a titolo personale e a nome di Tradizione e Futuro per porgere le congratulazioni al nostro compaesano Marco Malvaldi che si è aggiudicato il premio letterario “Castiglioncello” 2011 con “Odore di chiuso”. Già finalista al Premio Bancarella 2009 con “Il gioco delle tre carte”, Marco Malvaldi è uno dei miei scrittori preferiti e sono orgogliosa di annoverarlo fra i residenti del nostro Comune. Colgo l’occasione per invitarlo pubblicamente ad organizzare un incontro con i nostri concittadini per condividere questo riconoscimento.
Nel ciclo di libri del Bar Lume di Pineta (località immaginaria, ma ispirata a Tirrenia) si rivela il mix di “saggezza e gioventù” tra i 4 vecchietti, frequentatori assidui del bar, e Massimo, giovane “barrista”. Mix che contraddistingue d’altronde anche Tradizione e Futuro, che intende unire il dinamismo dei giovani all’esperienza dei meno giovani per far sì che la concretezza delle idee si traduca in concretezza di fatti. Fa piacere vedere il nome di Vecchiano emergere a livello nazionale non solo per situazioni di degrado o di fatti negativi come di recente era accaduto. E’ importante infatti soprattutto per le future generazioni vivere in un contesto migliore. Io penso che sia i contenuti, nel genere del giallo ironico, sia la forma con la quale sono scritti, con la presenza del vernacolo pisano, rendano i libri di Marco Malvaldi molto adatti ad un pubblico giovane.
Tradizione e Futuro crede che lo sviluppo culturale di una comunità sia uno dei segnali più affidabili del suo stato di benessere. Alla ribalta nazionale abbiamo uno scrittore vecchianese “piovuto” oltre ad uno scrittore vecchianese doc come Antonio Tabucchi. Un’Amministrazione Comunale dovrebbe prenderne atto pubblicamente e darne conoscenza alla comunità.

Laura Barsotti
Capo gruppo
Tradizione e Futuro

30/4/2012 - 10:49

AUTORE:
odc

Mi scuso per l'errore, avevo in mente "Mario" e le dita stanche hanno digitato "Mino", l'articolo l'ho scritto a mezzanotte, più o meno...

Si tratta del grande Mario Monicelli, che forse sorriderà del Mino. Il grande regista che verso la fine disse, più o meno: in Italia non c'è più dignità, serve quello che non c'è mai stato: "serve una bella botta, una rivoluzione".

Ci provo e ci riprovo, con qualche errore...

30/4/2012 - 8:58

AUTORE:
uno de la barca...

bella l'iniziativa, bello anche questo articolo che l'accompagna, ma MINO Monicelli... MINOOOO!!! amici miei I e II avevano come regista il grande MARIO Monicelli e questo è un errore grave!