none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

Palio Rionale Vecchianese
none_a
Circolo ARCI-Migliarino
none_a
Comune di Vecchiano- Nuova Allerta Meteo Gialla in arrivo
none_a
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
. . . . . . . . . . . a tutto il popolo della "Voce". .....
. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Fabiano Corsini
none_a
Pisa, 24-27 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Federazione provinciale PSI - Pisa
I Socialisti condannano con fermezza l’attentato di Brindisi; esprimono solidarietà alle famiglie

19/5/2012 - 16:49

Ai quotidiani
alle Radio e televisioni
a tutti i Socialisti
I Socialisti condannano con fermezza l’attentato di Brindisi; esprimono solidarietà alle famiglie di Melissa Setti e degli altri giovani feriti.
 
“I Socialisti della provincia di Pisa esprimono affetto e solidarietà alla famiglia di Melissa Setti ed a quelle degli altri giovani colpiti dal vile attentato perpetrato questa mattina a Brindisi dove era atteso il passaggio della carovana antimafia, è un episodio di una barbarie unica messo in atto con la chiara volontà di colpire una scuola come simbolo della crescita dei giovani nella legalità e nella democrazia.”
La Federazione provinciale del PSI esprime con un documento il dolore e la rabbia non solo dei Socialisti ma anche di tutti quei cittadini che si riconoscono nelle istituzioni democratiche e che vogliono reagire con tutti gli strumenti della democrazia.
“Viviamo una crisi profonda del nostro Paese, chiamato ad affrontare sfide durissime per dare ai suoi cittadini un futuro di lavoro e di pace sociale dobbiamo affrontare questo impegno chiamando tutti i sinceri democratici alla mobilitazione affinchè sia riaffermata non solo la legalità ma vengano individuati e perseguiti i responsabili di un atto tanto feroce quanto inconsulto. I socialisti, per i quali torna, tra i tanti, il ricordo dell’assassinio di Placido Rizzotto, sindacalista e militante socialista ucciso da una mafia che allora voleva impedire l’affermazione dei diritti dei cittadini lavoratori, e che oggi colpisce giovani inermi davanti ad una scuola, condannano un atto criminale, frutto di una concezione inaccettabile di una mafia che vuole condizionare il vivere civile e la storia dell’Italia che non può essere indirizzata dalla violenza e dai ricatti di mafia ma deve realizzarsi attraverso l’affermazione delle istituzioni democratiche,”
Pisa, 19 maggio 2012
 
Federazione provinciale PSI - Pisa

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri