none_o

Se sul campo la guerra continua con le solite nefandezze sui nostri media nazionali appare sbiadita, superata da altri e più urgenti problemi, vecchi come il Covid e nuovi come la recente crisi politica. Oramai è un sottofondo e tranne per il pericolo Zaporizhzhia i nuovi morti e le nuove devastazioni attirano sempre meno l’attenzione dei media nazionali. Come i media anche la nostra psiche si adatta.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . era da pubblicare la presa per i fondelli fatta .....
Uno degli scambi di post più interessanti degli ultimi .....
Essere candidati non vuol dire essere eletti. Quest'anno .....
CHE VUOL DIRE: BRAVO BRUNO!
. . . . . . . . . . . .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

di Matteo Renzi (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Renzo Moschini (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Renato Brunetta ministro
none_a
Coordinamento regionale Forza Italia Toscana
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
Provincia di Pisa
Calendario venatorio

26/7/2012 - 8:13



Non solamente i re andavano a caccia e se  la monarchia è acqua passata, non lo è certo la voglia di esercitare questa antichissima passione e quindi diamo spazio anche a notizie che riguardano i moltissimi seguaci di Sant’Uberto, pure se se atei.


La Provincia di Pisa ha redatto un nuovo calendario venatorio che riportiamo di seguito.
 
 La Provincia di Pisa, prima in Toscana, ha approvato con la delibera di giunta n. 132 del 27 giugno il nuovo Calendario venatorio provinciale, contenente le indicazioni circa i tempi di caccia sulle diverse specie che la Legge Regionale 20/2002 delega alle Province, e frutto del lavoro svolto con tutte le associazioni presenti nella Consulta Provinciale Faunistico-Venatoria.
Il 29 giugno la Regione ha inserito importanti modifiche alla norma suddetta, eliminando tra l’altro dal Calendario Regionale la caccia al cinghiale e modificando profondamente le procedure per l’approvazione dei tempi di caccia di selezione a cervidi e muflone.
“Dall’atto di modifica della L.R. 20/2002, avvenuto senza procedura di concertazione – spiega l’assessore alla difesa fauna Giacomo Sanavio – è iniziato un complesso e difficile iter per tutte le Province toscane, che si sono trovate nella impossibilità di regolamentare tali tipi di caccia. La Provincia di Pisa insieme all’Upi Toscana ha richiesto urgenti indicazioni alla Regione onde colmare i vuoti normativi che riguardano tra l’altro specie che causano i maggiori danni all’agricoltura”.
Il 19 luglio la Regione ha inviato alle Province il parere Ispra sulla caccia di selezione, che contiene tempi di caccia molto diversi da quelli tradizionali. Nella seduta del 25 luglio la giunta provinciale ha quindi dovuto modificare il Calendario venatorio 2012-2013 già approvato, inserendo le modifiche dettate da Regione ed Ispra.
In estrema sintesi, ecco le modifiche: la caccia al capriolo inizierà il 1° agosto per i piccoli, il 15 agosto per i maschi e solo nel periodo invernale potranno essere prelevate le femmine. Anche per il daino e cervo, l’abbattimento delle femmine sarà consento solo nel periodo invernale, mentre i maschi avranno periodi differenziati in funzione dell’età a partire dal 1° di agosto (daino) e 11 agosto (cervo). Il muflone sarà abbattibile solo tra novembre e febbraio.
In extremis, sulla base di specifico parere dell’Ispra è stata salvata la possibilità di effettuare la caccia di selezione per cinque giorni settimanali, mentre è scomparsa la caccia sulla neve.
Il Calendario contiene un’altra novità importante sulla pre-apertura, che quest’anno, sentiti i pareri delle associazioni presenti nella Consulta, sarà richiesta solo per il giorno 1° settembre e con l’esclusione della marzaiola.
L’apertura generale della caccia sarà il 16 settembre e la chiusura generale il 31 gennaio, anche se il prelievo selettivo potrà continuare sino a metà marzo. La caccia al cinghiale, in assenza di riferimenti normativi regionali, è stata obbligatoriamente ricondotta nell’arco temporale previsto dalla legge statale, con inizio il 1° novembre e termine il 31 gennaio.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

27/7/2012 - 19:03

AUTORE:
Il Gorilla

che devi difende la proprietà.
On du stai su monti???
Se poi t'arestano ti difenderai...

27/7/2012 - 16:25

AUTORE:
Rambo

Sempre....

26/7/2012 - 11:09

AUTORE:
Magilla

Ai cinghiali che mi devastano la proprietà, quando gli posso sparà?