none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
. . . che su questo ci intendiamo. Sai qual è il .....
. . . . . . . . . . . . hai dimenticato di dire che .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
Ufficio stampa Anci Toscana
ANCI Toscana: Più tasse e meno risorse per i comuni toscani: ecco cosa ci aspetta

7/9/2012 - 14:03

 
Più tasse e meno risorse per i comuni toscani: ecco cosa ci aspetta


Martedì 11 settembre a Firenze il Meeting sulla situazione finanziaria dei comuni, organizzato da Anci Toscana. L’occasione per conoscere nel dettaglio gli effetti delle manovre del Governo sul comparto comunale
 
Firenze, 7 settembre 2012.

Maggiori e nuove tasse per i cittadini toscani e drastica riduzione delle risorse a disposizione dei comuni della nostra regione: è davvero un prezzo salato quello che il comparto comunale della Toscana deve pagare in seguito alle manovre governative succedutesi nel corso dell’anno.
Nonostante il bonus riservato ai 10 enti risultati virtuosi e l’ammontare di risorse che confluiranno nelle casse dei nostri comuni attraverso il nuovo Patto verticale “nazionale”, sale, infatti, a 534 milioni di euro il contributo richiesto ai comuni toscani per il risanamento dei conti pubblici del Paese. Una cifra pressoché doppia rispetto al 2011, nonostante il comportamento responsabile mantenuto sul piano finanziario dai comuni della Toscana: saldo di parte corrente attivo, bilancio di cassa in pareggio, minore indebitamento e razionalizzazione della spesa destinata al personale, accompagnata da una costante riduzione del personale dipendente nel corso dell’ultimo quinquennio (circa 2.000 unità dipendenti in meno nel corso dell’ultimo quinquennio).
La crescente sofferenza finanziaria dei comuni toscani metterà a dura prova la tenuta del welfare locale nella nostra regione, mentre sul versante degli investimenti si registra già nell’immediato una caduta del 15%, con un ritardo ulteriore nei pagamenti dei fornitori e un aumento delle difficoltà finanziarie delle aziende operanti nel sistema economico regionale. Basti pensare che per i comuni toscani sottoposti ai vincoli del Patto di Stabilità Interno l’accumulo di residui passivi in conto capitale raggiunge già quota 2,3 miliardi di euro.
 
In modo dettagliato gli effetti delle manovre finanziarie sui comuni toscani verranno illustrati nel corso del Meeting formativo “La situazione economico-finanziaria e il ruolo delle autonomie locali nella crisi”, durante il quale verranno esposti i risultati di uno studio condotto da Ifel, Irpet e Anci Toscana.
Il Meeting si terrà martedì 11 settembre 2012 a partire dalle 9.30 al Palazzo dei Congressi di piazza Adua e vedrà la partecipazione di rappresentanti delle Istituzioni ed esperti della materia: dal presidente di Anci Toscana Alessandro Cosimi, all’assessore al bilancio della Regione Toscana Riccardo Nencini, quello della Provincia di Firenze Tiziano Lepri e Angelo Andrea Zubbani, sindaco di Carrara e responsabile Anci Toscana per la finanza locale. E ancora, rappresentanti di ANCI Nazionale e Irpet, Silvia Scozzese, direttore scientifico di Ifel, e il neo assessore al bilancio e Partecipate del Comune di Firenze Alessandro Petretto.


 
-- Ufficio stampa Anci Toscana

Guendalina Barchielli

ufficio.stampa@ancitoscana.it  

 




+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri