none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SAN GIULIANO
Intervento dell'Amministrazione Comunale sulla questione inerente il personale della piscina

9/10/2012 - 18:19


Interviene l’amministrazione comunale di San Giuliano Terme sulla questione della piscina ed in particolare sul tema del personale a carico del precedente gestore .
“ I sei dipendenti di cui si discute, che non sono mai stati dipendenti dell’amministrazione,  erano stati licenziati ancorche assunti a tempo indeterminato dalla Polisportiva Sangiulianese. Il comune intervenne in quel momento cercando di creare la situazione perché potessero venire impiegati presso Geste srl che aveva assunto a quel tempo la gestione della piscina.
Furono pertanto sottoscritti due accordi con la CGIL:  il primo tra Geste ed il sindacato che esonerava la società da vincoli di solidarietà alla scadenza della gestione .
Il secondo con il Comune che prevedeva il caso di una gestione affidata all'esterno con modalità analoghe e diverse.
In quest'ultimo caso , come si è' verificato, il sindacato accetto' che l'eventuale reimpiego dei dipendenti fosse rimesso ad una trattativa, che è in corso, non potendosi imporre al gestore di rilevare il personale.
Le opzioni sancite nell'accordo trovano del resto conferma sia
nella legislazione vigente che nella costante giurisprudenza in materia.

 

Il comune non solo ha riconosciuto la validità dell'accordo con la CGIL ma è' andato oltre prevedendo espressamente che in caso di impiego di unità di pari qualifica il gestore dovesse prioritariamente interpellare i lavoratori già impiegati.
Il contenuto della clausola è stata tra l'altro comunicato alla CGIL prima
della pubblicazione del bando.
 
Quanto alla scelta di una diversa modalità di gestione dell'impianto
natatorio nella forma della concessione, la stessa è stata effettuata, come da altri comuni della nostra area, per rendere sostenibili le spese derivanti dalla gestioni degli impianti con le sempre più restrittive misure imposte dagli obiettivi di finanza pubblica.
 
Venerdi scorso 5 ottobre, una volta adempiuti i meccanismi per l’affidamento della gara e resi noti i contenuti progettuali dell’affidatario si è svolto
un incontro tra concessionario, l’amministrazione comunale, i sindacati ed i lavoratori al fine di verificare la possibilità di armonizzare gli obiettivi tecnico organizzativi dell'aggiudicatario della gara per l'affidamento in concessione della gestione della piscina comunale cercando di mantenere la più elevata occupazione possibile.
In quel contesto non è stato possibile addivenire ad un accordo ed i sindacati hanno abbandonato il tavolo del confronto.
 
L’amministrazione comunale con le precisazioni sopra riportate sosterrà nei prossimi giorni tutti i tentativi possibili per trovare una soluzione alla vicenda ed a questo scopo riconvocherà a breve un nuovo tavolo con l’intenzione di proporre soluzioni operative tese a mantenere il più alto livello di occupazione possibile.”
 

Fonte: Comune di San Giuliano Terme
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

12/10/2012 - 0:20

AUTORE:
Giulio

Scusate, per capire: ma le sei persone erano dipendenti della polisportiva o dell'amministrazione?

10/10/2012 - 10:33

AUTORE:
luca

evidente che levarsi la patata bollente è più necessario che mandare a casa 6 dipendenti,oltretutto dopo aver firmato un'intesa con il sindacato e dopo 2 anni a dire ai 6 dipendenti "ragazzi,voi siete in una botte di ferro,siete in nostro primo punto nella gara!!!!"

10/10/2012 - 8:15

AUTORE:
ANTONIO

La volontà politica è chiara, preferendo l'affidamento in concessione invece che l'appalto l'amministrazione ha scelto in pratica di non mantenere il livello occupazionale e ha puntato sul risparmio economico, scelta tra l'altro in linea con le politiche liberiste condotte in campo nazionale dagli stessi partiti di riferimento della giunta di San Giuliano. Quindi complimenti alla coerenza, peccato che questa coerenza pregiudica condivisione e consenso poiché 6 famiglie del territorio sono state ridotte sul lastrico.

10/10/2012 - 7:02

AUTORE:
Ludmilla

Se si è arrivati a tutto questo, c'è qualcuno che ne ha individuato le cause e le colpe?