none_o


La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo è l’evento di promozione dell’Italiano come grande lingua di cultura classica e contemporanea, che la rete culturale e diplomatica del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale organizza ogni anno, nel mese di ottobre, intorno a un tema che viene declinato tramite la realizzazione di conferenze, mostre e spettacoli, incontri con scrittori e personalità.

P.A. (sezione di Migliarino).
none_a
A.S.B.U.C. di Migliarino
none_a
Piazza Garibaldi-Vecchiano
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . alla pacatezza di MATTIA .....
Nella mia vita è accaduto una volta che, dovendo .....
MA SE RENZI PRENDE TUTTI QUESTI SOLDI E CREDO CHE I .....
Mi tocca fare ulteriori precisazioni, nonostante la .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Giuseppe Pierozzi
none_a
Racconto breve di: Giuseppe Pierozzi
none_a
RITROVATO A PISA L'ARON PIU' ANTICO DELLA TOSCANA
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
ALLE OFFICINE GARIBALDI DI VIA GIOBERTI
none_a
SECONDA CATEGORIA.
none_a
Il CONI nazionale conferisce
none_a
Vola danza fiocca lenta
giù dal cielo lieve lieve
tutto intorno presto imbianca
il candore della neve.
Il silenzio la magia
ogni bimbo sa incantare
ed .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
PISA: Aula Magna della "Scuola Superiore Sant’Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento"
Incontro dibattito sul nuovo "Codice antimafia"

14/11/2012 - 16:38

 

Incontro dibattito sul nuovo "Codice antimafia"

 

L’Aula Magna della "Scuola Superiore Sant’Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento" ha fatto da degna cornice al convegno sul nuovo "Codice Antimafia", organizzato dalla Prefettura di Pisa, che ha visto alternarsi nei diversi interventi, esperti, studiosi ed appassionati della materia.

Hanno preceduto i lavori, iniziati intorno alle ore 9, i saluti e i contributi dal Prefetto Francesco Tagliente, dal Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, dall’Assessore della Regione Toscana Gianni Salvadori e dal Presidente della Provincia Andrea Pieroni. Hanno, poi, preso la parola i vertici Regionali della Guardia di Finanza Generale Giuseppe Vicanolo e dei Carabinieri Franco Mosca. Il ruolo di moderatore è stato brillantemente svolto dal direttore del quotidiano "La Nazione", Gabriele Cané.

Nell’intervento introduttivo, il Prefetto ha evidenziato l’importanza dell’iniziativa volta a diffondere la puntuale conoscenza degli strumenti antimafia previsti dall’ordinamento, in particolar modo tra coloro che sono chiamati ad applicarli.

"Le Prefetture – ha affermato Tagliente – grazie alla loro capacità di fare rete sul territorio, svolgono un ruolo centrale nell’attività di promozione della legalità e della trasparenza amministrativa.

Nella consapevolezza dell’importanza di tale funzione – ha aggiunto il Prefetto – si è deciso di organizzare questa giornata tematica, formativa-informativa, poiché, come evidenziato dal Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, la guerra alle mafie non deve essere fatta solo di buone norme e buone prassi investigative ed operative, ma anche di comunanza di saperi, di sentimenti e di valori".

Il programma del convegno è stato strutturato in modo da approfondire tutti gli aspetti più significativi ed attuali del Codice antimafia.

Un contributo rilevante ed altamente qualificato è stato reso dall’intervento del Direttore dell’Ufficio per gli Affari legislativi e le Relazioni parlamentari del Ministero dell’Interno, Prefetto Bruno Frattasi, uno dei massimi esperti del settore della legislazione antimafia.

Il prof. Alberto Gargani, ordinario di Diritto Penale presso l’Università di Pisa, ha invece fornito uno "sguardo d’insieme sul Codice Antimafia" sotto il profilo scientifico ed accademico.

Particolarmente interessanti, per l’alto contenuto scientifico e di esperienza professionale, sono stati gli interventi del Procuratore Distrettuale Antimafia di Firenze, Giuseppe Quattrocchi, che si è soffermato sulle "Misure di prevenzione e realtà Toscana" e quello del Presidente del Tribunale di

Pisa, Salvatore Laganà, che ha illustrato "La confisca di Prevenzione e le altre forme di confisca alla luce del nuovo Codice Antimafia".

A seguire, le relazioni del Dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Pisa Maria Carmela Santoro, che ha parlato delle "Misure di prevenzione applicate e proposte dal Questore" e dei Viceprefetti del Ministero dell’Interno Giovanni Migliorelli e Stefano Gambacurta, soffermatisi rispettivamente sulle "Misure di prevenzione applicate dall’Autorità giudiziaria" e sulle "Attività informative nella lotta alla criminalità organizzata e la certificazione antimafia".

I lavori si sono conclusi alla presenza del Presidente della Scuola Superiore Sant’Anna Giuliano Amato e del Sottosegretario di Stato Giovanni Ferrara – già Capo della Procura della Repubblica di Roma – intervenuto in rappresentanza del Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, impossibilitata ad essere presente a causa di un sopravvenuto impegno Governativo ad Algeri per il Vertice Italo - Algerino.

Pisa, 14 novembre 2012

 

Fonte: Prefettura di Pisa - Ufficio Stampa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: