none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . . . . . . . . . a tutto il popolo della "Voce". .....
. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
Pisa, 24-27 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SEL Pisa
Sinistra Ecologia Libertà presenta i candidati
e raccoglie le firme per le liste

12/1/2013 - 21:55


Benvenuta sinistra
Sinistra Ecologia Libertà presenta i candidati
e raccoglie le firme per le liste
 
Benvenuta Sinistra. Monti addio. Con questi due messaggi parte la campagna elettorale di Sinistra Ecologia Libertà.
Il primo è lo slogan scelto per le prossime elezioni politiche: «Diamo il benvenuto a quel soggetto politico che ha a che fare con la qualità della vita e dei diritti. Vogliamo riproporre solidarietà, uguaglianza e diritto alla qualità della vita», ha detto Nichi Vendola aprendo la campagna elettorale.
Il secondo è il messaggio forte, chiaro e insistente, che Sel vuole imprimere da qui al giorno del voto. Sel non può governare insieme a Monti: sarebbe un torto alle nostre culture politiche. Solidarietà, lotta alla precarietà, lavoro buono, cultura, ambiente, lotta alla criminalità organizzata, sostenibilità, pace e disarmo: queste le parole per poter affermare senza mezzi termini “Benvenuta Sinistra”.
 Sel a Pisa esprime ben sette candidature per le prossime politiche, risultato dell’esito delle scorse elezioni primarie: Dario Danti, Elisa Bertelli, Corrada Giammarinaro, Sandro Modafferi e Michele Fortezza alla Camera; Renzo Ulivieri e Carlo Scaramuzzino al Senato.
Dario Danti è insegnante precario nella scuola superiore e Coordinatore provinciale di Sel a Pisa. «La campagna elettorale ha un carattere anomalo. Solo Bersani e la coalizione PD-SEL compete per la vittoria. Gli altri, invece, competono per impedire la pienezza della vittoria del centrosinistra».
Elisa Bertelli, archeologa e consigliera comunale a Santa Croce, punta l’attenzione sull’ambiente: «Serve una grande opera pubblica al nostro paese: manutenzione idrogeologica e cura del nostro territorio per prevenire gli innumerevoli disastri ambientali».
Corrada Giammarinaro, avvocato e membro del Comitato scientifico nazionale di Sel, mette l’accento sul tema dei diritti: «La mia è una candidatura per i diritti e per le donne, non nel segno di una rappresentanza meramente identitaria, ma a completamento di un impegno professionale e umano».
I temi del lavoro sono al centro delle proposte di Sandro Modafferi, per molti anni sindacalista e, attualmente, consigliere comunale di Sel a Pisa: «Siamo contro le riforme Fornero in materia di lavoro e di pensioni: al governo le cambieremo per battere la precarietà; inoltre vogliamo creare lavoro buono e istituire il reddito minimo garantito».
Michele Fortezza, studente universitario e per anni rappresentante nell’ateneo pisano, mette in evidenza i temi della cultura e della formazione: «Vogliamo rimettere l’Università al centro del dibattito politico, perché un’università pubblica di qualità e accessibile a tutti è indispensabile per la mobilità sociale e lo sviluppo economico e culturale del paese».
Carlo Scaramuzzino, capogruppo di Sel in Consiglio comunale e a lungo amministratore locale, pone l’accento sull’inversione di tendenza rispetto ai tagli di Monti: «Servono forti investimenti per gli enti locali e nello stato sociale, a cominciare dalla sanità pubblica. Dove trovare la risorse? Lotta all’evasione fiscale e patrimoniale».
E Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione nazionale allenatori, sintetizza così il senso della scelta nazionale di Sel: «Davanti a noi avevamo anche un’altra strada, più facile: organizzare due o tre manifestazioni all’anno per gridare i nostri ideali. Abbiamo scelto la strada più difficile».


-- Sinistra Ecologia Libertà - PisaVia L. Pilla 60 - 56121 PISA CF. 93071000504E-MAIL: selpisa@gmail.com
SITO WEB: www.selpisa.it
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri