none_o

Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.

Buongiorno a tutti, sono Costanza Modica, ho 17 anni, .....
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
none_a
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
Comunicato da: Cons. Riccardo Maini (Indipendente)SGT
SAN GIULIANO TERME : APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE 2012

20/4/2013 - 14:00

SAN GIULIANO TERME : APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE 2012
 
Come da copione già scritto in precedenza, Partito Democratico, Italia dei Valori e Partito Socialista hanno votato a favore, nell'ultimo consiglio comunale, il rendiconto della gestione 2012, voto contrario, invece, da parte di tutte le opposizioni.
Unico motivo di soddisfazione della maggioranza è stato quello di non aver dovuto, anche quest'anno, annunciare lo sforamento del Patto di Stabilità, che mentre per gli altri comuni è il naturale, ovvio risultato di una gestione oculata e virtuosa, per il Comune di San Giuliano Terme non è assolutamente scontato.
La prima conseguenza è stata quella di poter ripristinare, dal primo gennaio 2013, l'aumento del 30% delle indennità di funzione del sindaco e assessori e dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali, in barba a quell' azione moralizzatrice e di risparmio tanto sbandierata.
Il prezzo pagato dai cittadini, per ottenere la chiusura positiva del rendiconto 2012 , è stato decisamente troppo alto.
La sola Imposta Municipale propria (IMU) applicata alla massima percentuale consentita (0,6% abitazione principale e pertinenze, 1,06% tutti gli altri immobili) ha portato nelle casse comunali 11.466.673 euro che sommati a quelli provenienti dal gettito dell'imposta sulla pubblicità, dall'addizionale sull'imposta sul reddito delle persone fisiche e dai “tributi speciali” ha totalizzato la ragguardevole cifra di 15.689.412 euro, tutti soldi sottratti ai residenti termali.
Sempre pagate dai cittadini ci sono, poi, 6.858.873 euro di entrate extra tributarie, quelle derivanti dalla gestione del patrimonio disponibile ed indisponibile dell'ente locale, in particolare in essa trovano allocazione le entrate relative alla gestione dei fabbricati, dei terreni, i sovraccanoni, i censi, i canoni etc..
Tra le tante operazioni fallimentari vi è certamente l'imposta di soggiorno. Contestata la sua istituzione fin dall'inizio, che ha irritato non poco gli albergatori, secondo i soloni del comune avrebbe dovuto contribuire al risanamento con 95.000 euro, l'accertamento complessivo per l'anno 2012 è stato di euro 57.800, un errore di quantificazione di quasi meno 50%, in un'azienda privata il responsabile della previsione sarebbe stato mandato a casa immediatamente.
Ciò che emerge chiaramente dalle tabelle e grafici del rendiconto è l'incapacità grave del comune di non riuscire ad incassare il dovuto. Si pensi che è stato riscosso solo il 52,23% di quanto accertato dei proventi dei servizi pubblici e solo il 30,71% dei proventi della gestione patrimoniale. I cittadini corretti sono così penalizzati due volte in quanto pagano il proprio e devono integrare le somme dei furbi che evadono.
“Particolare attenzione deve essere posta nei confronti della società in house GesTE Srl, così come già rilevato dal Collegio dei Revisori dei Conti nelle precedenti relazioni al bilancio di previsione, anche in considerazione delle ripetute perdite di esercizio della società che hanno portato alla riduzione del capitale sociale” queste dichiarazioni da parte dell'Organo di Revisione non hanno certo bisogno di commenti, ma si continuano ad ignorarle e i cittadini pagano, ma non è tutto , dopo anni di solleciti l'ente non si è ancora dotato di idonee procedure contabili per la compilazione e la tenuta dell'inventario, sottolineano i revisori, siamo veramente all'assurdo.
Sconcertanti sono le considerazioni e raccomandazioni finali riportate nella relazione del Servizio Finanziario per quanto riguarda il 2013; aumentare le entrate correnti manovrabili(tariffe, ecc.) , consolidare le entrate tributarie(in primis IMU), migliorare la redditività del patrimonio disponibile(altri aumenti), andare ad effettuare vendite di patrimonio che garantiranno flussi straordinari di entrata, ridurre la spesa di personale (??). Vantarsi, come ha fatto il Sindaco, di aver maturato nel 2012 consistenti risparmi sulla spesa grazie anche alla riduzione del personale (10 unità in meno rispetto al 2011) significa alterare la realtà dei fatti, nove persone sono andate in pensione per raggiunti limiti di età e solo una è stata trasferita ad altro comune. Quale operazione strategica sia stata attuata di cui potersi vantare è tutta da capire. Questa amministrazione di sinistra è sta capace di mettersi contro anche la CGIL, organizzazione sindacale che nei confronti del PD ha sempre avuto un occhio di riguardo, per il problema della produttività spettante ai dipendenti che ha richiesto a gran voce l'azzeramento degli incarichi fiduciari per liberare risorse da devolvere al saldo di quanto dovuto ai lavoratori. E' ormai un anno che il Sindaco promette questa importante ristrutturazione, ma no, la questione non è poi così importante, il personale comunale può ancora aspettare!


Cons. Riccardo Maini (Indipendente)
















Fonte: Cons. Riccardo Maini (Indipendente)
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri