none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
REDAZIONE - de Il Foglio
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Antonio Mazzeo
none_a
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
da: Cons. Riccardo Maini
Cons. Riccardo Cini
LA CORTE DEI CONTI BACCHETTA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

3/5/2013 - 13:32


SAN GIULIANO TERME:


LA CORTE DEI CONTI BACCHETTA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE


La Corte dei Conti di Firenze, Sezione Regionale di Controllo per la Toscana, con la Delibera n.102/2013/PRSP, depositata in data 18 aprile 2013, ha demolito l'Amministrazione Comunale di San Giuliano Terme, nella valutazione data alla relazione inoltrata alla Sezione da parte dell’Organo di revisione del Comune Termale in ordine al rendiconto 2011.
Nella delibera si legge: “Dalla relazione dell’organo di revisione sul rendiconto 2011 e dall’esame dei prospetti ad essa allegati emergono criticità e/o irregolarità gravi......che ineriscono comportamenti difformi dalla sana gestione finanziaria e/o violazioni degli obiettivi della finanza pubblica allargata e/o irregolarità contabili e/o squilibri strutturali del bilancio dell’Ente locale”.
In particolare per quanto riguarda il Risultato di Amministrazione - si legge ancora - l’accertamento di un disavanzo di amministrazione (generato dalla competenza e dalla gestione residui) nell’esercizio induce ad una valutazione complessivamente negativa, in termini di sana gestione e sostenibilità finanziaria nonché di mantenimento degli equilibri di bilancio negli esercizi futuri e il disavanzo accertato è in euro 2.127.819,20; inoltre risultano da ricostituire fondi vincolati di importo rilevante”.
“E' stato inoltre rilevato che l’Ente ha approvato un piano triennale del finanziamento del disavanzo di amministrazione 2011 che prevede, per l’esercizio 2013/2014, l’impiego di entrate derivanti da alienazione di beni patrimoniali; tale circostanza rappresenta una grave irregolarità contabile.”
Di fronte a queste preoccupanti valutazioni è molto difficile trovare giustificazioni a questa fallimentare azione di governo locale.
Ancora una volta sindaco e giunta, per sfuggire alla loro incapacità gestionale, chiameranno in causa Berlusconi e Monti, quali unici responsabili, non volendo riconoscere le proprie gravi responsabilità.
Basare tutto un bilancio di previsione 2011 su un'operazione, non riuscita, di “sale and lease back” di un immobile quale la Tabaccaia è stato il fallimento, un suicidio amministrativo di cui  sindaco, giunta, con l'avallo del PD, IDV e PSI, sono gli unici responsabili.
Ancora una volta la Corte dei Conti di Firenze è stata impietosa nei confronti degli amministratori comunali usando giudizi pesanti come macigni “emergono criticità e/o irregolarità gravi” che non hanno bisogno di spiegazioni o commenti.
Le scuse pubbliche ai sangiulianesi dovrebbero essere un atto dovuto e un'assunzione di responsabilità visto che la cattiva gestione politico-gestionale è stata fatta pagare a tutti i cittadini termali, le dimissioni dovrebbero essere il passo successivo, ma è molto improbabile che venga fatto.

Cons. Riccardo Maini
Cons. Riccardo Cini

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

12/5/2013 - 17:10

AUTORE:
SI FA FINTA DI NON CAPIRE ......

EGR. SIG. ANTONIO LE VORREI FAR PRESENTE CHE SE OGGI IL COMUNE HA RIPORTATO UN PO' LA BARCA IN PARI E' GRAZIE ALL'AUMENTO DI TUTTE LE TASSE AL MASSIMO CHE I CITTADINI HANNO DOVUTO PAGARE PER RIPIANARE L'ENORME BUCO DI BILANCIO PER LA CATTIVA GESTIONE DEL COMUNE. E' VERO CHE HO VOTATO ANCH'IO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 MA HO VOTATO ANCHE UN ODG DI ACCOMPAGNAMENTO ALLO STESSO CHE RIPORTAVA COSE BEN PRECISE CHE SONO STATE DISATTESE DALL'AMMINISTRAZIONE. PERTANTO LA INVITO A LEGGERSI QUEL DOCUMENTO COSI' COME HO INVITATO IL CAPOGRUPPO DEL PD NELL'ULTIMO CON COM A FARLO, VISTO CHE HA ESPRESSO LO STESSO SUO CONCETTO.
CORDIALI SALUTI RICCARDO CINI

4/5/2013 - 14:31

AUTORE:
Cons. Riccardo Maini

Sono molto soddisfatto quando trovo persone come il sig. Gabriele che ha la compiacenza di leggere e poi criticare con competenza il mio scritto. Il suo commento è una perfetta, direi quasi identica, esternazione del Sindaco Panattoni, sembrerebbe scritto da Paolo in persona, ovviamente è solo una battuta, per meglio rappresentare l'affinità di pensiero del Sig. Gabriele alle idee del suo sindaco. Capisco che possa "rodere" e non poco, ai compagni del PD o ai sostenitori dell'IDV e PSI che si ricordi ai sangiulianesi i danni economici che questa amministrazione ha fatto. Può sembrare una minestra riscaldata e difficile da digerire per alcuni, riportare le valutazioni decisamente negative della Corte dei Conti della Toscana che ancora oggi giungono, ma nel 2013 continuiamo a "mangiare " leggasi pagare, per l'incapacità gestionale del 2011. Se per lei aver "venduto" le farmacie comunali, aver tassato i cittadini mettendo l'IMU sulla prima e seconda abitazione ai massimi valori consentiti, aver aumentato l'addizionale sull'imposta sul reddito delle persone fisiche e così via, sono operazioni di cui vantarsi, per me, ignorante e incompetente (mai vantarsi troppo) consigliere di opposizione è una vergognosa azione vessatoria nei confronti dei cittadini ed avere il coraggio di sbandierare che questa amministrazione è stata capace di aver fatto rientrare il deficit in un solo anno con il bilancio 2012, è la chiara dimostrazione di ottusa arroganza e insolenza che non permette ai rappresentanti politici di maggioranza di rendersi conto del danno che è stato arrecato ai sangiulianesi e che l'ostinata presunzione di onnipotenza produrrà ancora.
Con grande rispetto.

3/5/2013 - 21:30

AUTORE:
Gabriele

Minestra riscaldata, caro Maini. Il 2011 sono 2 anni fa. Neanche una parola, vero consigliere, sul fatto che nel 2012 il bilancio è tornato alla normalità? E poi caro consigliere un appunto: Come sai benissimo ( ma forse è meglio non dirlo a tuo tornaconto)il piano di disavanzo previsto su tre anni ed approvato prima di dicembre 2012 prevedeva che il deficit fosse ammortizzabile su tre anni e con la possibilità di utilizzare vendite patrimoniali. Solo con la legge di stabilità ( dicembre 2012- e quindi successiva all'approvazione dell'atto) si cambiano forme di copertura del deficit.
Quindi due cose da sottolineare:
1) con l'approvazione del bilancio 2012 il deficit è rientrato in un anno
2) la misura assunta dal consiglio è precedente all'approvazione della legge di stabilità.
Ma è meglio no dirlo, vero Maini!
In fondo non sei mica tenuto a conoscerle certe cose. Del resto non fai mica il consigliere comunale!!!!!

3/5/2013 - 15:18

AUTORE:
Antonio

La delibera della corte dei conti arrivata adesso si riferisce al bilancio consultivo del 2011 e non alla situazione attuale dell'ente. Era una delibera scontata visto il problema che il comune aveva affrontato nel corso del 2011. Quindi nulla di nuovo se non la solita frittata che si ripete da 2 anni: Il mancato perfezionamento del lease back sul l'ex hotel terme (non sulla tabaccaia) avvenuto nel corso del 2011 a causa dell'improvvisa e repentina crescita dello spread legato alla tragica situazione economica in cui il paese è stato scaraventato negli ultimi 6 mesi del 2011 e che ha portato alla caduta del governo Berlusconi e alla conseguente nascita del governo Monti.
Ciò che stupisce di piu, oltre alla tempistica, è che a firmare l'articolo ci sia anche il consigliere Cini che all'epoca aveva approvato il bilancio di previsione 2011 che prevedeva l'operazione citata, e che oggi bacchetta la scelta fatta anche da se stesso. Ma si sa, le elezioni sono alle porte e questa questione ci accompagnerà ancora per un anno. Nel 2014 saremo ancora a discutere del 2011.