none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Festa della Repubblica
2 Giugno: Decoro della Bandiera, come si espone?

30/5/2013 - 20:10

Come si espone la Bandiera Italiana alla finestra o sul balcone di un palazzo? A destra, a sinistra, e quella europea dove va? Un’utile guida è stata diramata oggi dalla Prefettura di Pisa a tutti gli uffici pubblici della provincia. È allegata ad una nota del Prefetto Francesco Tagliente, che invita a verificare che la Bandiera nazionale e quella europea siano esposte in modo corretto ed in buono stato di decoro, soprattutto nell’imminenza del 2 giugno, festa della Repubblica.
Dal sito della Prefettura di Pisa, è possibile scaricare il testo della guida all’esposizione della Bandiera, dove sono comprese anche casistiche e foto esemplificative di corretta o non corretta applicazione delle norme vigenti, obbligatorie per gli uffici pubblici ma di utilità anche per strutture private.
Ogni Ente pubblico deve aver designato un "responsabile della verifica della corretta esposizione"(Flag Man) che deve controllare – scrive Tagliente – «sia la corretta esposizione delle Bandiere nel rispetto delle regole protocollari, sia che le stesse non si presentino logore, scolorite, strappate, sporche o male avvolte all’asta».
«Particolare attenzione si richiama – aveva già scritto il Prefetto agli stessi destinatari il 2 maggio scorso – sulla disposizione delle Bandiere all’esterno degli uffici pubblici tenendo presente che la bandiera nazionale, se esposta insieme ad altre, occupa il posto d’onore a destra (se sono due) o al centro (se sono di più). Ove siano disponibili tre pennoni fissi e le Bandiere da esporre siano due, è lasciato libero il pennone centrale». Dove naturalmente per posto d’onore si intende quello che si trova a destra, affacciandosi alla finestra o al balcone dove sono affisse le bandiere. Guardando quindi verso l’esterno e non verso la facciata del palazzo.
«Per quanto concerne la bandiera dell’Unione Europea – ricorda ancora Tagliente – la legge n. 22/1998 dispone che essa accompagni la Bandiera nazionale ogni volta che questa è esposta, occupando la seconda posizione. Si rammenta che non è ammessa l’esposizione della Bandiera europea da sola».
Ma il richiamo forse più importante è quello dove viene attirata l’attenzione sul fatto che (articolo 9 Dpr 121/2000) «le Bandiere devono essere esposte in buono stato e correttamente dispiegate». Sono sempre troppi i casi in cui i vessilli esposti negli edifici pubblici sono sbiaditi, consumati e qualche volta perfino strappati. Si vedono residui di Bandiere che il vento ha piegato su sé stesse e che sono immobili da tempo, vinti dalla polvere e dalla poca attenzione. Una trascuratezza che non è possibile giustificare.

 Pisa, 30 maggio 2013

Prefettura di Pisa - Ufficio Stampa
Piazza Giuseppe Mazzini 7 - 56127 - Pisa
www.prefettura.it/pisa


 


Fonte: Prefettura di Pisa - Ufficio Stampa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

31/5/2013 - 8:33

AUTORE:
Tiziano Nizzoli

Io sono da sempre il flag-man di casa mia ed il due giugno espongo regolarmente la mia bella bandiera tricolore dal terrazzo di casa mia. Il quesito che pongo al Prefetto Tagliente è il seguente: esiste una legge che punisce i trasgressori al suo "invito"?.Grazie