none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . i fischi per fiaschi è la tua attitudine principale?
Se .....
. . . manca l'acqua, il presidente Schifani raziona .....
. . . caro Mirko, io non ho chiesto di mettere un .....
. . . Mario.
Mario ir mì 'ugino mi disse: sei venuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
S. Giuliano Terme
Riccardo Cini Cons. Comunale
Corte dei Conti bilancio consuntivo 2011 - nulla è cambiato per i cittadini termali

8/6/2013 - 8:27

CORTE DEI CONTI BILANCIO CONSUNTIVO 2011 – NULLA E’ CAMBIATO PER I CITTADINI TERMALI.
 
La delibera della Corte dei Conti, in merito al bilancio consuntivo 2011, “l’annus horribilis” per il comune di San Giuliano Terme, ma soprattutto per i Cittadini che  hanno pagato per una gestione politica che ha portato al pre-dissesto il Comune, evidenzia che “ emergono criticità e/o irregolarità in quanto si inseriscono comportamenti difformi dalla sana gestione finanziaria “.
Con Bilancio di previsione 2012-2015 sono già stati avviati gli adempimenti per il risanamento delle casse comunali, e sicuramente i Cittadini termali se ne sono accorti al momento di pagare l’IMU, oltre alle altre leve fiscali aumentate al massimo (dell’addizionale IRPEF, passi carrabili, oltre appunto l’IMU, il pagamento per  la prima casa è  sospeso fino alla fine di agosto ).
Tra l’altro la delibera della Corte dei Conti, in un passaggio che fa riflettere, fa presente che “ ha ritenuto rilevanti ed analizzato solo alcuni profili di criticità e/o irregolarità e pertanto l’assenza di uno specifico rilievo non può essere considerata di per se positiva”
Purtroppo si continua ad omettere “il perché” siamo arrivati a questo punto.
Scelte politiche poco attente, l’assenza di riforme strutturali (riorganizzazione della macchina comunale con riduzione dei Dirigenti da 5 a 2 come enunciato dal Sindaco e mai attuata),  hanno fatto ricadere su tutti i Cittadini, indistintamente, le conseguenze.
I Cittadini, oltre a dover pagare la grave crisi generale, si sono accollati anche  il carico da novanta che l’Amministrazione ha imposto loro, e di contro vi è stata anche una diminuzione dei servizi (leggasi trasporto scuole materne, contributo all’affitto).
Per ripianare il debito sono state vendute le Farmacie e parte del patrimonio immobiliare.
Le Farmacie tra l’altro erano l’unico ramo di azienda della Società in House che produceva utili e immetteva liquidità, mentre il patrimonio immobiliare è stato nella maggior parte più che venduto, svenduto, ma al contempo ci riferiscono che in un anno è stato ripianato il grande disavanzo, senza mai dire “grazie ai Cittadini”.
Poi, se andiamo a leggere bene il bilancio consuntivo 2012, proprio così non è, perché è il terzo bilancio consecutivo in disavanzo, dato che devono ancora essere ricostituiti i fondi vincolati per circa 800.000 euro.
Il Sindaco in uno degli ultimi consigli comunali ebbe a dire, che oggi  rifarebbe le stesse scelte.
Di solito si dice sempre che se le cose si potessero fare due volte ……., ma evidentemente questo detto non vale per il Sindaco, che riporterebbe al quasi fallimento il Comune.
In conclusione nessuna sorpresa. Delibera approvata dalla maggioranza, con l’impegno di assicurare con il bilancio preventivo 2013 la continuazione di questa politica tesa a garantire un solido e duraturo pareggio di bilancio corrente dell’Ente e del conto economico della Società in House.
Non ci vuole molta immaginazione per capire chi garantirà il solido e duraturo pareggio di bilancio corrente dell’Ente e del conto economico della Società in House.  Ben venga il Comune Unico.

 
          Riccardo Cini Cons. Comunale

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

10/6/2013 - 8:22

AUTORE:
Adele

Fate che un si ricandidi è bravo ma la politica vera è un'altra cosa

8/6/2013 - 13:14

AUTORE:
Giovanni Meloni

Cini sveglia siamo nel 2013 meno male che tra un'anno....

8/6/2013 - 12:30

AUTORE:
Luca Ruberti

Non capisco perché i lettori della vds non apprezzano gli articoli del Cini che se pur logorroico e bravo. Allora lo dico io bravo Cini continua così........