none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . . . È ad emettere la sentenza "inappellabile" .....
vivi solo il presente dei tuoi interventi sulla VdS, .....
Quando io da buon soldatino ed iscritto al partito .....
Leggo ora di questa polemica su Bersani e dico la mia. .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Associazione culturale "Nati per scrivere"
none_a
Villa di Corliano, 4-10 ottobre
none_a
Corso di Scrittura Creativa
none_a
Pisa, 3 ottobre
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Molina di Quosa, 29 settembre
none_a
Molina di Quosa, 25 settembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
none_o
Senza Parole di Madamadorè e le amiche del té

25/8/2013 - 10:32

Avevamo un argomento su cui scrivere... ma poi siamo state travolte, aggredite e graffiate da immagini orribili e arrivano queste righe scritte da Emanuela, ci fermiamo, non aggiungiamo niente, perchè ogni parola è inutile, ogni minuto passato e che passa segna il nostro irrimediabile ritardo...noi abbiamo già perso speranza e futuro.


Sono giorni che vedo scorrere nelle homepage dei quotidiani, sui social network le immagini di quei bambini distesi, apparentemente addormentati, e sono giorni che mi do della vigliacca perché non riesco per più di due secondi ad osservare quelle immagini.

No, non ci riesco, lo strazio è troppo grande, inimmaginabile, e allora controllo ogni giorno il sito di Amnesty International per vedere se ci sono notizie certe, denunce e, ancora, mi appiglio alla speranza che al momento Amnesty ha chiesto l’intervento degli ispettori dell’Onu, ma non ha dato per certo l’utilizzo di armi chimiche.
Ma allora quelle immagini da dove vengono?

Chi sono quei bambini distesi?

Quali sono i loro nomi?

Quanti anni hanno?

Dove sono i loro genitori?

E, soprattutto, perché sono lì, così?
E ancora: qualora fosse dimostrato che non sono state utilizzate armi chimiche, non è forse certo che in Siria sono oltre due anni che muoiono centinaia di persone, di cui moltissimi bambini, nell’indifferenza generale?

Ci voleva il sospetto dell’impiego di armi chimiche, dell’abominio più totale perché il mondo si occupasse di quello che sta accadendo in quel paese?
Senza contare le migliaia di persone costrette a lasciare le loro case, le loro cose, spesso poche, ma loro, a dividersi da affetti familiari, dagli amici, persone strappate bruscamente e violentemente al loro quotidiano.

E’ di pochi giorni fa l’immagine di migliaia di profughi (si parla di 35000 persone) che attraversano il confine tra Siria e Iraq.

E quell’immagine...sì, sono riuscita a guardarla per più di due secondi, era più sopportabile di quella dei bimbi distesi, figuriamoci...

E allora non so, davvero non so... o, forse, sì, lo so, so perché in questi ultimi giorni mi riesce tanto difficile occuparmi delle meschine vicende di casa mia.


Scegliamo di non inserire alcuna foto che riguarda questa ultima strage, perchè appunto è solo l'ultima in ordine di apparizione, perchè non è la sola strage di bambini, ma vorremmo fortemente che fosse l'ultima in ogni senso...un grande urlo infinito invada il mondo...

 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: