none_o

In questo periodo di grande confusione una guida medica per chi è malato o pensa di esserlo perché ha avuto, o pensa di aver avuto, un contatto con un positivo al Covid. Un contributo della Voce per fare chiarezza.
 

Angori Massimiliano
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . . è il mio suggerimento .....
. . . ancor di più se avessi il tuo indirizzo mail, .....
. . . t' accontento. Una cosa giusta l'hai detta : .....
Un vecchianese; un pole di la sua ricalcando un pensiero .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
Di Matteo Cannella
none_a
La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
bit.ly/segre2020-"Il mare nero dell'indifferenza",
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
Comelico Superiore, Veneto
none_a
"Che tempo che fa"
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
none_o
SE VUOI LA PACE...
prepara la pace
di Madamadorè e delle amiche del te

8/9/2013 - 16:26

 

Sabato mattina mi arriva questa mail da Lara, sento la sua apprensione mentre leggo, le sue parole accorate...lo so che ne abbiamo già parlato, lo so che la questione è complicata, ma le domande ci sono tutte...Siamo ancora nel medioevo e non ce ne siamo accorti? perchè la guerra è ancora oggi considerata una soluzione giusta? Davvero parlare di pace è puro esercizio di poesia?
 
Passa in Tv l’immagine di due uomini che si stringono la mano; darsi la mano tra esseri umani nel comune linguaggio dei corpi può sottintendere un saluto, il suggellare un patto stabilito, un rafforzare una promessa scritta o verbale, oppure un accordo di pace!
Ma non questa volta.
Non se a stringersi la mano sono Putin ed Obama, i padroni delle sorti di ognuno di noi, dal più grande al più piccolo, dal più ricco al più povero, dal più potente al più debole!
Sede G20, i partecipanti sfilano come per andare ad una gran prima teatrale, uomini e donne vestiti elegantemente all’interno di una location da favola.
Penso che la percentuale infinitesima di umanità data dai presenti, racchiusa in una bolla di sfarzo irreale e per me, visto il momento, immorale, non possa decidere le sorti di un popolo e del mondo intero.
Nella stretta di mano tra quei due son racchiusi il mondo e le sue genti;  decideranno davvero di stringere la presa stritolandolo o l’allenteranno cercando la soluzione migliore “NO WAR”???

Certo è, che le premesse e le distanti posizioni dei vari paesi, non fan presagire nulla di buono. Chissà se a loro passerà in mente l’immagine della distesa di  piccoli corpi avvolti in lenzuola bianche, l’immagine di pianto, disperazione e desolazione di quella gente... Io l’ho impressa nella mente e nello stomaco, in fondo, è lì come un macigno che schiaccia, comprime tutto, fino alle lacrime inutili di questi giorni.
Ancora una volta ho vergogna del mio paese che, per parola del Primo ministro Letta: non interverrà  nel conflitto a meno del benestare ONU!
L’Art. 11 di quella vecchia Carta, illuminante e illuminata, chiamata Costituzione, parla chiaro così come parlan chiaro le menti di milioni di persone, la guerra non è una soluzione a nulla se non  una ri-soluzione di vite umane, uno scempio paesaggistico e morale, cosi ché, un tavolo nato per pianificare l’economia e lo sviluppo dei paesi, diverrebbe veicolo di disfatta totale!
Allora visto che siamo nell’era tecnologica, potevano giocare a “La guerra dei bottoni” e schiacciandone uno solo, far finire il mondo! L’ardua sentenza ai posteri sarà così evitata, così come impossibile sarà il giudizio dei bambini, posto  a fine dell’omonimo romanzo, nei confronti dei  "grandi": "E dire che, quando saremo adulti, diventeremo stupidi come loro!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri