none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
. . . ci siamo eruditi, siamo passati da Rametti a .....
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Parco naturale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli,
Guardie del Parco al lavoro per la prevenzione degli incendi boschivi

8/9/2013 - 16:34



Guardie del Parco al lavoro per la prevenzione degli incendi boschivi

(Comunicato stampa del 08.09.2013)
Questa mattina, all'interno della Riserva naturale della Cornacchiaia - Bosco dell'Ulivo, nella parte meridionale del Parco naturale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli, si è sviluppato un incendo che è stato subito domato grazie all'intervento immediato di una pattuglia delle Guardie del Parco: queste ultime hanno infatti svolto sin da subito il ruolo di direzione operativa coordinando i volontari presenti e facendo intervenire tempestivamente due elicotteri della Regione Toscana.
Fortunatamente le conseguenze sono state assai limitate e circoscritte a poco più di tre ettari di vegetazione arbustiva, senza dunque recare alcun danno al bosco presente nella riserva.
Nella giornata di ieri un intervento analogo dell'Ente Parco aveva scongiurato il rischio di danni nella zona della Bufalina, un'altra area boschiva di pregio dell'area protetta, al confine tra le province di Pisa e Lucca.
Il monitoraggio antincendio è da tempo tra le priorità dell'Ente Parco, che quest'anno ha voluto intensificare ancor più la propria azione con attività di prevenzione, affidate alle Guardie del Parco, che saranno presto integrate e rese ancor più efficaci grazie all'installazione di un moderno sistema di videosorveglianza.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri