none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, .....
Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei .....
Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con .....
. . . abitante sempre a MdA.
La sig. ra. Lucia ebbe .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
BOCCA di SERCHIO
Aggiornamenti

19/9/2013 - 22:30


Il mare non accenna a calmarsi e anzi è un poco più mosso, la punta della spiaggia di là è stabile e appare scompare sotto le onde che la vecchia spiaggia sommersa frena non facendo, in questo caso, arrivare i cavalloni a riva dove avrebbero fatto un danno peggiore dell’acqua del Serchio che si vede correre velocemente (foto 5) verso lo scalino della pista che si sta avvicinando al mare che ancora mare non è.


Ecco cosa racconta il Serchio: una storia di tentativi di pista non pista, ciclabile o navigabile, sotto il sole o sotto l’acqua.
Vi ricordate anni fa quando una mareggiata arrivò a lambire la pista ciclabile che arrivava dal muraglione e andava a Marina di Vecchiano?
Furono fatte foto e articoli su questo giornale e si gridò allo scandalo per avere permesso al Mare di rovinare una così importante opera.
La striscia verso mare fu protetta da un recinto di tavole, fu rimesso il ghiaino e tutti contenti.
Altra piena, altra mareggiata, altra invasone di carreggiata  e la pista fu spostata verso la pineta facendo, questa volta, un cordone di finta duna e tutti contentissimi.


Che fine ha fatto a prima pista?

Guardate (foto1 e 2) dove è ora!
Colpa del comune?
Via, siamo seri!


Se la donna è mobile, il Serchio è ancor di più e noi dobbiamo rispettarlo, amarlo, capirlo e sopportarlo altrimenti non sarebbe più un fiume unico ma un fosso qualsiasi!


Facciamo allora come le folaghe del laghetto che resiste: mangiamo, godiamo, amiamo, divertiamoci e, se non fosse possibile a qualcuno, allora che sia fatto come la pittima… andiamogli in culo!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/9/2013 - 12:56

AUTORE:
passante

Dio mio... devo smettere di lavorare per andare in questo paradiso!

20/9/2013 - 12:54

AUTORE:
foto

di giornata, cioè giovedì mattina 19, ore 9-10

20/9/2013 - 12:22

AUTORE:
passante

di quando sono le foto?