none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . quello che si crede sempre il migliore, ora .....
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
VECCHIANO-Trasporto pubblico locale
Da domenica 13 ottobre di nuovo attive le corse Pisa-Vecchiano durante i festivi

4/10/2013 - 11:57

 
Trasporto pubblico locale: da domenica 13 ottobre di nuovo attive le corse Pisa-Vecchiano durante i festivi


Vecchiano –   

 Il nostro Comune ha approvato la linea regionale che ha individuato un nuovo modello di governo del sistema del trasporto pubblico locale, attraverso l’individuazione di un ambito territoriale ottimale, ed oggi, come tutti i Comuni dell'Area Pisana, confluiamo nel CTT Nord.

Quest'ultimo ci ha confermato ufficialmente che a partire da domenica 13 ottobre saranno ripristinate le corse nei giorni festivi che erano state soppresse a partire dal 30 giugno scorso”, afferma il Sindaco Giancarlo Lunardi.

 “Una buona notizia per i cittadini di Vecchiano che possono tornare a beneficiare del collegamento con il capoluogo di provincia anche nei giorni di festa”, ha concluso l'Assessore al Trasporto Pubblico Locale, Bruno Sermonti.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

4/10/2013 - 17:23

AUTORE:
Ultimo

.......... iR servizio 'on le 'arrozze ed i cavalli ........ bastavino e avanzavino e un unquinavino. ...... Qualche caata si. ....... Ultimo.

4/10/2013 - 16:59

AUTORE:
Il censore

Estendere ed ampliare la gamma dei servizi pubblici, implementare le prestazioni di pubblica utilità, è doveroso e inderogabile esigenza e compito dell'amministrazione pubblica, in specie ancor più stringente se a carattere locale, e dobbiamo dare atto alla attuale compagine della giunta del comune di Vecchiano, del successo ottenuto con il ripristino di un servizio di base della mobilità, con il collegamento festivo su gomma con PISA.

Ciò non impedisce tuttavia dalla formulazione di critiche ed obiezioni, con spirito costruttivo, allo scopo di costituire uno stimolo ulteriore di sensibilizzazione ed impegno crescente sulla tematica.

Nella fattispecie, mi domando in primo luogo, perché tale collegamento sia limitato a Vecchiano, e non si estenda anche a Filettole ed Avane, con una discriminazione arbitraria che svilisce gran parte del senso del collegamento, negando ad alcuni ciò che viene ritenuto utile ad altri.

Ancorchè dimostrandosi eticamente censurabile in quanto servizio pubblico, e prestando il fianco a maggiori critiche dato la posizione più defilata dei luoghi citati, logisticamente già trascurati e penalizzati, oltre che dai vettori, dalla scarsa presenza di strutture di base, alla difficoltosa connessione con il territorio circostante, e trascurato spesso in altre circostanze che di fatto limitano aspetti fondamentali dei diritti del cittadino.

Mi riferisco all'insufficienza od assenza di presidi sanitari, di sicurezza, distribuzione, economici, ma anche ludici e del tempo libero e di fruizione specialmente di servizi in genere ormai indispensabili a chiunque , e di difficile accesso data la situazione dei trasporti.

ciò limita i diritti dei più deboli, fragili, o di chi è impossibilitato ad usare mezzi propri o gli indigenti, gli anziani, disabili e le categorie più svantaggiate, favorendo ò'incremento del traffico privato, già al collasso.

Insinua inoltre il dubbio che esistano figli e figliastri nelle scelte e nelle priorità dell'amministrazione, che favoriscono zone e campanili, trascurandone altri.

VEDI anche la questione dell'interruzione della via delle cave a seguito di una frana qualche mese addietro, e l'affaire della rotonda al ponte di Pontasserchio non introdotta forse per non turbare gli attuali flussi del traffico favorevoli a un disimpegno più facile per chi proviene o si dirige a VECCHIANO, la scarsa attenzione ai problemi delle frazioni minori, spesso neglette anche in manifestazioni culturali, sportive, illuminazione pubblica, arredo urbano, etc etc...

Non mi spino ad elencare il cahier de doleances completo, consapevole del carattere folckloristico e provocatorio tipico della polemica locale , e dell'arguzia popolare e sanguigna della toscana, ma chiedo se possibile dei chiarimenti e assicurazioni in proposito.....

NON PRETENDO IMPEGNI SUPERIORI IMMEDISTAMENTE OPERATIVI, FUORI BUDGET, O INTERESSE IN AMBITI O GIURISDIZIONI NON DI COMPETENZA, MA UN SEGNALE DI ATTENZIONE, UNA TESTIMONIANZA DI SENSIBILITà ALL'ARGOMENTO, UNA CONFUTAZIONE RASSICURANTE DEI SOSPETTI ENDEMICI E LATENTI.... SICURO DI PENSAR MALIZIOSAMENTE ATTENDO AGOGNATE SMENTITE