none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . è il corvo. Invece i citrulli che minimizzano .....
. . . l'uccellaccio del malagurio? corvo o condor?
. .....
Molti sindaci, a mio avviso previdenti, hanno impedito .....
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Vicopisano
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
RIPAFRATTA-SAN GIULIANO
Video-comunicato sulle stazioni

20/4/2014 - 19:33

Le stazioni di San Giuliano Terme e Ripafratta, sabato mattina, sono state oggetto di attenzione da parte di sostenitori e candidati della lista L'altra San Giuliano. L'iniziativa fa seguito alle nostre numerose denunce sollevate negli ultimi anni sullo stato di abbandono e degrado che affligge le infrastrutture ferroviarie. I militanti all'insegna del recupera, ripristina, ripopola, e armati di scope, tagliaerba e rastrelli hanno ripulito le aree circostanti le stazioni dall'immondizia, tagliato l'erba, lavato le panchine, tolto gli escrementi di piccioni ridando un po’ di decoro e vivibilità alle stazioni, frequentate quotidianamente, con non pochi disagi, da tanti pendolari e studenti.

 

Finalità dell'intervento è stata soprattutto quella di sollevare l'attenzione non solo sui disservizi legati all'assenza di personale di custodia delle strutture con mancanza di manutenzione ordinaria, biglietteria e apertura dei servizi igienici e della sala d'attesa ma sugli interi edifici delle stazioni (Rigoli compresa) e soprattutto quello del capoluogo, ove, all'ultimo piano, sono presenti appartamenti ormai sfitti da anni e al piano terra, un pessimo intervento di riqualificazione operata dall'amministrazione comunale ha trasformato un umido magazzino delle ferrovie adiacente al terrapieno, in saletta congressi, senza edificazione dell'intercapedine, rendendola praticamente inutilizzabile in certi mesi per le infiltrazioni di acqua che ne allagano periodicamente il pavimento.

 

Le stazioni ferroviarie costituiscono un importante patrimonio storico-edilizio, e, pur essendo a soggette a vincolo, sono state lasciate dalle precedenti amministrazioni comunali ad un progressivo stato di sottoutilizzazione e abbandono.  L'altra San Giuliano, se assumerà le redini del Comune, si impegnerà nell'elaborazione di un piano che impieghi giovani disoccupati in un progetto che comporta un “presenziamento indotto” delle stazioni, con positivi effetti anche in termini di qualità e decoro. La costante presenza di personale durante il giorno con compiti di pulizia, vendita dei biglietti e sorveglianza ripristinerà l'originario decoro e adeguati servizi sia ai residenti sia ai turisti che utilizzano il treno per raggiungere le Terme. Inoltre ci impegneremo per il recupero degli appartamenti a fini abitativi e per restituire gli immobili, preziosi beni comuni, all'uso delle comunità locali in modo che possano tornare a svolgere funzione di aggregazione sociale, coinvolgendo nella gestione le associazioni del territorio in progetti di utilità generale. 

 

Crediamo che la cittadina termale con vocazione turistica, meriti ben altro biglietto da visita ed i suoi cittadini servizi adeguati per un nuovo modello di mobilità che incentivi l'utilizzo del treno, mezzo collettivo ed ecosostenibile a discapito del trasporto su gomma, individuale e ad alto impatto ambientale.


 

 

Fonte: Comunicato "L'altra San Giuliano"
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




22/4/2014 - 16:10

AUTORE:
Sangiulianese

Purtroppo per provare a fare qualcosa ci vuole la gente che ti sostenga, altrimenti non si fa nulla: in politica, nei condomini, sul lavoro, ecc. Invece di prendertela con un consigliere di minoranza, prenditela con chi ha il potere.

22/4/2014 - 14:14

AUTORE:
marco alessi

Vede Sig.Maini
posso anche pagarli un corretto..ma il problema rimane..è vero che fece pulire la stazione,ma non ha risolto il problema,perchè ora è come due anni fa,e la cosa che piu mi ha dato fastidio di lei che in piu occasioni,anche ad una riunione dell' associazione ,salviamo la rocca di ripafratta,fece presente ,che voleva essere appoggiato per continuare questa battaglia,a mio avviso,doveva fare l'opposto..prima fare ...e poi sicuramente avrebbe avuto il suo ritorno,niente di roboante,perchè nella vita comune,prima si fa e poi si chiede

saluti marco alessi

21/4/2014 - 22:36

AUTORE:
DiEnne

"Da quanto mi fu riferito verbalmente l'amministrazione comunale doveva ancora chiarire alcuni punti dell'accordo che riguardava anche la stazione di San Giuliano Terme e tutto era fermo." Magari a causa della vicenda degli ascensori per disabili?
" ... l'amministrazione comunale si dichiarava interessata ad un eventuale comodato d'uso con le modalità concordate con le strutture competenti delle FFSS, per un eventuale uso da parte di associazioni culturali di vario tipo.". Visto lo stato in cui si trova la stazione di SGT, come può tenere in ordine la stazione di Ripafratta?

21/4/2014 - 21:02

AUTORE:
Riccardo Maini

E' difficile per me vecchio brontolone e criticone rimanere in silenzio quando leggo questi articoli e commenti.
Vi voglio raccontare brevissimamente una storiella. Un residente di Ripafratta mi invitò qualche tempo fa a fare una girata nella frazione per vedere la situazione di abbandono e di degrado in cui versava ed in particolare la stazione. Accettai l'invito e feci un sopralluogo e alla fine accettai anche la scommessa di un caffè, che avrei vinto, se avessi risolto uno solo dei tanti problemi che mi aveva fatto vedere.
Il 17 marzo 2012 ho presentato una interrogazione con risposta orale oggetto: Situazione di degrado via Fattori - Ripafratta (risposta riportata nel verbale del consiglio comunale del 16 maggio 2012 da parte dell'Assessora Mele e Assessore Pannilunghi) tentativo rimasto inascoltato, ho ancora le foto di una roncola abbandonata sul marciapiede.
Stazione di Ripafratta: grazie all'interessamento dell'ing Giorgio Liaci (FFSS) al quale giunse una lettera, da me preventivamente concordata, del vice sindaco pro tempore Juri Sbrana, prot.21359 del 11.06.12 agli atti, a seguito della quale la stazione all'interno del sedime è stata tutta ripulita e il marciapiede che porta in paese reso praticabile, liberato da rovi e sterpaglia.
Nella lettera si chiedeva inoltre di poter effettuare un sopralluogo congiunto FFSS - Comune all'interno del fabbricato viaggiatori in quanto l'amministrazione comunale si dichiarava interessata ad un eventuale comodato d'uso con le modalità concordate con le strutture competenti delle FFSS, per un eventuale uso da parte di associazioni culturali di vario tipo.
In data 22.07.13 con raccomandata n.14582609111-2 mi sono rivolto direttamente all'ing Maria Grazia De Vita DTP FIRENZE SO Terminali e Servizi, per sollecitare una risposta sul comodato d'uso. Da quanto mi fu riferito verbalmente l'amministrazione comunale doveva ancora chiarire alcuni punti dell'accordo che riguardava anche la stazione di San Giuliano Terme e tutto era fermo.
Adesso nel vedere quanta propaganda politica viene fatta sulla pulitura delle stazioni e delle situazioni di degrado in cui versano, sorrido amaramente e mi chiedo perché allora nessuno mi ha dato una mano per ottenere qualche risultato? tra breve sentirò che qualche partito o lista civica andrà a pulire la Via Panoramica, se volete vi posso dare qualche informazione preventiva anche su questo argomento anche se ci sono molti personaggi locali che amano riempirsi la bocca; ricordo inoltre ai candidati a sindaco che vi è anche la Rocca di Ripafratta, vi è poi il l'Acquedotto Mediceo, il Cisternone, la rotatoria in zona Ghezzano-Colignola, la chiusura della strada in via delle Murella, le foresterie A.N.P.I.L. e tanto altro.Se volete avere del materiale sempre a vostra disposizione. Mi auguro che il nuovo che avanza, non sia il vecchio riciclato, ma da quanto vedo temo di avere ragione.
Una cosa importante il caffe non l'ho ancora bevuto.

21/4/2014 - 16:55

AUTORE:
raffa

Mi è piaciuta la vostra iniziativa. Sarebbe cmq bello ripeterla ogni anno. Voglio rispondere anche ai soliti due polemici che criticano ogni iniziativa:le critiche di qualsiasi tipo sono legittime e sacrosante ma criticare senza proporre alternative è una cosa sterile e inutile. Se la puliscono ogni cinque anni è pur sempre qualcosa voi ogni quanto andate a ripulire la stazioni
Fatemi indovinare... forse, MAI

21/4/2014 - 16:31

AUTORE:
Viagg, etc-etc: ed anonimo qb

...dato a noi dipendenti FS per chi teneva nel migliore dei modi le "stazioncine" e di solito lo vinceva Castiglioncello perchè era strutturata come una stazioncina delle Fate.
A SGT ci ho lavorato poco, però in quei giorni che il Reparto mi inviava in missione li come manovale, difficilmente usavo i tempi morti fra un treno e l'altro leggendo i giornali o stando a tirare le padate nei sassi e quindi se li in magazzino non c'erano granate(scope) sufficienti le portavo da casa perchè da ex contadino sapevo che la saggina si semina dopo Pasqua e che la stipa di macchia per le granate va "fatta" a luna calante non più tardi di Febberaio 'nsenò un'è bona e quindi ero ben fornito di roba per pulirele stazioncine a km 0 e costo 0 (zero)
Quindi hai voglia di scopà caate di piccione; ero giovane, forte, pratico e mai vagabondo e quindi se puta 'aso 'ndove mi mandavano in missione niente rimaneva come prima e la prima a toccanne era la pungia e se duravo a stacci nelle piccole stazioni, poi vedevi nascere tulipani, spuntare rose dal niente e piante da frutto: perchè come ex vivaista sapevo e so fare, quindi cambiavo di posto i giaggioli del monte di Vecchiano e li mettevo a ciocche alla staziona ferroviaria, alla Casa del Popoplo , alle scuole
La volta che fui trasferito a Pisa SR perchè le stazioni più piccole le misero in automatico e..fui criticato dal Capostazione-primo aggiunto (che abita ancora sopra la stazione di Pisa SR) perchè misi una pianta di fico dottato (fico bianco che fa i fichi fioroni ai primi di luglio e poi piena maturazione a settembre inoltrato) ebbene, il Capostazione disse: vai...! siamo arrivati, un fio 'ngiardino e..anche se è "nei dietri" ci sta male!

...poi, poi dopo 5 anni, una mattina presto per la guazza nel settembre vidi "il capo" con un cestino pieno zibillo di fichi e..la scusa fù che..poi vengono i marocchini, han fame e li mangian tutti loro anche se sono "palloni".
Capito mi hai!?

Poi ancora ho durato anni a curare le rose che misi nella precedente stazione vicino casa anche se impresenziata ma continuò a fare servizio treni per qualche anno e quindi frequentata e nonostante fossi quiescente tenevo pulito qb.

Poi, poi se vuoi pulire: via dei Pini da solo, la battigia del mare dalla Bufalina a Montioni, sistemare le 50 piante messe a dimora nell'89 nel campino del prete, aceri al campo sportivo tamerici alla chiesa, acacie in piazza della chiesa e nel giardino delle scuole Elio Pardi ed altro ancora, poi, poi si scopre che a tutto c'è un limite perchè anche scrivendo in lingua glocale e "sembrare" più furbo degli altri, caro Anonimo Puro gli anni passano per tutti; mapperò...mi sento ancora in grado di lanciare superbe sfide e...se un giorno ci si incontrasse fra quelle centinaia di persone che "puliscono il mondo" sostenuti dal WWF, Italia Nostra, il Consorzio di Bonifica,la Pubblica Assistenza, gli alpini, ed il Comune di Vecchiano; ecco li vedresti subito chi è il più sudato di tutti e..più esperto a raccogliere il troiaio di altri perchè è dal tempo degli Assessori vecchianesi; Guccinelli e Cattani che "quello" che te caro puro anonimo crederesti il più furbetto ed invece ho preso tante volte del coglione per la mia abnegazione nel volontariato e le più volte opero come un cane sciolto perchè altri non pratici a muover le mani mi sembran (modestamente parlando) sacchi di segatura bagnati da quanto son pitonti e quindi faccio come le capre, mi tolgo dal branco e vado a pulire il triplo di loro e se te lo dico io ci pe' crede, perchè sono 42 anni che avviene e...
e...tanti saluti si è fatto tardi ed ha smesso di piovere e quindi.

piesse, comunque è sempre bene fare che chiacchierare e basta, poi se non si accontentano gli esigenti, poco male il volontariato lo dice la parola stessa VO-LO-N-TA', quindi chi l'ha-l'ha e chi non l'ha, su danno perchè i governi grossi o piccini a far tutto quello che ci garba non ce la fanno più: Pantalone è tanto che non paga più e per giunta vuole gli interessi di quei tempi; quindi ben venga anche un ragazzino a pulire una volta l'anno che niente.
bona

21/4/2014 - 11:24

AUTORE:
anonimo puro

Scrive Torre Michele :

20/4/2014 - 20:35
Non ho parole
AUTORE: Torre Michele
Se ho capito bene solo ogni cinque anni fate le pulizie di pasqua. Ma aspettate solo le elezioni per pulire e gli altri giorni perché non lo fate

E' un reato proporre una diversa visione delle cose, o vuoi che rimanga tutto cosi'...

e scrive il nostro anonimo :

20/4/2014 - 21:24
Oimmena....! ci risiamo!?
AUTORE: Viaggiatore alternato

Col tuo dialetto rosicato pensi di essere piu' furbo degli altri...
e di sapere tutto te ...
Intanto la tua stazione bagnaiola fa caa.. e te la difendi, e cosi' tutte le tue stazioncine che ai tu tempi erano belle ...

Dimenticavo, resto anonimo perche' i topi si ammazzano con il veleno e non con le parole.

21/4/2014 - 2:07

AUTORE:
danilo piva

Non meriterebbero nemmeno una risposta chi si vergogna di mettere il proprio nome su quello che scrive specialmente se il suo unico divertimento è quello di fare costante polemica tanto per ...
Dico solo una cosa, sabato alla stazione di san giuliano come da foto un gruppetto di turisti si è potuto accomodare sulle panchine appena pulite dai bisogni dei piccioni ed è stata una fortuna che non abbiano visto come erano prima,almeno questa volta l'italia della spending review a tutti i costi non ha fatto la solita figura da barbone come spesso capita ( pompei docet).
Sarebbe tutt'altra cosa arrivare alla cittadina termale e scendere alla stazione ben curata dove puoi incontrare una persona gentile che oltre a prendersi cura della stazione medesima si prende cura anche di chi i soldi li viene a portare al ns comune.
Finisco con " ANONIMI E CONIGLI VERGOGNATEVI"

20/4/2014 - 22:21

AUTORE:
Andrea Vignali

Il Bagnaiolo che non si firma mai, prima di scrivere a vanvera, informati. Perché noi su questo argomento è la terza volta che usciamo: la prima (http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=15718&page=0&t_a=degrado-stazione-ferroviaria) a marzo 2013, la seconda a gennaio 2014 (http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=18072&page=0&t_a=le-proteste-dei-pendolari-per-il-degrado-della-stazione). La situazione non è cambiata da allora, neppure un pochino (PS vorrei anche ricordarti che noi siamo all'opposizione): gli escrementi di piccione sono aumentati. Un passaggio dovevamo farlo visto che è da più di un anno che lottiamo per un minimo di decoro in questi posti. Ciao.

20/4/2014 - 21:45

AUTORE:
Andrea Vento

Ringrazio Roberto per la sua testimonianza a supporto dell'impegno da me da tempo profuso nel denunciare lo stato di degrado e abbandono in cui versa la stazione di S. Giuliano, alla quale ci rechiamo numerosi ogni mattina a prendere il treno per raggiungere i luoghi di studio e di lavoro. Oltre al totale disprezzo dei pendolari locali che aspettano i treni al freddo e alla pioggia e in mezzo alla sporcizia senza potersi sedere e riparare, l'abbandono rappresenta un pessimo benvenuto per i numerosi turisti che giungono a S. Giuliano in treno. Ho più volete sollecitato a nome di tutti i pendolari sui giornali locali la situazione ma l'amministrazione non ha mai fatto niente per migliorare la situazione. E pensare che nemmeno 15 anni fa ci ha investito una cospicua cifra per poi vedere tutto finire nell'abbandono e con disservizi inaccettabili a danno degli utenti.

20/4/2014 - 21:24

AUTORE:
Viaggiatore alternato (bici-treno-pulman-tumobile)

Eppure lo dovreste sapere o averlo sentito dire che già negli ani /70 quando ancora pagava Pantalone nelle piccole stazioni delle Ferrovie dello Stato; tipo Pietrasanta e li i treni viaggiavano h24 e furono private di biglietteria notturna perchè gli unici clienti erano i barboni o chi si presentava per scambiare soldi in piccolo taglio per prendere le sigarette ai distributori automatici ed "i cervelloni" di quel tempo dopo lunghe lotte sindacali (perse giustamente) per adeguare alla stregua della "macchinetta" che dava sigarette in automatico, poi misero affiancata anche una "macchinetta" che dava verso le tre di notte anche i biglietti del treno e quindi il bigliettaro fu messo non a dormire sulla panca sette ore e mezzo su otto, ma ad altro lavoro più remunerativo per le FF SS.

Poi negli anni /80 alle nove dopo cena anche la Stazione di Santa Maria Novella in Firenze fu messa una "macchinetta" che dava i biglietti dalle nove dopo cena, alla mattina per la guazza a chi durante il giorno o un mese prima del viaggio pronosticato, si era dimenticato di fare il biglietto del treno.

...e si era a "SantaManovella" nel centro Italia 'ndove si congiungono la ferrovia Tirrenica con la Dorsale e si tratta di 34 anni fa.
Ora, i comunisti ri/propongono l'apertura della biglietteria di Rigoli e...forse hanno ragione, perchè fare un biglietto online cliccando Rigoli (con tutto il rispetto per altre cose di Rigoli, ci mancherebbe!) ma il nostro pc o smartpone stenterebbero a trovare "quanto viene" un biglietto da Rigoli a Ripafratta e Viceversa, quindi giusto riaprire la biglietteria: cinque-tocco tocco-nove e così si sgrava il lavoro delle tabaccherie che darebbero "solo" i biglietti del pulman e non dei treni e.. quelli per grattà e vince.
nb, i bigliettari di quei tempi oltre dispensare i viaggiatori di biglietto per soli treni, poi "mamma ferrovia" li muniva di biglietto gratuito per l'intera famiglia, per i genitori finchè potevano salire sul predellino, per i figli, fino alla maggiore età e..per una moglie solamente; si era in Italia mica in Somalia e più di una moglie a seguito il biglietto per viaggi illimitati di prima classe non era consentito; quelli era tempi! Evvvvai...!
... poi pantalone ci ha messo 32.500 euri a chiorba sul groppone di debito pubblico anche per quegli abusi li (lavori che producevano zero) e le FS rimettevano il debito allo Stato di miliardi due di vecchie lire al giorno, ed ora ci si arrabatta a levar le caate di piccione sotto elezioni, poi, poi vederemo disse Giannino del Ciati.

20/4/2014 - 20:51

AUTORE:
Roberto

Prendo spesso per ragioni di lavoro il treno dalla stazione San Giuliano a Pisa e spesso sono stato testimone dell'abbandono e del degrado della stazione che, in base ad una convenzione con le FFSS, l'amministrazione comunale dovrebbe tenere pulita. Altre volte ho visto comitive di turisti che non sapevano dove acquistare i biglietti. Eppure con alcuni accorgimenti la linea ferroviaria Pisa Lucca potrebbe anche diventare una metropolitana leggera incrementando notevolmente il numero di passeggeri. Già da almeno due anni Rifondazione Comunista è intervenuta con volantini e comunicati stampa a firma Andrea Vento , che, in base ad una mia conoscenza diretta, prende il treno da San giuliano ogni giorno per recarsi alla scuola di Pisa dove insegna. Come pendolare non posso altro che ringraziare L'Altra San Giuliano per il suo intervento su un problema molto sentito in paese.

20/4/2014 - 20:35

AUTORE:
Torre Michele

Se ho capito bene solo ogni cinque anni fate le pulizie di pasqua. Ma aspettate solo le elezioni per pulire e gli altri giorni perché non lo fate

20/4/2014 - 20:14

AUTORE:
IL BAGNAIOLO

e ci risemo ogni cinquanni vi riordate delle 'ose da fa. per piglia voti promettete di tutto,(...)

20/4/2014 - 19:47

AUTORE:
Figlio di ferroviere

Sarebbe bello se la riqualificazione potesse avvenire nel 2016, ovvero 170 anni dalla nascita della strada ferrata Pisa-Lucca.