none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . . siano tanti . . . .....
. . . . . . . . . . . . è concavo o convesso? Riflettendoci .....
San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per .....
. . . . . i parlamentari.
Sicuramente quei 5 avevano .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
VECCHIANO - SAN GIULIANO
Venerdì 9 maggio alle 21:30 a Migliarino: Fabrizio Sbrana, “La fotografia di reportage”

3/5/2014 - 17:40

Fotografo che ha realizzato reportage in vari paesi del mondo; le fotografie di Sbrana sono edite in diverse pubblicazioni per la cooperazione italiana allo sviluppo. Antonio Tabucchi, scelse una fotografia del suo “caro Fabrizio” per la copertina dell’edizione greca di “Notturno indiano”, e poco prima di morire scrisse una nota al libro fotografico di Sbrana “India. Sacralità del quotidiano”, presentato a Migliarino nel maggio scorso.
 
È in dirittura d’arrivo il progetto “C’è un posto che uno sente suo. Fotografare la Vadiserchio” che prevede anche un concorso che vede una settantina di iscritti fra adulti e ragazzi realizzato con il patrocinio di Comuni di Vecchiano e San Giuliano. Ospite eccellente della serata conclusiva del 6 giugno: Uliano Lucas.
 
La quarta iniziativa, che si svolge al Teatro del popolo di Migliarino, ha come tema “La fotografia di reportage” di Fabrizio Sbrana, fotoreporter con un profilo internazionale e un attaccamento ai luoghi in cui è nato e cresciuto: il Serchio, il parco e la pineta di Migliarino. Sarà presente alla serata anche Alessandro Tofanelli.
 
Due le tracce fondamentali di questo incontro. Una, quella della presentazione di due reportages: “Spiritual soul of Africa” e “Tropico del capricorno”; il primo è frutto di una serie di viaggi, il secondo è relativo a un solo viaggio che Sbrana ha fatto lo scorso anno in Sudafrica. Sarà interessante scoprire come Sbrana sia andato alla ricerca di altri spazi lontani e abbia ritrovato una sintonia con quelli vicini in cui è cresciuta la sua passione per la fotografia e sui quali ha esercitato le prime prove fotografiche. La seconda, riguarda la possibilità di riflettere sul ruolo della fotografia, per esempio sulla distinzione tra foto documentaria e artistica anche guardando una piccola ma interessante mostra di immagini stampate su supporti insoliti: “Donne d’Africa”, una ventina di ritratti su tela ci offriranno la possibilità di fruire le fotografie in modo differente e gustarne anche la valenza pittorica.

Girovago e curioso Fabrizio Sbrana, dopo la mostra fotografica sull’India, a distanza di un anno ritorna al Teatro del popolo di Migliarino mostrando quei reportages su alcuni luoghi che ha attraversato nel corso della vita e che per questo sente suoi. Noi che quella sera staremo a guardare potremo vedere meglio la qualità delle sue immagini, il filo che le unisce e la passione che le anima. Ottimi elementi per una buona serata in compagnia di Fabrizio Sbrana.

Fonte: Associazione La Voce del Serchio
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: