none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
San Giuliano Terme, 3 luglio
none_a
Di Umberto Mosso(a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Venerdì 6 giugno
Venerdì 6 giugno: una serata piena di fotografia

29/5/2014 - 20:28

Serata dedicata alla fotografia organizzata in tre momenti venerdì 6 giugno al Teatro del Popolo di Migliarino.
 
Si comincia alle 21 con la premiazione” dei ragazzi Livia Mengali, Caterina Focardi, Matilde Balducchi dell’I. C. “Settesoldi” di Vecchiano, Florin Cociu e Marta Braccini delI’Istituto “L. Gereschi” di Pontasserchio, vincitori del concorso fotografico “Il nostro territorio: fotografie a km 0”.
 
Momento centrale della serata con Maurizio Iacono, Roberto Evangelisti e Uliano Lucas.
 
Maurizio Iacono parlerà di “Fotografia, inganno, finzione, documento”; Iacono è un professore universitario, un filosofo e da qualche tempo anche un collaboratore del Tirreno capace di rivolgersi sia agli adulti sia ai ragazzi.
 
Seguirà una conversazione tra Roberto Evangelisti e Uliano Lucas a cui abbiamo dato il titolo “Fotografia e memoria”.
Uliano Lucas è un fotoreporter curioso e indipendente, il suo lavoro è caratterizzato dall’interesse verso il cambiamento e le trasformazioni della società e negli anni è diventato il simbolo di uno stile fotografico attento e impegnato, che vede il giornalismo, il fotogiornalismo come mezzo per condividere storie di militanza e il reportage come “racconto colto, per spiegare, dare emozioni, e far ragionare: la foto come memoria del nostro vivere”.
 
Cosa potremmo immaginare delle atmosfere di Milano nel dopoguerra, dei volti degli emigranti, delle proteste degli studenti del Sessantotto fino alle lotte dei lavoratori degli anni Settanta, degli altri sguardi dei “matti”, della distruzione del territorio a causa dell’industrializzazione e la difficile riconversione industriale senza le fotografie e le inchieste di Uliano Lucas?
 
Il momento conclusivo vedrà la premiazione dei primi tre classificati al concorso fotografico per quanto riguarda la sezione adulti: Gaetano Ariti, Luca Moretti, Fabio Bellina.
 
Scusate se è troppo. Vi aspettiamo.
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri