none_o

Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.

Buongiorno a tutti, sono Costanza Modica, ho 17 anni, .....
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
none_a
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
Vecchiano
Ieri sera, 4 giugno, al Teatro Olimpia di Vecchiano è andato in scena lo spettacolo Miamiononmiami

5/6/2014 - 22:17

Ieri sera, 4 giugno, alle 21:15 al Teatro Olimpia di Vecchiano è andato in scena lo spettacolo “Miamionomiami”: una fantastoria  liberamente tratta da Romeo Giulietta.

Ad esibirsi sono stati i ragazzi della classe IID della Scuola Media di Vecchiano che hanno preparato lo spettacolo nell’ambito di un laboratorio teatrale, effettuato nei mesi da febbraio a giugno, sotto la direzione del sig. Dario Focardi, operatore teatrale presso i Teatri della Resistenza.  Il laboratorio ha interessato anche la classe ID che è salita sul palco nel pomeriggio con una pièce in cui è stato affrontato il rapporto tra i ragazzi e la lettura dei grandi classici della letteratura.

E ancora un classico è stato oggetto della rappresentazione serale. La nota e appassionante vicenda d’amore shakespeariana è stata infatti rivisitata e attualizzata: Romeo e Giulietta sono diventati due irrequieti adolescenti, connessi 24 ore su 24, grazie ai moderni sistemi tecnologici. Protagonisti, insieme alle pene d’amore dei due giovani, sono state le nuove tecnologie della comunicazione: cellulari, internet e social network.  Ai messaggi  d’amore inviati sui cellulari e alle sfide tra coetanei lanciate con whatsapp si sono affiancati le chiacchiere e i profili  su facebook costellati da selfie che ci ritraggono nei momenti più diversi mettendo in vetrina la nostra vita personale e  le nostre emozioni. 

Lo spettacolo è riuscito così a fotografare uno spaccato della vita degli  adolescenti di oggi in un mondo in cui le relazioni reali e virtuali s’intrecciano senza soluzione di continuità.
 
Fonte dell’informazione:

Serena Chicca, Insegnante della scuola media di Vecchiano e referente per il teatro

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri