none_o

 
Si chiama Tappeto del mondo ed è il frutto del lavoro di tantissime donne che hanno aderito all'iniziativa dell'associazione i Colori della Pace di Stazzema, ovvero realizzare un tappeto coloratissimo. 

. . . è andato fuori dal seminato!
La direzione .....
Difficile non sghignazzare davanti ai comportamenti .....
Ma se:
. . . Renzi avesse fatto eleggere i suoi avvocati .....
. . . . . . . . . . . . sono poco affidabili e che .....
Solidarietà
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
Vecchiano
Ieri sera, 4 giugno, al Teatro Olimpia di Vecchiano è andato in scena lo spettacolo Miamiononmiami

5/6/2014 - 22:17

Ieri sera, 4 giugno, alle 21:15 al Teatro Olimpia di Vecchiano è andato in scena lo spettacolo “Miamionomiami”: una fantastoria  liberamente tratta da Romeo Giulietta.

Ad esibirsi sono stati i ragazzi della classe IID della Scuola Media di Vecchiano che hanno preparato lo spettacolo nell’ambito di un laboratorio teatrale, effettuato nei mesi da febbraio a giugno, sotto la direzione del sig. Dario Focardi, operatore teatrale presso i Teatri della Resistenza.  Il laboratorio ha interessato anche la classe ID che è salita sul palco nel pomeriggio con una pièce in cui è stato affrontato il rapporto tra i ragazzi e la lettura dei grandi classici della letteratura.

E ancora un classico è stato oggetto della rappresentazione serale. La nota e appassionante vicenda d’amore shakespeariana è stata infatti rivisitata e attualizzata: Romeo e Giulietta sono diventati due irrequieti adolescenti, connessi 24 ore su 24, grazie ai moderni sistemi tecnologici. Protagonisti, insieme alle pene d’amore dei due giovani, sono state le nuove tecnologie della comunicazione: cellulari, internet e social network.  Ai messaggi  d’amore inviati sui cellulari e alle sfide tra coetanei lanciate con whatsapp si sono affiancati le chiacchiere e i profili  su facebook costellati da selfie che ci ritraggono nei momenti più diversi mettendo in vetrina la nostra vita personale e  le nostre emozioni. 

Lo spettacolo è riuscito così a fotografare uno spaccato della vita degli  adolescenti di oggi in un mondo in cui le relazioni reali e virtuali s’intrecciano senza soluzione di continuità.
 
Fonte dell’informazione:

Serena Chicca, Insegnante della scuola media di Vecchiano e referente per il teatro

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: