none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....
Apprezzo l’impegno, ma il risultato è scarso, .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Giovanni Frullano eletto segretario all’unanimità
none_a
Sinistra Civica Ecologista–Sinistra Italiana–Europa Verde Verdi
none_a
L'opinione di LILLY CAMOLESE
none_a
dal web (a cura di BB, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
MIGLIARINO
Migliarino Volley in serie B

16/6/2014 - 16:10

 
Il Sindaco Lunardi si congratula col Migliarino Volley per la promozione nella serie B2 del campionato nazionale
 
Vecchiano – Il Migliarino Volley domenica 15 giugno 2014 ha conquistato una nuova, prestigiosa, promozione. Finisce, infatti, in un tripudio di bandiere biancorosse, una serata di grande sport dove la squadra migliarinese ha ottenuto il secondo avanzamento di categoria nell'arco temporale degli ultimi quattro anni, approdando, appunto, nel campionato nazionale di serie B2. Il Sindaco Giancarlo Lunardi si è complimentato con la società per il risultato raggiunto: “A nome della comunità vecchianese, dell'Amministrazione Comunale e mio personale rivolgo le più sentite felicitazioni al Presidente del Migliarino Volley, alla Società tutta, ai dirigenti, agli atleti ed agli sportivi per la meritata promozione in serie B2”.


Dal sito migliarinovolley.com


E´ fatta! Il Migliarino Volley vince gara tre e completa la "remuntada" contro Scandicci. Finisce in un tripudio di bandiere biancorosse e con i soliti gavettoni che vanno a rinfrescare uno ad uno i protagonisti di questa splendida cavalcata, una serata di grande sport dove il Migliarino Volley ha ottenuto la promozione (la seconda in quattro anni) nel campionato nazionale di serie B2. I biancorossi tornano cosi nella categoria nazionale dove due anni fa disputarono una stagione conclusasi con la retrocessione in serie C. Una promozione inaspettata alla vigilia del campionato, arrivata dopo una rivoluzione tecnica nell´estate scorsa con la prima squadra affidata a mister Alessandro Puccini, giovanissimo ed alla prima esperienza da head-coach in prime squadre dopo aver fatto la propria gavetta alle spalle dello storico mister biancorosso Claudio Grassini, con una rosa molto ringiovanita rispetto alla passata stagione e con quasi tutti gli atleti appartenenti alla società, molti dei quali provenienti proprio dal vivaio biancorosso che andavano a ricoprire quei ruoli lasciati scoperti dalle varie partenze della scorsa stagione. Basti pensare che per molte gare in questa stagione i locali avevano in campo contemporaneamente due ragazzi del ´91, due del ´93, uno del ´94 ed uno del ´95. Risultato, il primo posto nel girone costiero della C regionale, la sconfitta con onore in tre gare contro la corazzata Olimpia Firenze nel primo appuntamento con la promozione, la seconda chance contro Scandicci, iniziata con i fiorentini che violano il campo di Vecchiano, scoppola immediatamente resa in gara due e sigillo finale davanti al proprio pubblico al quinto set come tre stagioni fa al palasport di Camaiore.Per la "bella" si fronteggiavano i locali e lo Scandicci, nel "catino" di Migliarino strapieno e caldissimo sotto tutti gli aspetti ma ormai troppo limitato rispetto al consueto e numeroso pubblico che segue le sorti di questa squadra . Mister Puccini era costretto a rinunciare al libero Cei, indisponibile, sostituito alla grande dal giovanissimo Puccinelli (´95) un´altra scommessa vinta da parte della società biancorossa. Dopo la presentazione delle due squadre, condita da una coreografia in tribuna degna di ben altre categorie, il Migliarino si schierava in campo con il solito Binioris a comandare l´impostazione del gioco, capitan Wiegand come opposto, Martini e Ciociaro centrali, Biancalani e Bettini li e Puccinelli libero. Quello in campo è un Migliarino molto ordinato e deciso nel fare propria la partita, concedendo poco o niente ai fiorentini. Il primo set scorre via senza troppi problemi con i biancorossi che conquistano il vantaggio. Seconda frazione che si apre ancora con i padroni di casa molto determinati trascinati da Wiegand e Bettini immarcabili. Sulla metà del set gli ospiti trovano qualche contromisura alle bombe biancorosse ma un solido Migliarino conquista anche questo parziale. Sul doppio vantaggio la tribuna continua a gran voce ad incitare i propri beniamini cercando di sospingerli alla conquista della tanto attesa vittoria. Nel terzo set i fiorentini sono costretti a giocarsi il tutto per tutto mentre in Wiegand e compagni iniziano a venire fuori i primi segni di stanchezza, sia fisica che mentale. Scandicci prende subito il largo con l´attacco locale che sembra essersi ingolfato. Mister Puccini ricorre ai cambi proponendo Verdecchia per un acciaccato Martini e Desiderio per Bettini. Il divario tra le due compagini è però troppo ampio e gli ospiti riescono dunque ad accorciare lo svantaggio. Nel quarto set tornano in campo i titolari che sembrano aver ritrovato la giusta verve. Il punteggio resta sempre sul totale equilibrio con le due squadre che si fronteggiano tra i cori delle proprie tifoserie. Sul 16-16 Biancalani e soci accusano un piccolo calo restando attardati sino al 20-16. Doppio cambio per i biancorossi con Ceccherini, all´ultima da atleta prima di appendere le scarpette al chiodo, per Binioris e Vecchiani per Wiegand, con in precedenza ancora dentro Verdecchia per Ciociaro. Migliarino prova a rientrare fino al 23-21 per poi cedere e giocarsi tutto nel tie-break. Il pubblico biancorosso spinge a gran voce i ragazzi di Puccini che rientrano in campo con tutt´altro spirito rispetto ai due set precedenti. Wiegand torna a picchiare forte ed anche Martini diventa infermabile. Cambio campo sul 8-5 per i locali ma pronto rientro di Scandicci che si porta 8-8. Nelle successive quattro azioni arrivano tre muri punto da parte dei biancorossi, due di Ciociaro ed uno di Binioris, che ristabiliscono il vantaggio (11-9). Scandicci insegue ancora ma nulla può sulla vogia di vincere del Migliarino che chiude il match regalando la promozione in serie B2 alla società del presidente Mariani.Adesso arrivano le questione delicate per il sodalizio di Migliarino con la dirigenza impegnata nel preparare al meglio la prossima stagione dove si troverà a maturare scelte difficili e forse anche dolorose, partendo dal grandissimo problema di non aver una palestra omologabile per il campionato nazionale di serie B2, essendo la palestra di Vecchiano di dimensione ridotte rispetto al minimo richiesto dalla federazione, oltre che ormai insufficiente ad ospitare tutto il movimento delle giovanili e dei centri di addestramento. Un tasto dolente che purtroppo si protrae da alcuni anni con la mancata costruzione di un impianto idoneo per lo svolgimento dell´attività agonistica. Pianificare l´attività, per soddisfare le richieste sempre maggiori che ci sono è un rompicapo, considerando l´esistenza di attività di mini e superminivolley, di squadre under 13/14/15/17/19, di una seconda squadra partecipante alla D regionale, che quest´anno ha sfiorato la promozione in C perdendo lo scontro diretto ai play off per un set di scarto, di tutta l´attività femminile legata all´investimento iniziato lo scorso anno a Torre del Lago, di poco per numeri inferiore al maschile, pure su quel territorio con carenza d´impianti adatti, la cui prima squadra, fresca tra l´altro di promozione in prima divisione, dovrà spostarsi a disputare le gare ufficiali a Vecchiano.Insomma, il fattore umano per svolgere una funzione importante di promozione dello sport della pallavolo esiste, parliamo di atleti, allenatori e partecipazione di un pubblico appassionato a cui va rivolto un grazie speciale, agli appassionati, ai ragazzini che vogliono stare vicini alla prima squadra e a tutti i genitori che magari rinunciano a qualcosa per assecondare i loro figli. L e strutture sono carenti, proposte agli organi competenti sono state avanzate, le risposte si sono orientate verso scelte di difficile realizzazione e comprensione, quindi nell´immediato non ci si può illudere di trovare delle soluzioni importanti, speriamo che ci sia uno sforzo di volontà per rivedere questa situazione, nell´interesse di tutti i movimenti sportivi del territorio.La società si muoverà inoltre nella ricerca di ulteriori partnership, per proseguire lo sviluppo dei propri programmi, sia a livello di prime squadre che negli investimenti nei settori giovanili maschili e femminili, veri e propri capisaldi del proprio sistema. Non si tratta di cifre impossibili, nulla da vedere con quanto circola nel mondo calcio di livello equivalente per intendersi. Le risorse che potrebbero venire raccolte sarebbero destinate nell´investimento in strutture e organizzazione per avvicinare al volley e ai principi più sani dello sport una più ampia possibile platea giovanile. Speriamo di poter smuovere l´interesse dell´imprenditoria locale verso una collaborazione che investa in uno sport di squadra che fa del rispetto il proprio credo principale.Infine, un ringraziamento particolare ai fratelli Cristiano e Nicola Mariani, timonieri del Migliarino Volley, che hanno ereditato improvvisamente otto anni fa questo "giocattolo", creato dal coraggio di loro padre e che oggi compie trent´anni , prima di quanto avrebbero voluto. Sabato sera, sicuramente il buon Lamberto da lassù avrà avuto motivo di essere orgoglioso di loro, il suo sogno era quello di avere una squadra in un campionato nazionale, ci era riuscito più volte personalmente, i suoi figli, con l´aiuto di ottimi dirigenti ed insieme a loro alcuni atleti che lui ha visto muovere i primi passi, gli hanno regalato un altro bel sorriso.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

16/6/2014 - 17:16

AUTORE:
tifoso vecchianese

i tifosi cantavano sabato sera: "noi vogliamo questa vittoria!" Ora che i ragazzi del Migliarino Volley ce l'hanno regalata, tutto il paese dovrebbe chiedere a gran voce "vogliamo una nuova palestra!". Come hanno ben spiegato i dirigenti del Migliarino Volley, la squadra non potrebbe giocarsi la serie conquistata sul campo nell'attuale palestra, perchè inadeguata a quanto richiesto dai regolamenti. Sarebbe inammissibile dover far naufragare un progetto sportivo che coinvolge centinaia di ragazzi e ragazze: lo sport, la musica, il teatro, l'associazionismo, sono le attività che tolgono i ragazzi dal bighellonare in strada e forniscono loro validi principi umani e morali. E' vero, c'è un progetto del Comune, ma è di dimensioni e tempi di realizzazione non conciliabili con le esigenze immediate. Quindi,Amministrazione di Vecchiano, incontratevi con i dirigenti del Volley e trovate una soluzione, perchè NOI VOGLIAMO GIOCARE LA SERIE B A VECCHIANO, E NON IN ESILIO!!!
Grazie a tutti