none_o

 

 

 

Contro la pandemia Jacinda Arden, premier della Nuova Zelanda, ha scelto la via più drastica: lockdown generale e chiusura delle frontiere. Con empatia, pragmatismo e coraggio ha fermato il covid-19, sconfitto la destra populista e vinto le elezioni. Bruno Ferraro, da Auckland, ritrae Jacinda come una leader che può dare una lezione magistrale ai politici occidentali su come gestire una crisi.

. . . detto tra noi sono solo un brigante, non un .....
. . . non immaginerebbe mai.
Ho sentito un "uccellino" .....
. . . si assuma la responsabilità di esporsi con nome .....
Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Marco Galice, insegnante
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Poste Italiane comunica
none_a
Primo corso online di scrittura per la scena
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 14 novembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Prima strillano che va riaperto tutto, contestano l'emergenza, negano la pandemia, gridano al complotto! . . . poi, QUANDO ESPLODE LA SECONDA ONDATA, .....
E' semplice: positivo al 1° e 2° tampone. . dopo 21 gg la asl mi dà la liberatoria. Al 23° giorno, per mio scrupolo, e da privato. . effettuo 3° .....
Lari-Pisa
Articolo Federazione Provinciale PSI Pisa

11/8/2014 - 19:20

 
 
Forse la politica è in vacanza ma ciò che è successo a Lari, dove nella cosiddetta "Festa Rossa" è stato invitato come protagonista di un dibattito, l'ex brigatista rosso Renato Curcio, non può passare sotto silenzio.
La cosa ripugna ancora di più perchè il dibattito è avvenuto nello spazio dedicato a Sandro Pertini, che in quegli anni fu in più duro e fulgido baluardo contro il terrorismo di sinistra.
Curcio è il fondatore delle "Brigate Rosse", che seminarono terrore e morte nell'Italia degli anni 70' ed 80', una stagione orribile segnata da stragi rosse e nere, che fu respinta e battuta perchè uomini come Sandro Pertini affermarono con il loro passato di combattenti per la libertà il valore della democrazia e delle sue istituzioni.
Curcio è stato riconosciuto mandante del primo attentato delle Brigate Rosse e non ha mai rinnegato quelle aberranti teorie pur riconoscendo che quella fase è finita.
I Socialisti ricordano che fu Claudio Martelli, allora Ministro socialista della Giustizia, ad opporsi alla proposta di grazia che Cossiga e Andreotti inopinatamente proposero nel 1991 arrivando perfino a promuovere un conflitto alla Corte Costituzionale.
Com'è possibile quindi che una forza politica o un'associazione possa invitare a parlare un individuo come Curcio, senza neppure mettere in piedi un forte contraddittorio in un dibattito ampio? Cosa ha da proporre ed insegnare dopo una vita dominata da idee che hanno sparso morte e dolore nel paese?
Con la stessa logiaca si aberrante si arriva a giustificare le interviste e gli interventi pubblici di Mambro e Fioravanti, fascisti implicati nella strage di bologna dove persero la vita 82 persone, o le uscite di Schettino che pontifica alla Sapienza con un processo a suo carico per la morte di 32 persone.
Per questo i Socialisti Pisani condannano questo episodio, i loro organizzatori e coloro che hanno permesso la profanazione del parco dedicato ad un'eroe della libertà come Sandro Pertini.

 
La sinistra che ha permesso tale revival ad un'ex terrorista è una sinistra che non può e non deve avere futuro politico.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




18/8/2014 - 17:26

AUTORE:
Gian Paolo

Credo che Renato curcio abbia pagato il suo debito con la giustizia, detto ciò e' un cittadino comune che può esprimere un suo pensiero n'è più e nemmeno come Mario chiesa e tanti altri politici tangentari , loro a differenza di curcio non hanno mai sparato , ma sono gli artefici di una degenerazione che ha spinto molti imprenditori alla fame, e in alcuni casi al suicidio,e con loro gli operai delle loro aziende. 10 mila miliardi di lire l’anno, secondo i calcoli realizzati nel 1992 dall’economista Mario Deaglio, era ciò che rubavano allo stato , a volte a commentare ci vorrebbe molta discrezione e dignità !

12/8/2014 - 13:50

AUTORE:
marco

... si è perso la testa, non cè piu morale, non ce piu rispetto, non cè più dignità nei confronti dei morti...non aggiungo altro , solo che traggo anche fatica a scrivere perchè interiormente mi verrebbe da vomitare.