none_o

 

 

 

Contro la pandemia Jacinda Arden, premier della Nuova Zelanda, ha scelto la via più drastica: lockdown generale e chiusura delle frontiere. Con empatia, pragmatismo e coraggio ha fermato il covid-19, sconfitto la destra populista e vinto le elezioni. Bruno Ferraro, da Auckland, ritrae Jacinda come una leader che può dare una lezione magistrale ai politici occidentali su come gestire una crisi.

Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. .....
. . . io non sono d'accordo.
Sono anch'io come tanti, .....
SI, CI VOLE R TEMPO per collaudare le bottiglie, .....
. . . . . . . . . . la cittadinanza e lo nominerà .....
Enews 669, di Matteo Renzi
none_a
Guidi IDV Toscana
none_a
Dl Covid: Legnaioli (Lega)
none_a
“Spazio a chi ci porta competenza”
none_a
Segreteria prov.le P.S.I. Pisa”
none_a
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
none_a
Estratto della lettera al quotidiano La Repubblica il 24/11
none_a
di Renzo Moschini, già parlamentare
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Poste Italiane comunica
none_a
di Marco Galice, insegnante
none_a
Di Alessandro Anderle-Laureato in Filosofia e laureando in Scienze Religiose. Insegno Pluralismo e dialogo fra le religioni,
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 14 novembre
none_a
San Giuliano Terme, 8 novembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Prima strillano che va riaperto tutto, contestano l'emergenza, negano la pandemia, gridano al complotto! . . . poi, QUANDO ESPLODE LA SECONDA ONDATA, .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
Vecchiano, Mozione di T&F
E' la seconda Mozione di Tradizione e Futuro approvata dalla maggioranza in 3 anni e mezzo

15/9/2014 - 13:26

                                                                                                 Vecchiano, 01/09/2014
 
Alla                                                                     Alla Segreteria del Consiglio Comunale di Vecchiano
no
 
Oggetto : mozione n.31 del gruppo consiliare Tradizione e Futuro redatta in conformità all'articolo 16 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale
 
 
I sottoscritti consiglieri comunali del gruppo consiliare Tradizione e Futuro
 
Premesso che abbiamo presentato interpellanza n.41 a gennaio 2014 sulla sicurezza delle strade del nostro Comune;
 
Visto che diversi cittadini lamentano problematiche relativamente alla mancanza di
segnaletica orizzontale in diversi tratti della strade SP10 e SP30 e della presenza di erba
altissima lungo i cigli;
 
Ritenuto che tali tratti di strade attraversano tutte le frazioni del Comune e sono utilizzate
non solo da automobilisti, ma anche da ciclisti, motociclisti e pedoni;
 
Dato che, a causa della mancanza di segnaletica orizzontale e della presenza di erba
altissima lungo i cigli delle strade, viene meno la sicurezza degli utenti;
 
Considerato che tutto questo attenta al decoro del Comune oltre che alla sicurezza, tanto
che l'impatto visivo di tale degrado riporta la memoria ai paesi del terzo mondo;
 
chiedono al Consiglio Comunale
 
Di dare mandato, in tempi brevi, a chi di competenza del ripristino della segnaletica
orizzontale e del taglio dell' erba sui cigli della strada.                              
 
I consiglieri del  Gruppo Consiliare
Tradizione e Futuro
Laura Barsotti                                                                     Carlo Cavalletti

 
Leonido Giorgio Marianetti                                                 Angela Baldoni

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/9/2014 - 8:50

AUTORE:
Elettore

I due rilevatori o sono utili, ed allora vanno rimessi in funzione. Oppure sono inutili (e tanto vale lasciarli spenti) ma la cifra che anche io cittadino ho speso dovrebbe essere richiesta a chi ha deciso di istallarli.
Il vecchio sindaco e i soliti consiglieri?
Ma questa mozione ha avuto risposta? è del gennaio

16/9/2014 - 19:33

AUTORE:
Tradizione e Futuro

Vecchiano, 07/01/2014
Al Sindaco del Comune di Vecchiano

Oggetto : interpellanza n.41 dei Consiglieri Comunali Laura Barsotti del gruppo consiliare Tradizione e Futuro redatta in conformità all'articolo 15 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale
I sottoscritti consiglieri comunali del gruppo consiliare Tradizione e Futuro in relazione alla sicurezza stradale nel territorio comunale,
Considerato che il Programma di Legislatura di Insieme per Vecchiano approvato con delibera n.20 del Consiglio Comunale del 31 maggio 2011 alle pagine 15-16 dichiara: “Investire risorse ed energie su una nuova idea di mobilità, che contenga l’uso del mezzo privato e dia la possibilità ai cittadini di scegliere con più consapevolezza il modo migliore di muoversi …Altro traguardo da raggiungere sarà quello della ricerca di percorsi ciclopedonali per raggiungere in sicurezza Vecchiano con le due ruote o a piedi partendo dalle altre frazioni del Comune.”, alla pagina 25 “Il rafforzamento del rapporto tra i cittadini e i Vigili Urbani costituirà il vero valore raggiunto per le politiche di sicurezza nel nostro comune.”, alla pagina 27 “Inoltre si dovrà continuare nell’opera di rifacimento dei manti stradali e dei marciapiedi comunali … infine si dovrà, anche in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale, predisporre un piano di adeguamento degli incroci tra la viabilità comunale e quella provinciale”;

Considerato l’articolo 14 del Codice della Strada ;
Considerati l’art.208 del D. Lgs. 285/92 e l’art. 40 della Legge 120/10 volti ad incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione con l’obbligo di effettuare interventi utilizzando una quota non inferiore al 50% dei proventi derivanti da contravvenzioni al Codice della Strada;
Accertata la diminuzione a Bilancio di previsione dal 2012 al 2013 di quasi 100.000 euro delle somme destinate in base agli articoli su richiamati ;

Considerato che esistono sul territorio comunale due rilevatori di velocità, situati rispettivamente sulla Strada Provinciale 10 Vecchianese nel centro abitato di Vecchiano e sulla Strada Provinciale 30 del Lungomonte Pisano in località Baccanella, che sono da tempo ormai fuori servizio;
A verifica delle linee programmatiche illustrate nel consiglio comunale del 31/05/2011 al riguardo di “Mobilità e Trasporti”, “Politiche della sicurezza”, “Opere pubbliche”;
chiedono al Sindaco e alla Giunta
di illustrare al Consiglio Comunale
- quali iniziative concrete sono state intraprese dalla Giunta per adempiere agli obblighi di Legge.
- da quando e per quale motivo i due rilevatori presenti sul nostro territorio non sono più funzionanti.
- quali iniziative sono state intraprese per giungere all’obiettivo del collegamento ciclopedonale in sicurezza di Vecchiano con tutte le frazioni del Comune.


I consiglieri del Gruppo Consiliare Tradizione e Futuro

Laura Barsotti Carlo Cavalletti
Leonido Giorgio Marianetti Angela Baldoni

15/9/2014 - 18:14

AUTORE:
Automobilista

L'ITALIA, dove si mangia su tutto è al primo posto nel mondo per la quantità di segnali stradali. Sul totale delle strade italiane esiste in media un cartello ogni 85 metri. E non ostante ciò nessuno li rispetta. Dunque il pericolo non è la mancanza di cartelli, il pericolo sono gli italiani.......

15/9/2014 - 14:58

AUTORE:
E-lettore

e anche alla mancanza di piste ciclabili dove i ciclisti possanno transitare senza il rischio di essere arrotati.
TeF hai visto la sporcizia intorno alla fermata del bus di Nodica?