none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
. . . non siamo sui canali Mediaset del dopodesinare .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Art. di Riccardo Maini
S.G.T.:Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine.

19/9/2014 - 23:06

S.G.T.:Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine.
 
Da quello che si legge sui quotidiani locali (LA NAZIONE e IL TIRRENO) i dubbi sul prossimo bilancio di previsione, ma sopratutto l'ipotizzata nomina di Verdianelli, ex assessore della sventurata giunta Panattoni, a segretario locale del PD, sembrano essere le più probabili motivazioni della figuraccia rimediata dai consiglieri del partito di Renzi, i quali nell'ultimo consiglio del 17 settembre non hanno garantito il numero legale per lo svolgimento del Consiglio, permettendo all'opposizione, finalmente compatta, di mettere in risalto i dissidi interni ad un partito che ancora non sembra essere riuscito a trovare un giusto equilibrio tra le due correnti di maggioranza e minoranza per la spartizione dei posti di governo interno.
Le voci, sempre da prendere con il beneficio del dubbio, sussurrano che ad Arena Metato ed in altre frazioni non gradiscono, per usare un eufemismo, un esponente caldeggiato dalla corrente maggioritaria del PD, per intenderci quella che ha portato Sergio Di Maio a Sindaco, di cui, sempre le solite voci, darebbero, il noto avvocato, un fedelissimo sostenitore del primo cittadino.
In poche parole tutto il baccellaio alla maggioranza e neanche un pisellino alla minoranza.
Non mi meraviglia un simile comportamento che ricalca in piccolo quello che fece Renzi appena eletto, un drastica rottamazione, ma a San Giuliano Terme non me lo sarei aspettato.
Tutte le belle parole spese dal Sindaco nei confronti dei due suoi antagonisti, il grande rispetto espresso nei loro confronti sembrano parole già sbiadite e dimenticate. L'unico che comunque ha guadagnato la poltrona di vice sindaco è Franco Marchetti che un contentino comunque l'ha avuto.
Sarà interessante seguire questa guerra intestina che necessariamente  costringerà i fedelissimi del Sindaco a non prendere neanche un raffreddore nei giorni dei consigli comunali perché i dissidenti interni possono sempre mettere in crisi l'immagine del Sindaco Di Maio.

Fonte: Riccardo Maini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

23/9/2014 - 22:53

AUTORE:
Ludmilla

I voti li stanno contando anche quelli della maggioranza, visto che saltano i consigli comunali per mancanza del numero legale.

23/9/2014 - 21:26

AUTORE:
sette,,te

ora Maini pontifica su tutto è bella, (non si capisce perchè l'abbia tanto con Marchetti, problemi loro) ma lui che faceva parte di un gruppo di sette e hanno finito con sette gruppi da uno bah!!!

22/9/2014 - 22:54

AUTORE:
Gnegnere

Anche nei momenti difficili, a' bagni è dura per tutti.
"Il tempo passa così è... ma non tanto."
dice il sommo scrittore
Chi è all'opposizione faccia il mestiere che è sempre stato fatto dal dopoguerra. Contare i voti... che sono sempre meno della maggioranza... anche in momenti difficili come questo.

22/9/2014 - 19:43

AUTORE:
Efisio

E' proprio vero. E'finita l'estate. Chi è stato al mare ritorna a casa e accende il televisore ed il pc. Per farsi compagnia. Non si sparla più sulla battigia con l'acqua che s'infila fra il pollicione ed il secondo dito. E siccome non si può certo stare zitti si trasforma la voce in parola. Scritta.
Mi viene in mente quella vignetta dove c'era, a Roma, un cartello che diceva : "Vendesi Fiat Duna 130.000 km, unico proprietario. Chiamare ore pasti" E mi sembra possa andare bene la risposta: "A fratello, magna tranquillo". Buon autunno.....

22/9/2014 - 13:42

AUTORE:
Riccardo Maini

Il problema è che non può.
Sono eletti dal popolo e rendono conto solo al popolo sovrano

20/9/2014 - 10:14

AUTORE:
Serra

Secondo me hanno fatto un macro errore. Mettiamo caso il sindaco si stanca e li manda a spigare?