none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Circolo ARCI Migliarino- 13 giugno ore 21
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
. . . storia non la cambio di certo io.
La prima .....
. . . non si cambia a piacimento.
Poi vedi Mattarella .....
. . . che un disegnino ti serve un corso di lettura/ .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Migliarino, 21 novembre
Un Parco, Un Territorio, Tante Storie

6/11/2014 - 16:00

                             Migliarino, 21 novembre, ore 21 

 

                         Un Parco, Un Territorio, Tante Storie

Dal 1999 il Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli è parte integrante della Regione Toscana e dei 5 (anzi ora 6) Comuni nel cui territorio si trovano le sue aree, sotto la gestione dell'Ente Parco.

E' quindi un patrimonio e una risorsa di enorme potenzialità e importanza che riguarda tutti noi.

Eppure la gran parte della popolazione di questi Comuni non ha ben chiaro la storia e la realtà attuale del Parco, la sua estensione e soprattutto le sue competenze, che pure l'hanno portato ad essere negli anni promotore di sviluppo del territorio.

Tante sono le sfide e i problemi da affrontare, con tre linee direttrici molto chiare : la tutela e salvaguardia del patrimonio ambientale, la fruizione più estesa per la popolazione, la creazione di una maggiore attrattività turistica di qualità.

Il Parco è un'opera d'arte della Natura che va ammirata e vissuta, ma non consumata per la miopia del profitto immediato, attraverso quello che il Presidente del Parco Manfredi chiama "sviluppo sostenibile e duraturo".

L'Associazione "La Voce del Serchio" vuole dare, pur nella limitatezza delle sue capacità, un piccolo contributo a procedere su questa strada, supportando la conoscenza di quello che è stato, è e potrà essere il Parco.

Per questo sono state pianificate due iniziative, la prima, che si terrà a Migliarino il 21 novembre alle 21 presso il Teatro del Popolo di Migliarino, per parlare di storia e realtà del Parco, e la seconda, invece, incentrata sulle proposte di offerte turistiche sostenibili, che potranno essere il volano di un nuovo sviluppo economico del Territorio, insieme con gli Operatori interessati, che si terrà a febbraio/marzo.

Il 21 novembre l'Associazione ha chiesto la partecipazione ai rappresentanti delle Istituzioni, i Sindaci di San Giuliano e Vecchiano e l'Assessora Zambito del Comune di Pisa, responsabile del coordinamento con il Parco, per dare la loro visione del ruolo del Parco nel Territorio. E agli autori di un recentissimo libro sulla Storia del Parco edito da Pacini, i giornalisti Meucci e Castelli, ai quali si aggiunge Giuntini, responsabile dell'Ufficio Rappresentanza del Parco, di raccontare fatti e aneddoti incredibili ed affascinanti.

Ripercorreremo così le vicende delle grandi famiglie ( Medici e Salviati, Asburgo-Lorena, Savoia) e di grandi personaggi ( Puccini, D'Annunzio, Marconi,..) fino a quelle meno edificanti, come " i congiurati della Pineta".

Concluderà il Presidente Manfredi parlando della missione geopolitica del Parco.

Un'occasione che, ci auguriamo, tutti quelli che hanno a cuore il Parco non vorranno perdere.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri