none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Circolo ARCI Migliarino- 13 giugno ore 21
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . e lo ha detto chi momentaneamente ha occupato .....
. . . se per caso, o altro, Renzi lasciasse la politica, .....
Nicola Zingaretti, disse a Matteo Renzi: non ti presentare .....
. . . magari.
Resta da capire se Iv è un partito .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
il richiamo di cose
perdute, stanotte, dilaga
per il chiostro dell'anima
mia vaga, come bruma di seta
che lenta si sfà.
Filamenti di volti,
laceri .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Toscana Notizie Agenzia di informazione della Giunta Regionale
Lucchini alla Cevital, Rossi: "Scommessa vinta: si torna a produrre acciaio"

25/11/2014 - 20:28

Lucchini alla Cevital, Rossi: "Scommessa vinta: si torna a produrre acciaio"
Scritto da Walter Fortini, martedì 25 novembre 2014
FIRENZE - La ex Lucchini di Piombino va alla Cevital, che si è aggiudicata la gara per l'acquisizione delle acciaierie, e il presidente della Toscana Enrico Rossi saluta con soddisfazione la notizia. "Questo successo è frutto, prima di tutto, di una forte intesa tra i lavoratori, i sindacati e le istituzioni, regionali e locali, a cui il governo ha saputo dare risposte – commenta - Avevo detto che mi sarei giocato tutto su Piombino e che era una scommessa che non si poteva perdere. Ci ho messo la faccia e il cuore e per me, oggi che Piombino riparte, è un bel giorno".
 
"L'offerta che il presidente del gruppo algerino mi aveva anticipato il 24 ottobre era davvero di grande interesse" spiega Rossi. "Alla Lucchini – riassume - si tornerà infatti a produrre acciaio, come chiedeva il territorio: 2 milioni di acciaio in un anno. Sono previsti 400 milioni di investimento per la realizzazione di due forni elettrici e un nuovo laminatoio e in due anni saranno riassorbiti tutti i dipendenti. Saranno bonificati inoltre i terreni e si inizierà a produrre biodiesel, olio vegetale, mangimi e zucchero, con altri cinquecento posti di lavoro attesi". Nascerà anche un polo logistico per l'import-export delle attività del gruppo. Quattro punti pesanti per il rilancio dell'area e il suo futuro sviluppo economico.
 
Il presidente della Toscana ricorda il ruolo di primo piano giocato dai due accordi di programma del 2013 e 2014 siglati tra Regione, Governo e Autorità portuale. "Il potenziamento delle infrastrutture e gli incentivi per gli investimenti hanno accresciuto interesse per l'investimento" dice.
 
I lavori per l'ammodernamento del porto con escavo dei fondali a 20 metri e la realizzazione di nuove banchine sono già a buon punto, come i lavori di bonifica. "Stiamo realizzando il programma nel rispetto dei tempi" conclude il presidente, che si sofferma poi sull'interessante prospettiva di scambio con Algeria e Nord Africa legata alla realizzazione di una comunità dell'acciaio nel Mediterraneo. Il presidente ringrazia il commissario Nardi per il lavoro svolto.


 

Fonte: Toscana NotizieAgenzia di informazione della Giunta Regionale
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri