none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
Teatro Olimpia di Vecchiano
Omaggio a Puccini. A 90 anni dalla sua morte sabato al Teatro Olimpia di Vecchiano va in scena Tosca

27/11/2014 - 15:18

Omaggio a Puccini. A 90 dalla sua morte sabato al Teatro Olimpia di Vecchiano va in scena Tosca
 
Vecchiano – Grande attesa a Vecchiano per la messa in scena di Tosca, capolavoro di Giacomo Puccini. Sabato 29 novembre, a 90 anni esatti dalla sua morte, il Comune di Vecchiano omaggerà in questo modo il grande compositore toscano. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, ed il tutto esaurito registrato con “La Traviata”, Orfeo InScena – Cantiere Lirico Permanente, compagnia che da anni propone al grande pubblico le opere più significative del panorama lirico italiano ed internazionale, torna al Cinema Teatro Olimpia per rappresentare alle 21.15 l'opera più drammatica di Puccini.
“Questo intenso dramma lirico – spiega il Sindaco di Vecchiano Giancarlo Lunardi – sarà rappresentato nella sua versione integrale e ed accompagnato da musiche dal vivo eseguite dal pianista M° Alessandro Cavallini e dal Quartetto d'archi dell'Orchestra Sinfonica di Grosseto. In quest'opera, tratta dall'omonimo dramma a tinte forti di Victorien Sardou, Puccini si esprime con le melodie più intense e struggenti di tutta la sua vena creativa.

Mi auguro, quindi, che anche con Tosca torneremo a riempire la grande sala del Cinema Teatro Olimpia, confermando nuovamente l'apprezzamento del nostro pubblico per l'opera lirica”.
“Per l'appuntamento lirico della nostra rassegna annuale – prosegue l'Assessore alla Cultura Daniela Canarini  - abbiamo deciso, insieme ai membri della Consulta Comunale del Teatro, di omaggiare Puccini, non solo perché ha vissuto e composto molte delle sue celeberrime opere in una villa affacciata su un lago che è ricompreso anche nel nostro territorio, quello di Massaciuccoli; ma anche perché proprio il 29 novembre si celebrano i 90 anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1924. Un tributo quanto mai dovuto e per ricordarlo abbiamo scelto di rappresentare Tosca, un'opera che possiede una tela drammaturgica di assoluta spettacolarità, in cui si intrecciano magistralmente potere, erotismo, inganno, vendetta, religione ed arte: aspetti che si muovono, in un susseguirsi di colpi di scena, all'interno di una cornice fatta di passione e cieca gelosia, quella dell'eroina e protagonista femminile che sacrificherà la sua vita per amore.

Sono sicura che Orfeo In Scena, accompagnato dal coro del Laboratorio Lirico San Nicola di Pisa, saprà farsi apprezzare ancora e di più dal nostro pubblico, lasciandolo davvero a bocca aperta”.

 
I biglietti costano: intero € 18,00 – ridotto € 15,00 (Under 18, studenti universitari, Over 65, soci Unicoop Firenze). Potranno essere acquistati presso il botteghino del Cinema Teatro Olimpia nei seguenti giorni: giovedì 27 novembre dalle 17.00 alle 18.00, venerdì 28 novembre dalle 11.00 alle 12.00 e sabato 29 novembre dalle 20.00 alle 21.00; on-line presso il circuito Bookingshow e nei punti vendita autorizzati Bookingshow tra cui Tabacchi Baglini Antonio di Vecchiano.

Info: tel. 050/859628-859648

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

1/12/2014 - 14:25

AUTORE:
marilena

Torna nel piccolo bel Teatro Olimpia del nostro paese l'emozione dell'opera lirica, con la rappresentazione della Tosca.
Puccini qui è una presenza quasi familiare.
I natali nella vicina Lucca, la lunga permanenza a Torre del Lago, nella villa -museo che racchiude i ricordi del Maestro, in riva al Lago che tanta parte ebbe nella sua ispirazione.
Erano quelli i luoghi della caccia e degli amori, delle vicende, anche tormentate, della famiglia e della vita artistica.
Il dramma di Tosca, donna di forti sentimenti e indomito temperamento, misti alla grande sensibilità artistica e
spirituale, domina la scena per tre atti di rapida e concisa azione scenica.
La scena è condivisa con il pittore Mario Cavaradossi ( nella recita di stasera, prototipo del tenore spavaldo, ma di grande potenza vocale e padronanza del palcoscenico) e con il perfido Scarpia, capo della polizia, figura che il baritono ha saputo rendere in tutta la subdola astuzia al servizio del potere, ma soprattutto del proprio crudele piacere.
Lei, Tosca, comunica, dall'inizio alla tragica fine, una forza d'amore totale, sia quando la gelosia la acceca, quando evoca la sua arte e la sua devota spititualità che nell'azione repentina del delitto e poi l'inganno atroce e la fine.
Abbiamo assistito ad uno spettacolo di valore artistico e culturale, a dimostrazione che anche un allestimento con mezzi e spazi abbastanza modesti non compromette la validità di un genere, la lirica, di per sé complesso e costoso.
La condizione per giungere a questo risultato è legata al livello artistico e alla passione dei cantanti, dei musicisti ( tutta l'opera è eseguita da un pianista e un quartetto d'archi)dei coristi e di tutta l'équipe tecnica.
Il nostro teatro, che è stato fondato da un compaesano con i proventi del proprio lavoro di emigrante in America, ospitò già opere , commedie e avanspettacolo, come raccontano i più anziani, prima di continuare con la programmazione cinematografica, fino agli anni 70.
Poi un lungo silenzio e il degrado e infine l'acquisto da parte dell'Amministrazione Comunale, la ristrutturazione e la restituzione alla comunità vecchianese.
La platea piena ed entusiasta, con molti giovani presenti, che ha tributato calorosi e prolungati applausi a scena aperta e nel finale, è la conferma che l'opera lirica resta un grande valore, un grande spettacolo, amato e seguito attraverso il trascorrere degli anni e il cambiamento dei tempi e delle generazioni.

Fonte: blog "Lo Schiaccianoci"