none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
x la Sez Soci P.A MDA A Betti
Se il buon giorno…..si vede dal mattino……
……...….il 2015 sarà un anno durissimo

6/1/2015 - 10:55

 
Se il buon giorno…..si vede dal mattino……
……...….il 2015 sarà un anno durissimo
 
 
Il nuovo anno 2015 non si presenta nel migliore dei modi
Una breve comunicazione da parte del Comune ha meravigliato (e preoccupato) i volontari della  Sezione soci di Arena Metato Madonna dell’Acqua della Pubblica Assistenza sr Pisa. Infatti per difficoltà burocratiche ancora non risolte, si è precluso l’utilizzo del doblò assegnato dall’AC termale, in comodato d’uso, alla Associazione per i servizi quotidiani alla comunità
Si blocca perciò uno dei mezzi a disposizione per i servizi di trasporto. Tra l’altro uno dei mezzi (Fiat doblò) più moderni ed attrezzato con pedana automatica, per il trasporto di persone con difficoltà motorie e non solo
Grande è la preoccupazione dei volontari perché con la fine delle festività già riprendono le richieste di servizi di trasporto da fare quotidianamente a favore di chi ha bisogno di aiuto per muoversi a fare terapie, analisi, riabilitazione, ecc..
Nell’immediato l’Associazione cercherà di sopperire ri-articolando il parco mezzi esistente ma, se il fermo del doblò dovesse proseguire a lungo, ci saranno negative ripercussioni per i cittadini in termini di minori servizi quotidiani di trasporto. 
Si è già sollecitata l’AC ai massimi livelli ma, al momento, non si riesce a vedere una concreta soluzione. E speriamo sia davvero una tempesta in un bicchier d’acqua
 
 Alessandro Betti

Fonte: Alessandro Betti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

18/1/2015 - 13:22

AUTORE:
Pippo

magari l'ha chiesto anche qualcun altro... e allora si vedrà chi lo piglia, l'importante è che lavori per i cittadini

17/1/2015 - 9:26

AUTORE:
Gian Paolo

Appena pronto il libretto , come è stato , prima tre mesi , poi un anno e ora forse un altri sei mesetti !
( o potrebbe anche essere che lo diano ad un altra associazione che ne ha fatto richiesta , ma per un pochino ancora , prevedo con la sfera di latta , che Verrà a metato )

16/1/2015 - 23:30

AUTORE:
Volontario PA

Presidente ma questo doblo alla fine il comune c'è lo farà avere.

12/1/2015 - 15:19

AUTORE:
pierluigi

hai ragione domani utilizzerò il doblò che e di mia proprietà in
quanto alla ironia c'è poco da ironizzare quando trasporti persone che soffrono

12/1/2015 - 10:38

AUTORE:
Ultimo.

............ che della mia opinione sull'argomento è stata pubblicata solo una frase in un contesto ben più ampio. E lei sa meglio di me che estrapolare una frase da un discorso più esteso spesso vuol dire stravolgerlo. Voglio rimarcare che non ho generalizzato perchè la parola " spesso " non vuol dire " sempre " ......... conosco il mondo del volontariato, anche se non quanto Lei, per avervi in piccola parte partecipato. Ammiro il volontariato che si occupa dei più deboli, degli anziani, dei bambini, dei malati, offrendo molto tempo senza niente chiedere ........ ma nello stesso tempo diffido di chi fa volontariato limitandosi a chiedere denaro per i bisognosi senza la necessaria trasparenza che distingue gli onesti volontari ....... dagli approfittatori camuffati da volontari. .......... Ultimo

12/1/2015 - 9:32

AUTORE:
P.G_

Sono dispiaciuto, Ultimo, dal tuo commento nei riguardi del volontariato.
Purtroppo questa brutta storia del Doblò non fa bene ad una categoria di persone che donano il loro tempo ed il loro impegno per gli altri senza nessun ritorno se non la soddisfazione di fare del bene.
Dovrebbero avere solo elogi e non critiche.
Tu probabilmente non conosci questo mondo e ti sei fatto influenzare dalle tante cattiverie che una vicenda poco chiara come questa ha scatenato.
C'è invidia e forse anche qualcosa da chiarire, ma tutto questo non può sminuire l'importanza che rappresenta, nel nostro mondo di sfrenato individualismo, fare qualcosa per gli altri.
Conosco decine se non centinaia di volontari e posso testimoniare la loro assoluta onestà, rettitudine, passione e solidarietà verso gli altri. Conosco invece molti episodi di sacrificio personale a testimonianza diretta di quello che dico.
Forse, nel caso specifico, qualcosa da chiarire ammetto ci possa essere (e sarà fatto da chi di competenza) ma l'episodio non deve modificare il rispetto che si deve avere per un mondo che conosco e che forse tu non hai mai frequentato.
E forse sarebbe il caso.....prima di.

11/1/2015 - 19:07

AUTORE:
Luca Quilici

Non essere ironico il tuo amico Betti l'ha fatta fuori dal vaso. Sarei curioso di saper il perché dello stop del doblo', perché a te e non ad un'altra associazione.

11/1/2015 - 17:13

AUTORE:
pierluigi

le chiacchere non fanno farina ridateci il doblo p s sulla panda si sta stretti

11/1/2015 - 10:16

AUTORE:
Ultimo.

........ anche da questa discussione che spesso il " volontariato " non è completamente " volontariato disinteressato " ......... Ultimo.

10/1/2015 - 22:04

AUTORE:
Cittadino

Che tristezza.

10/1/2015 - 18:26

AUTORE:
Piacentini

Parole sante. Sono sicuro che l'amministrazione quanto prima risolverà il problema. A differenza di altri apprezzo anche il fatto che il Sindaco non sia intervenuto in questa polemica sterile. Uno stile che apprezzo.

9/1/2015 - 9:23

AUTORE:
Gian Paolo

Speriamo che qualcuno ( comune) paghi cosa c e ' da pagare e riparta il doblo' , però che tristezza , che miserie , di chi sputa nel piatto dove mangia !!!
Di Maio fai chiarezza !!

7/1/2015 - 20:51

AUTORE:
Gianni

Stiamo parlando di associazioni di volontariato, tutto quello di cui discutete non depone a favore di chi in esse opera, dando adito a fuorvianti congetture.
E' come se le suore benedettine parlassero male delle carmelitane scalze, smettetela di mescolare politica e volontari, ve ne prego!

7/1/2015 - 19:42

AUTORE:
Lettore dis/attento

Hai ragione! ma...oh quanti Doblò avete..otto o sette?

7/1/2015 - 19:10

AUTORE:
Mah tanto attento nn sei!!

Mi dispiace ma i link a cui hai fatto riferimento sono relativi ad un altro Doblò CHE E' STATO COMMISSIONATO DALLA PUBBLICA ASSISTENZA e non dal Comune!! Anche dalle foto si vede benissimo che è quello in servizio presso la Sede di San Giuliano Terme!!! basta confrontare le targhe!!

Per quanto riguarda la Pubblica Assistenza penso che solo chi non ha idea di cosa si parli possa sparare a zero sull'Associazione di Volontariato più grande della provincia di Pisa e che da risposte a DECINE DI MIGLIAIA di persone del nostro territorio!! E non capisce che ogni problema che si crea rischia di far venire meno a qualcuno un aiuto... la ruota girerà e questi simpaticoni avranno bisogno un giorno... spero se lo ricorderanno di quando hanno aperto bocca per far prende aria ai denti!!

7/1/2015 - 17:32

AUTORE:
Lettore attento della VdS

http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=16550&page=0&t_a=cerimonia-di-consegna-alla-pa-di-un-fiat-doblo-attrezzato.
....................................................................

http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=16588&page=0&t_a=consegna-doblo-alla-pubblica-assistenza.
..........................................................................
22/6/2013 - 14:28
assenti
AUTORE: Volontario P.A.
Vi erano tanti assenti eccellenti come i consiglieri comunali vicini per così dire alla P.A.
...................................

nb, al tempo un solo intervento di una riga e mezza; fra oggi ed ieri ne conto già n° 21.
Salute; speriamo!

7/1/2015 - 16:39

AUTORE:
Miriam Celoni

Leggo spesso la Voce del Serchio, per il ruolo che riveste sul territorio e per la possibilità che garantisce ad ognuno di partecipare. Grazie quindi per la preziosa opportunità di intervenire.
Sulla questione specifica, non riesco a fare a meno di chiedere se in questo sovrapporsi di commenti non si corre il rischio di gettare ombre ingenerose sui volontari, oltreché su consiglieri, sindaci, imprenditori. .. su persone, insomma, che spesso hanno fatto della generosità una parte importante del loro agire sul territorio.
Sarà la stessa maggioranza a chiedere con serenità e fermezza i necessari chiarimenti sulla vicenda, tenendo insieme i principi di trasparenza ed imparzialità con la necessità di garantire risposte ai cittadini più fragili.
Intanto, per poter aggiungere elementi di conoscenza utili a comprendere il quadro di insieme, sarebbe prezioso l'intervento di qualche cittadino che abbia usufruito del servizio di cui si è accennato.
Un contributo del genere potrebbe aiutare a recuperare metodo e misura, e restituire il giusto valore alle cose.

7/1/2015 - 14:12

AUTORE:
Maria

Un bello scivolone su una buccia di banana che farà luce sui rapporti tra l'Amministrazione e l'Associazione. Vedremo... mi auguro solo che finisca tutto in una bolla di sapone.

7/1/2015 - 14:01

AUTORE:
Per il Presidente Vannozzi

da che mondo è mondo è sempre stato il presidente di un'associazione a rendere pubblica la posizione della stessa. Anche per le responsabilità che queste (le dichiarazioni) rivestono.
Mi sembra strano che il Betti abbia rilasciato queste dichiarazioni senza che Lei lo sapesse. A questo punto se Lei non interviene vuol dire che avalla le dichiarazioni di Betti.
Altrimenti gradirei sentire la sua voce.
L'unica cosa che è certa è che questo tipo di dichiarazione mette in cattiva luce la Pubblica Assistenza non solo di MDA come è scritto nell'articolo. Ma l'organizzazione intera dell'associazione. Un bel danno d'immagine!
Io intanto aspetto a rinnovare la tessera per il 2015.

6/1/2015 - 21:15

AUTORE:
Pontasserchiese

Ma quanto ci deve stare l'insegna a Pontasderchio sulle primarie. Bada bene se ci paga la tassa di pubblicità ci può stare quanto vuole. Ma verrà pagata?

6/1/2015 - 20:26

AUTORE:
Pasqualetti

Ma la pubblica assistenza cosa dice. Il Presidente che stimo ed è presente ad ogni iniziativa. Cosa dice. Era a conoscenza di questa vicenda. Trasparenza prima di tutto. Ho visto una foto sua su fb con la croce rossa. Cosa pensano tutte le associazioni di queste agevolazioni al loro non concesse. Sicuramente il mezzo sarà stato assegnato tramite bando pubblico almeno spero e non con chiamata diretta. L'assegnazione sarà stata gestita dalla vecchia amministrazione in modo trasparente. Sicuramente il vecchio assessore al sociale avrà fatto un bando non posso credere che ha snobbato le altre associazioni di volontariato. Una cosa devo notare solo i cinque stelle chiedono chiarezza. Siamo cuoriosi di sapere l risposta dell'amministrazione comunale. Risposta ufficiale non la semplice nota. Trasparenza. Ora voglio vedere il consigliere Vento invocare la procura della repubblica o la corte dei conti vedremo coma andrà a finire questa storia. Vannozzi deve delle spiegazioni su queste agevolazioni

6/1/2015 - 20:11

AUTORE:
Lettore della VdS

Certo, se per politica s'intende solo la politica partitica, poi è chiaro che tanti perchè non si capiscono.
Tutto fa parte "delle politiche".
Solo che noi ormai siamo abituati a comprendere il tutto a ranghi ridotti dalle semplificazioni.
I movimenti politici che poi non son altro che liberi e privati cittadini che si riuniscono sotto una sigla ed il più delle volte in tempi passati la parola "partito" seguita poi dalla vocazione e per semplificare dal colore delle loro bandiere, poi si capiva più o meno bene l'orientamento di ogni uno e del "gruppo" d'appartenenza, ma, che "tuttuguali" non sono mai stati anche all'interno dello stesso partito politico e la prima "divisione" volendo si scorgeva dalla scelta o meno di "appartenere" ad un sindacato che dalla "politica" sindacale che sosteneva, poi si ricongiungeva quasi sempre all'idea politica primaria che "anticamente" erano: sinistra-centro-destra.
Poi si è scoperto che il "centro" spostandosi di qua o di là era quello che decideva le sorti dei governi succedutesi.

Non voglio perdermi in discorsi alla portata di tutti, ma voglio richiamare l'attenzione sulla parola "politica" perchè come abbiamo visto, c'è la politica partitica, quella sindacale, quella sociale e nella politica del "sociale" ci possiamo benissimo includere: il volontariato tutto e nel tutto ci sta chi è arrivato prima, chi sarà in avanti nel tempo e quindi la "mutualità" impone sempre un accordo e..dire c'ero prima io nel volontariato non è per niente una garanzia; perchè è la parola stessa che lo impone: DI VOLONTA' e quindi come diceva il Poeta: del doman non c'è certezza e..chi vuol esser... volontario lo sia! senza infingimenti, senza forzature, e senza (addirittura) garanzia che uno/una lo sia per l'intera vita; la dice la parola stessa: vo-lo-ntà = libertà, libero arbitrio insomma.

..da bimbetti si faceva un giochino per decidere e chi diceva prima "Pio" era suo il tutto; però..poi si andava a trattative, perchè se uno vinceva trecento ranocchi pescati e li portava a casa, poi erano ingestibili, quindi si ripartiva "il maloppo" tenendo conto "uno" non poteva pretendere paritariamente di portare a casa ranocchi per poi buttarli o lasciarli marcire perchè non sapeva che farne, ma, nel caso del Doblò non si può dividere il tutto con 5/6 lambrette o vespe; si divideranno i giorni in uso se ne viene fatto richiesta da altre associazioni se ne avranno parimenti titolo nell'uso.
nb, da altre parti vicino succede già di farne buon uso fra gli aventi titolo di un mezzo a quattro ruote; è solo un ipotesi fatta da uno dei tanti lettori/scrittori su un caso di normale amministrazione di un bene donato; quindi a caval donato ecc-ecc.

6/1/2015 - 19:26

AUTORE:
Giusfredi

Alle scorse elezioni ho votato il Mannocci ragazzo capace ed equilibrato. Ora ti chiedo lumi su questa vicenda faccio il volontario a Livorno città dove ho risieduto prima di trasferire la mia famiglia a san giuliano. Anche in quella città veniva dato tutto alla solita associazione le ragioni sono mille. Anche qui la stessa cosa. Da quel che si legge non esiste un bando di assegnazione quindi anche se un'altra associazione voleva avere il mezzo non poteva averlo. Lo sappiamo tutti i servizi sono remunerati dalla usl e dai privati quindi con questo mezzo si crea reddito. La domanda che ti chiedo di fare Mannocci (pubblica) di quali servizi gode il comune. Chi paga l'assicurazione ed il bollo del mezzo? Gli sponsor pagano la tassa di pubblicità?.

6/1/2015 - 18:25

AUTORE:
Andrea Giuliani

Visto il tema sentito e sensibile di cui si parla,desidero allegare copia di una nostra mozione votata all'unanimita'da tutti i gruppi politici presenti del nostro comune.

MOZIONE: Adozione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA)

La Costituzione della Repubblica italiana all’art.16 garantisce il diritto alla mobilita’ di ogni cittadino; la concreta fruizione di questo diritto per le persone affette da disabilita’,sancita dal principio di eguaglianza di cui all’art.3 della Costituzione, costituisce lo strumento e la precondizione indispensabile per ciascun individuo per potere esercitare tutta una serie di diritti nonché per integrarsi nell’ambiente sociale;
L’art.3,comma 2,della Costituzione demanda al legislatore il compito di rimuovere tutti gli ostacoli di ordine economico e sociale che possono ostacolare l’attuarsi in concreto del principio di eguaglianza. E’proprio sulla base di questa specifica previsione costituzionale che va inquadrata tutta la legislazione ordinaria in tema di disabilita’,ivi compreso l’aspetto della mobilita’ ed il correlato obbligo per la Pubblica Amministrazione di eliminare le barriere architettoniche;
con l’entrata in vigore in Italia della Convenzione ONU “ sui diritti del disabile 2006” con la legge n 18 del 3 marzo 2009 il predetto diritto alla mobilita’ si è qualificato ulteriormente come diritto all’accessibilita’.
Ai fini dell’attuazione delle premesse di cui sopra le leggi italiane prevedono l’adozione da parte dei comuni di Piani per l’Eliminazione delle barriere Architettoniche (PEBA) Il PEBA è uno strumento di gestione urbanistica per pianificare gli interventi per rendere accessibili gli edifici, attivita’ commerciali e spazi pubblici,previsti dalla legge del 1986 la n 41 art 32,commi 21 e 22 e dalle leggi quadro sull’handicap del 1992 la n 104 art. 24 comma 9;
questi Piani avrebbero dovuto essere adottati, fin dal febbraio 1987,dagli enti centrali e locali,pena per i piani di pertinenza dei Comuni e Province,la nomina di un Commissario ad hoc da parte della Regione.
In Toscana soltanto il 18,8% dei Comuni ha presentato e attuato il PEBA e questo non è accettabile. Serve un’inversione di marcia,i Comuni devono dimostrarsi molto piu’ sensibili al tema della disabilita’ attuando una politica non discriminatoria nei confronti di chi chiede di poter vivere come ognuno di noi.

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA
Ad avviare immediatamente ogni attivita’ necessaria a giungere all’adozione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche per tutto il nostro Comune e territorio con la massima urgenza,dando un segnale di forte discontinuita’ sul tema della mobilita dei disabili.

Concludendo, la domanda che pongo sia all'Associazione che alla nostra Amministrazione Comunale è la seguente:" DUE PESI E DUE MISURE"?Perche' viene assegnato un mezzo ad alcune associazioni e ad altre no?Quali i criteri di assegnazione? Ringraziando per la lettura distinti saluti Andrea Giuliani Candidato Cons.MoVimento 5 Stelle San Giuliano Terme

6/1/2015 - 17:54

AUTORE:
Giuseppe Manti

Caro volontario la pubblicità l'ha fatta il Betti non Noi. Tutti chiedono e ti chiedo io perché il mezzo a voi e non alle altre associazioni. Da quel che leggo e' stato dato al Comune ed il Comune lo ha dato a voi. Ora onestamente non si capisce quale è' la questione perché come al solito si lancia il sasso e si nasconde la mano.
Bene fanno i partiti a chiedere chiarezza sulla vicenda. Non vedo nulla di male. Dalle reazioni non vedo quale è stata l'utilità di una simile uscita.

6/1/2015 - 17:42

AUTORE:
Gianni Meoli

In sintesi il Comune riceve in comodato il mezzo tramite il progetto Mobilità Gratuita, che mette in sinergia pubblico e privato, la comunità di San Giuliano Terme potrà ricevere in comodato gratuito un veicolo attrezzato, che potrà essere utilizzato per il trasporto di cittadini diversamente abili, anziani e persone con ridotta capacità motoria e altre necessità di carattere sociale. Ma il comune prende il mezzo e lo affida alla Pubblica Assistenza. Sicuramente ci saranno gli atti. Ma la domanda nasce spontanea perché a loro e non ad altri?.
Un grazie al Betti per portare alla luce questa situazione.

6/1/2015 - 17:35

AUTORE:
Gianni Meoli

Dal sito del Comune.
La comunità di San Giuliano Terme potrà ricevere in comodato gratuito un veicolo attrezzato, che potrà essere utilizzato per il trasporto di cittadini diversamente abili, anziani e persone con ridotta capacità motoria e altre necessità di carattere sociale grazie al sostegno di 48 imprenditori ed esercenti. La cerimonia di consegna all'Amministrazione Comunale del Fiat Doblò attrezzato per il trasporto delle persone diversamente abili avrà luogo il giorno Sabato 22 Settembre 2012 presso Piazza Italia San Giuliano Terme alle ore 11,00. Alla cerimonia sarà presente il Sindaco Paolo Panattoni. La cittadinanza è invitata.
Gli imprenditori sapevano che sarebbe andato alla Pubblica Assistenza?

Ecco il resto.
Grazie al Progetto M.G. Mobilità Gratuita, che mette in sinergia pubblico e privato, la comunità di San Giuliano Terme potrà ricevere in comodato gratuito un veicolo attrezzato, che potrà essere utilizzato per il trasporto di cittadini diversamente abili, anziani e persone con ridotta capacità motoria e altre necessità di carattere sociale.
Il finanziamento del progetto è stato possibile grazie al sostegno di 48 imprenditori ed esercenti del territorio comunale e non solo disposti ad affittare uno spazio sulla carrozzeria del veicolo in cui inserire la denominazione della propria attività. In questo modo la promozione del proprio marchio aziendale e dei propri dati si arricchisce di un particolare valore aggiunto, in quanto si associa ad un'azione di solidarietà, concreta e particolarmente visibile, nell'ambito delle proprie comunità.
Il mezzo è un Fiat Doblò, con caratteristiche tecniche che lo rendono idoneo a trasportare 4 passeggeri oltre all’autista, completamente attrezzato per questa tipologia di trasporto, con elevatore omologato a norma di legge per il trasporto di sedia a rotelle.
La cerimonia di consegna del veicolo avrà luogo, sabato 22 settembre, alle ore 11, presso Piazza Italia. Nell'occasione verrà consegnato un attestato di ringraziamento agli imprenditori ed esercenti che hanno contribuito alla realizzazione del progetto.

6/1/2015 - 17:22

AUTORE:
Gianni Meoli

Dal sito del Comune.
La comunità di San Giuliano Terme potrà ricevere in comodato gratuito un veicolo attrezzato, che potrà essere utilizzato per il trasporto di cittadini diversamente abili, anziani e persone con ridotta capacità motoria e altre necessità di carattere sociale grazie al sostegno di 48 imprenditori ed esercenti. La cerimonia di consegna all'Amministrazione Comunale del Fiat Doblò attrezzato per il trasporto delle persone diversamente abili avrà luogo il giorno Sabato 22 Settembre 2012 presso Piazza Italia San Giuliano Terme alle ore 11,00. Alla cerimonia sarà presente il Sindaco Paolo Panattoni. La cittadinanza è invitata.
Gli imprenditori sapevano che sarebbe andato alla Pubblica Assistenza?

6/1/2015 - 17:17

AUTORE:
x Volontario PA

Fra tanti discorsi fatti da sedicenti "volontari PA" o nomi comunque noti nessuno si preoccupa del fatto che il mezzo è fermo e dovrà essere rimpiazzato da un altro mezzo che sarà quindi tolto a un'altra realtà creando a sua volta disservizi..

Alessandro Betti è stato eletto nel Consiglio Direttivo della Pubblica Assistenza, è membro di Giunta ed è Responsabile della Sezioni, quindi ha tutto il diritto (se non l'obbligo morale) di usare la sua voce e i suoi canali per accelerare la risoluzione di un problema CHE RIGUARDA L'ASSOCIAZIONE!!

Per il resto caro Volontario PA alle prossime elezioni del direttivo dell'Associazione si candidi lei... chiunque sia...

6/1/2015 - 16:39

AUTORE:
R.M

Ho verificato sul sito del comune ma non ho trovato traccia del bando di assegnazione del mezzo. Fanno tutto in famiglia. Cosa concede questa amministrazione alle altre associazioni? Alla faccia della strasparenza . Grazie a chi porta alla luce questi accordicchi. Ora mi auguro che qualcuno faccia chiarezza su come vengono dati i contributi a queste associazioni e concesse le sedi e cosa restituiscono in servizi alla comunità.

6/1/2015 - 15:58

AUTORE:
curioso

Come mai questo articolo si trova nella rubrica "partiti e politica"? da quando la Pubblica Assistenza è un partito e fa politica?

Redazione:
dal tono delle molte risposte si capisce che quello è senz'altro il posto giusto.

6/1/2015 - 15:54

AUTORE:
Elettore 5 stelle

Ragazzi chiediamo chiarezza. Perché il mezzo dato alla pubblica assistenza e non ad altre associazioni. E' stato fatto un bando o ha deciso qualcuno di dare direttamente il doblo'. Ben venga la Gabanelli a fare chiarezza. Consiglieri grillini fate chiarezza sul mondo del volontariato che fine fanno i contributi la raccolta alimentare. Per alla Pubblica Assistenza le sedi ed alle altre no. Basta privilegi.

6/1/2015 - 15:15

AUTORE:
Arlecchino

Carissimo ringrazia il cielo che la tua organizzazione è nelle grazie delle amministrazioni comunali e del partito imperante nella nostra provincia. Invece di esser contento che ti hanno donato il mezzo - eppoi fatto un immobile, eppoi assegnato servizi , eppoi approvato progetti eppoi dirottato medici, eppoi eppoi eppoi ... Ogni città ha il suo Salvatore e se cambiano le cifre non cambia il meccanismo, giusto ? Tu dovresti saperlo, no? La mia associazione invece non è nelle vostre grazie e cosi il doblò se lo sogna; ma coloro che assistiamo tirano un sospiro di sollievo come quelli che sostieni tu e la tua associazione. Tutto questo per dirti "ingolla il rospo e benvenuto tra quelli senza babbo politico". Ma sara cosi?

6/1/2015 - 14:32

AUTORE:
Nannipieri

Sono volontario di un'altra associazione di volontariato. Guarda guarda la pubblica assistenza riceve gratuitamente le sedi dove fanno la loro attività, riceve in comodato mezzi. Si vede che ci sono volontari di serie A e seri B. Allora da buon grillino chiedo ai miei amici grillini in consiglio comunale fate chiarezza su queste questioni. Finanziamenti, sovvenzioni e comodati. A loro tutto a noi teste e lische.... Ed io pago. Prego la redazione di non cestinare questo articolo non vi è nulla offensivo n'è di penalmente rilevante.

6/1/2015 - 14:15

AUTORE:
Volontario PA

Basta. Non ne possiamo più di essere usati per questa battaglia personale. Basta approfittarsi della nostra associazione. Ora intervenga la giunta. Poi il Betti alle iniziative dice che non ci sono nuovi volontari continua così c'è ne saranno molto meno.

6/1/2015 - 13:16

AUTORE:
Luca Quilici

Il Betti non perde mai l'occasione per attaccare chi gli ha sottratto il posto. Usa la pubblica assistenza per fare vedere che è sempre vivo. Ma è questione di tempo poi la gente piano piano se lo dimenticherà. Mi stupisce il silenzio degli associati che gli vanno dietro attenzione così rovina il vostro lavoro quotidiano fatto di sacrifici.